La gioia della partita. Scritti (1950-1977)

Cesare Garboli

Curatore: L. Desideri, D. Scarpa
Editore: Adelphi
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 29 settembre 2016
Pagine: 331 p., Brossura
  • EAN: 9788845931079
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

«Non era uno scrittore, un saggista, un critico. Ma tutto questo insieme. Come provano i suoi "scritti sparsi"»Paolo Mauri, il Venerdì di Repubblica

Per oltre mezzo secolo, la scrittura di Cesare Garboli ha suscitato gioia ed energia - non solo intellettuale - nei suoi lettori. Che parli di cinema o di letteratura, che affronti la pittura o il teatro, ogni suo incontro (con Francis Bacon o Mario Soldati, con Chaplin o Goya, con Gianni Brera o Walter Benjamin, o magari con l'ufficiale delle SS Herbert Kappler) produce l'impatto memorabile di una rivelazione. Ma il dono del supremo esecutore di testi, "portato a vedere le cose piuttosto come un problema da risolvere che come un tema da svolgere", l'ammaliante intelligenza comunicativa coabitarono in Garboli con una cruda severità verso i propri scritti: pochi e come a contraggenio ne raccolse, centinaia ne lasciò dispersi. Il giovane filologo che nel 1954, non ancora laureato, curava un'edizione di tutto Dante in versi, e al quale dobbiamo la promozione di Pascoli e Molière a nostri contemporanei, è autore di un'opera che ha dissimulato sé medesima nel segno di un apparente e talvolta compiaciuto spreco. È tempo, dunque, di rendere disponibile per tutti il luminoso rigore del lavoro svolto da questo scrittore antagonista sempre, anche del proprio talento.

€ 25,50

€ 30,00

Risparmi € 4,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

26 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Indice

Brevi anni cinquanta

I. Cesare Pavese
II. Un'altra libertà
III. Su un'interpretazione ideologica del film Limelight
IV. Poesia e decadenza
V. Introduzione a Dante

Uno «scrittore editore» 1963-1977
I. L'allenatore di Salvatore bruno
II. Sulla spiaggia e di là dal molo di Mario Tobino
III. Aiuola di Francia di Emilio Cecchi
IV. Balzac di Ernst Robert Curtius
V. Naja Tripudians di Annie Vivanti
VI. Nascita e morte della massaia di Paola Masino
Il giuoco sul ponte di Sergio Ferrero
VII. L'airone di Giorgio Bassani
VIII. Sulle fiumane della Grand Central Station mi sono seduta e ho pianto di Elizabeth Smart
IX. Lessico familiare di Natalia Ginzburg
X. Autobiografia del Blu di Prussia
XI. Vita immaginaria di Natalia Ginzburg
XII. Lo smeraldo di Mario Soldati
XIII. Scritti letterari di Niccolò Gallo
XIV. Terra di nessuno di Harold Pinter
XV. Il prato in fondo al mare di Stanislao Nievo

Un cronista 1963-1977
I. Presentazione di Elsa Morante
II. Gli impulsi distruttivi di Gianni Brera
III. Dalla Sicilia a Saint-Germain
IV. Quello che Benjamin non aveva previsto
V. Le lastre della follia
VI. Gli uomini uccidono
VII. I supplizi di Bacon
VIII. Il castello dei destini
IX. Mistíc!
X. I figli rissosi delle tenebre
XI. La città smarrita
XII. L'occhio del cinema dà soltanto quello che vede?
XIII. Il disdegno di Guido
XIV. Dino delle montagne
XV. I conti con la Storia
XVI. Giosetta Fioroni
XVII. Lo scandalo è la poesia
XVIII. Il miele insolente di Federico
XIX. Nel labirinto della scacchiera
XX. Chi sono gli sconfitti
XXI. Poesia mascherata da romanzo
XXII. Jack, quel cane bastardo
XXIII. Fascino discreto del disordine

In casa di Harpagon
I. In casa di Harpagon

Nota al testo di Laura Desideri
Postfazione di Domenico Scarpa