Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

I giorni del giudizio - Giampaolo Simi - copertina

I giorni del giudizio

Giampaolo Simi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Collana: La memoria
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 26 settembre 2019
Pagine: 552 p., Brossura
  • EAN: 9788838939686
Salvato in 69 liste dei desideri

€ 14,25

€ 15,00
(-5%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

I giorni del giudizio

Giampaolo Simi

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


I giorni del giudizio

Giampaolo Simi

€ 15,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

I giorni del giudizio

Giampaolo Simi

€ 15,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (11 offerte da 14,25 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Questa volta Giampaolo Simi lascia a casa Dario Corbo, ma la tensione, l’indagine, lo scavo nella coscienza di fronte al delitto, l’angolo nero che ciascuno nasconde dentro di sé, la forza della scrittura sono quelli del grande inventore di storie che i lettori già conoscono.

«Uno di quei romanzi ai quali si torna volentieri»Il Venerdì

«Nel mondo di Giampaolo Simi non c’è spazio per gli eroi a tutto tondo senza macchia e senza paura. È più interessato, lo scrittore, a sviscerare le contraddizioni dell’essere umano perennemente scisso tra miserie e nobiltà» - Gigi Riva, L’Espresso

«Un narratore di talento, a cui da tempo i canoni dei generi stanno stretti. E che ha la giusta ambizione di scrivere un vero romanzo» - Ranieri Polese, La Lettura

La sera del 23 luglio nella tenuta della Falconaia, vicino Lucca, viene trucidata Esther Bonarrigo, 42 anni, moglie dell’imprenditore Daniel; insieme hanno creato la catena di italian food «Il Magnifico», 127 ristoranti in tutto il mondo. Una coltellata alla gola, una sola, precisa e mortale come in un’esecuzione. La villa deserta, il personale in libertà. Una serata ideale per un appuntamento tra due amanti, questo è quello che si sospetta quando poco lontano dal corpo della donna viene rinvenuto il cadavere di Jacopo Corti, un giovane che lavorava nella tenuta da poco licenziato. Unico sospettato il marito della vittima che si protesta innocente, ma le prove sono più che sufficienti per portare l’uomo a processo. Ed è la giuria la vera protagonista del romanzo di Simi, con i giurati popolari che in Corte d’Assise sono chiamati a decidere insieme ai due giudici togati. Sono cittadini comuni scelti dalla sorte, persone diverse, ognuno con mille domande e timori; curiosi, spaesati, intimoriti, alcuni già con una loro idea sul caso di cui giornali e TV hanno rivelato ogni particolare. Si assiste così al dibattimento, udienza dopo udienza, ognuna vissuta però dal punto di vista di un giurato diverso, di cui veniamo a conoscere anche la vita privata. Emma, sulla soglia dei cinquant’anni, sicura di sé e dell’innocenza dell’imputato, Serena, irrisolta e solitaria, Terenzio, con qualcosa di ingombrante nel suo passato, e poi Iris, Ahmed, Aldo. Sei persone qualsiasi, ignare di come si amministra veramente la giustizia e che ora toccano con mano cosa vuol dire decidere delle vite degli altri. Durante le udienze accusa e difesa si danno battaglia, i colpi di scena si susseguono, facendo oscillare di volta in volta la bilancia della giustizia da una parte e dall’altra.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,6
di 5
Totale 15
5
9
4
6
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Nora

    23/05/2020 14:42:53

    Un altro gioiello da cui è impossibile staccarsi.

  • User Icon

    rpedicino

    16/05/2020 11:51:19

    Simi scrive molto bene e utilizza il genere con molta originalità. Tuttavia mi è sembrato spesso un po' artificioso il modo con cui descrive i personaggi, tutti troppo "classificabili" per essere veri. Una lettura comunque piacevole per una vacanza rilassata.

  • User Icon

    Robystar59

    15/05/2020 21:57:36

    Mi piace la tecnica narrativa che consiste nel raccontare una storia alternando il punto di vista di diversi personaggi. Una perfetta esecuzione di questo metodo si ha ad esempio nel libro di Roberto Costantini "La moglie perfetta" (consigliatissimo). In questo libro Simi spiega come si svolge un processo per un duplice omicidio in cui sembra esserci un solo possibile colpevole. Ma non si tratta solo di un legal thriller. Ci sono le storie personali dei giurati che emergono e piano piano si scoprirà che ciascuno di loro ha motivi personali per essere orientato ad un giudizio di innocenza o colpevolezza. Il libro è ben scritto e la storia scorre. Come qualche altro lettore ha già fatto notare, verso metà libro ci sono alcuni passaggi in cui l'autore fa capire chi è il colpevole. Il mio giudizio sul libro è positivo.

  • User Icon

    AQ

    12/05/2020 14:36:03

    Leggi il titolo e pensi ad un processo, invece no. Il delitto è funzionale al disvelamento dei personaggi. Segna un confine nelle loro vite che li porterà al cambiamento, singolarmente. Le certezze non sono sempre coerenza. I personaggi ti restano impressi ed è la capacità di narrarli che caratterizza il sublime G. SIMI. Fa sempre colpo, anche se questa volta l'assassino l'ho scoperto con buon anticipo,dagli indizi seminati (volutamente?).

  • User Icon

    Davide

    12/05/2020 13:30:20

    Un punto di vista diverso su un caso di omicidio. Non il solito investigatore, né tanto meno un Holmes o un Poirot. No, questa volta sembra di essere dietro le quinte di un teatro. Le prospettive di ciascun giurato permettono di interpretare in modo diverso i fatti relativi al delitto. Ma, sopratutto, attraverso i giurati l'autore dà uno sguardo trasversale sulla nostra società: le dinamiche che la caratterizzano, le nevrosi, la meschinità e le virtù dei comportamenti. Ingredienti dell'agire quotidiano. La soluzione del caso passa in secondo piano, perché assai più scabrose e stuzzicanti sono le vicissitudini delle persone comuni, chiamate a giudicare un loro simile.

  • User Icon

    gabriella

    11/05/2020 14:12:41

    Giampaolo Simi mette nero su bianco un romanzo di genere legal thriller di non facile soluzione. Ci sono tutti gli ingredienti per rendere la lettura emozionante sin dalle prime pagine. Molto scorrevole, originale, la lettura è mozzafiato. Un unico indiziato per un duplice omicidio e una giuria che non sa decidere quale verdetto emettere. Io l’ho trovato totalmente interessante come romanzo. Ma sono un’appassionata del genere. Acquistatelo se avete voglia di tenervi col fiato sospeso!

  • User Icon

    n.d.

    29/01/2020 22:15:10

    Libro molto ben strutturato. Innovativo dal finale scoppiettante

  • User Icon

    Apache

    20/01/2020 17:26:05

    Giampaolo Simi è bravo, soprattutto nel disegnare la coscienza dei suoi personaggi e nella sintassi, sempre corretta

  • User Icon

    PaoloU

    08/01/2020 22:05:05

    Simi abbandona momentaneamente il protagonista dei suoi ultimi romanzi per far narrare una trama processuale e giudiziaria dal punto di vista di ognuno dei sei giurati della giuria popolare; l’originalità del libro è data proprio dalla struttura del romanzo. Ottime come sempre le interazioni tra i sei protagonisti e le sottotrame, che si scoprono proseguendo nella lettura, in cui vengono narrate le loro vicende personali. Lo stile di Simi è preciso, con numerosi dettagli, e l’autore è abile nell'intrecciare le storie dei personaggi principali con l’evoluzione del processo, che si sviluppa portando alla luce diversi fatti nuovi nel corso del dibattito in aula; l’intreccio è complesso ed è uno dei pregi del romanzo.

  • User Icon

    alberto

    08/01/2020 16:21:47

    I personaggi sono tratteggiati in modo eccellente. Le nozioni sul funzionamento dei meccanismi processuali sono trasmesse in modo semplice ma assolutamente corretto (complimenti, amche per l'italiano fluido). Se devo fare un appunto, forse nella seconda parte del libro la pretesa di ricercare incastri su incastri tra i personaggi rende il risultato un po' troppo barocco.

  • User Icon

    ladybird

    04/01/2020 00:07:20

    Avvincente e ben scritto come i precedenti di Simi .Da leggere tutto d'un fiato

  • User Icon

    mambor

    10/12/2019 11:31:36

    un bel romanzo a metà strada tra il noir e il legal thriller che scava nella vita e nei pensieri dei componenti di una giuria popolare i cui personaggi sono veramente ben disegnati. Da leggere.

  • User Icon

    Alberto

    10/12/2019 10:50:58

    Romanzo che piacerà a tutti coloro che cercano la bella scrittura, i personaggi ben delineati ciascuno con la propria storia. Può piacere anche a chi non è amante del giallo, perchè fin dalle prime pagine ci sono due cadeveri, ma l'aspetto poliziesco scivola ben presto sullo sfondo. L'A. ha compiuto un gran lavoro d'incastro e di costruzione narrativa. I dialoghi e i pensieri dei personaggi non sono banali, fanno riflettere su come va il mondo al giorno d'oggi. Qualcuno potrebbe obiettare che c'è di tutto forse troppo: dall'omosessuale all'immigrato, dalla potenza economica di una famiglia di prestigio, alla malavita organizzata, ma mi è parso tutto congruente e plausibile. Un romanzo corale con dei bei ... solisti, se lo leggerete (ve lo consiglio ) capirete il perchè. Per ultimo ma non ultimo - come dicono gl'inglesi - un' interessante lezione di diritto giudiziario, su come funziona una corte d'assise con giudici togati e giuria popolare.

  • User Icon

    angelo

    14/10/2019 17:12:16

    Ingredienti: due amanti uccisi in una villa in Versilia, un unico imputato in attesa di giudizio, sei giudici popolari al centro della scena, un intreccio di vicende personali e processuali con tante ombre dietro ogni protagonista. Consigliato: a chi si trova dentro una storia più grande di sé, a chi preferisce non giudicare per non essere giudicato.

  • User Icon

    Rosetta

    02/10/2019 14:45:25

    Un romanzo molto ben strutturato, una storia appassionante e nitida, un punto di vista insolito nella narrazione. Molti sono i romanzi e i film, anche memorabili, che hanno una giuria al centro della storia. Anche in questo caso le opinioni, le vicissitudini personali, le vite condizionano, delimitano le scelte e le idee. E il fascino sta proprio in questa costruzione del pensiero comune che deve per forza portare la giuria a una decisione condivisa.

Vedi tutte le 15 recensioni cliente

Dire che Giampaolo Simi è tra le voci migliori e più articolate dell’attuale e variegata compagine gialla italiana sembra quasi scontato. Chi ha letto i suoi libri – Cosa resta di noi, La ragazza sbagliata, Come una famiglia, solo per citare gli ultimi – sa bene quanto Simi sia abile a mescolare una trama gialla con il contesto sociale in cui si svolge, a indagare in modo acuto e talvolta spietato non solo sul delitto, ma sulle vite dei personaggi