Giorni d'amore e inganno

Alicia Giménez Bartlett

Traduttore: M. Nicola
Collana: La memoria
Anno edizione: 2011
Pagine: 503 p., Brossura
  • EAN: 9788838925924
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 8,10

€ 15,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Barbara

    02/09/2017 15:29:16

    Mi è piaciuto molto questo romanzo. Un colpo di fulmine tra due persone già sposate, in una piccola comunità, una convivenza "forzata" tra persone che non si conoscono se non per esigenze lavorative. La narrazione è a più voci e ogni personaggio ha un suo stile e un suo modo di pensare e parlare: più o meno spontaneo oppure intellettualoide e aggrovigliato...scopriamo gli accadimenti da ogni punto di vista e scopriamo che le persone non sono così scontate come sembrano a prima vista.

  • User Icon

    Martina

    31/08/2014 20:16:25

    Bel libro, personaggi ben caratterizzati, scritto bene e ricco di spunti di riflessione, niente di scontato o banale. Atmosfera un po' cupa , storia a volte un po ' improbabile Ma si legge sempre volentieri.

  • User Icon

    Tiziana

    27/06/2014 14:33:36

    Bellissimo romanzo con personaggi ben caratterizzati e sfaccettati. Reazioni a catena che si sviluppano da un evento centrale a dimostrazione del fatto che tutto è interconnesso e che niente di ciò che facciamo è ininfluente. Ottimo livello narrativo e toni appassionati, anche se a tratti calano un po' di tono. La Giménez-Bartlett si conferma un'ottima scrittrice non solo di libri polizieschi. Evviva!

  • User Icon

    Claudio

    06/01/2014 17:38:43

    Sempre di piacevole lettura ma l'intreccio della trama è aberrante, debole e da romanzetto rosa. Se non siete nella mia condizione di obbligati a letto, abbandonate il tutto e cambiate libro

  • User Icon

    barbara49

    28/08/2013 09:28:37

    libro irritante e noioso sarebbe meglio che l'autrice continuasse a scrivere della commissaria Petra Delicado

  • User Icon

    Laura Z.

    19/08/2013 12:22:14

    Solo una leggera lettura estiva, nient'altro. Nemmeno paragonabile ai suoi gialli con l'ispettore Petra Delicado.

  • User Icon

    anna maria

    17/06/2012 11:29:13

    nonostante sia pieno di clichè sia maschili che femminili, scorre facilmente e ti ritrovi alla fine senza molta fatica. la storia d'amore ha dell'improbalible ma lascia sognare!!! avrei valorizzato di più la figura di Dario, il miglior personaggio del romanzo

  • User Icon

    Beatrice

    10/06/2012 21:35:26

    Primo libro che leggo di questa autrice.Purtroppo sarà anche l'ultimo, nonostante dalle recensioni lette sino ad ora capisca che la versione " gialla " meriti un approfondimento. Libro abbandonato a pagina 115. La banalità della trama ( scontata già dopo quindici pagine ), ma sopratutto dei quattro personaggi stereotipati fino al ridicolo lo rendono di una noia mortale. Peccato, mi aspettavo molto di più.

  • User Icon

    Elena

    19/04/2012 10:51:34

    Premesso il fatto che sono una grande fan di Alicia per aver letto tutte le avventure di Petra e Fermìn. Non capisco come l'autrice possa avere messo in pista l'idea di un romanzo di questo tipo. Un viaggio assurdo tra le "teste" e i pensieri di personaggi che sembrano alzare il capo a turno come delle tessere. Storia improbabile che ruota esclusivamente attorno a un "tradimento".. Si legge ben questo è vero, ma non c'è mordente e le vicende sono costruite sul nulla. Peccato!

  • User Icon

    marco ferraro

    02/01/2012 17:56:20

    Finalmente un bel romanzo, come non sono riuscito a leggerne da tempo.Forse bisognava tornare alla cultura latina anche se qui siamo da questa parte dell'Atlantico. Tutto al femminile, l'avevo anche scelto per mia moglie che però non è andata oltre le 70 pagine, l'intrecciarsi della vita di queste quattro donne, a stretto contatto in un ambiente chiuso; in superficie tutto scorre tranquillo in un'atmosfera fin troppo ovattata, ma quando la passione si impadronisce di due personaggi allora la situazione va in ebollizione fino a scoppiare travolgendo tutto e tutti e nulla, anche ciò che era immutabile nel tempo, sarà più come prima. Grande disegnatrice dell'animo umano, con le sue angosce e le sue complessità, questa scrittrice spagnola è stata una piacevole scoperta. Forse si sente l'influenza di un mondo tradizionalista come deve essere appunto quello spagnolo, ma certi comportamenti dei personaggi possono essere davvero i nostri e quelli di persone vicine.

  • User Icon

    Michela

    10/12/2011 23:26:16

    Un romanzo pieno di luoghi comuni sulle donne ma anche sugli uomini. Insomma, l'umanità viene ritratta attraverso stereotipi senza tener conto delle sfaccettature. Forse, se l'autrice avesse creato meno personaggi, li avrebbe descritti meglio e avrebbe raggiunto i livelli cui ci ha abituati.

  • User Icon

    Ilaria

    06/12/2011 13:40:42

    Ho tutti i libri che vedono protagonista l'ispettore Delicado, mentre gli altri della Bartlett spesso mi deludono; è il caso di questo "Giorni d'amore e inganno", che angoscia il lettore senza un vero perché: la storia d'amore principale nasce e si sviluppa in un modo quantomeno poco credibile, i personaggi sono stereotipati (la moglie alcolista e insoddisfatta, la signora della buona società che vive per la famiglia e la beneficenza, la giovane sposina immatura e inquieta). I personaggi maschili, poi, sono tutti sostanzialmente uguali, come se fossero un puro contorno. Insomma, credo proprio che d'ora in poi leggerò solo libri della Bartlett con Petra Delicado protagonista.

  • User Icon

    flavia

    27/10/2011 22:59:52

    Brutto, con caratteri femminili tagliati con la scure e una vicenda approssimativamente svelta e altamente improbabile. Stimo Alicia Bartlett, ma questo libro è una delusione.

  • User Icon

    laura

    13/06/2011 21:07:38

    A me e' sembrato noioso e lento, niente a che vedere con i casi di Petra e Fermin!!

  • User Icon

    nicoletta bonfanti

    09/07/2009 12:23:30

    uno stupendo affresco del mondo dei sentimenti. Mi pare uno dei libri più riusciti di questa autrice, che si muove in questa vicenda assolutamente sopra le righe convenzionali, riproponendo in chiave assolutamente intimistica e originale l'eterno conflitto tra sentimenti e ragione. Un romanzo assolutamente "non rosa" nel quale le sensibilità maschili e femminili hanno - nella loro diversità - una voce altissima, mentre tentano di spiegare l'inspiegabile dell'amore, dell'odio, della ribellione, della voglia di libertà.

  • User Icon

    gabri

    13/12/2008 18:01:23

    Libro ben scritto, sembra di vedere i personaggi ed i luoghi descritti con i propri occhi. Però, brutta trama: per la prima metà sembra di leggere un romanzo rosa, poi si assiste ad un crescendo eccessivo di situazioni che vedono per protagoniste le solite quattro donne, sempre più sopra le righe.

  • User Icon

    monica

    30/11/2008 20:34:28

    Ho acquistato questo libro piena di aspettative..però sono rimasta delusa. Insomma preferisco la Giménez che racconta i casi di Pedra

  • User Icon

    luca

    23/09/2008 17:52:12

    Libro per signore, ma godibile per tutti, se lo si affronta senza aspettative e pregiudizi. Ad ogni pagina si alternano pensieri e punti di vista di 4 casalinghe disperate più un malcapitato uomo factotum, tutti concentrati sui propri complessi, dubbi e frustrazioni. E su questi la storia gira all'infinito. L'abilità dell'Autrice è quella di accompagnare dolcemente il lettore fino in fondo, senza pretese, senza scosse né colpi di scena. Tanto che alla fine ci si stupisce quasi che ne esca un giudizio più che positivo.

  • User Icon

    Laura

    12/09/2008 10:12:27

    Sono perfettamente d'accordo con Angelita, un libro in cui la passione che fa da deflagrazione a tutti gli eventi successivi rimane misteriosa. Possibile che un gioco di sguardi faccia abbandonare marito e figli e cambiare vista da un giorno all'altro? Quello che, però, manca in questo libro è l'ironia, la leggerezza. La Gimenez dei gialli di Petra e Firmin mi piace per la sua analisi psicologica e le sue riflessioni anche cupe sulla vita e sulla natura dell'essere umano che però è sempre accompagnata e mitigata da uno sguardo ironico. Qui invece tutto è pesante, lugubre, da tragedia. E, a mio parere, non è lo stile della Gimenez.

  • User Icon

    melissa

    21/07/2008 17:45:03

    concordo pienamente con Nadia3...un libro che mi ha coinvolto profondamente..da non riuscire a staccarmene e allo stesso tempo da non volerlo finire mai.....quasi ogni riga mi ha svelato, chiarito, qualcosa di me e del mio interagire con gli altri...

Vedi tutte le 27 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione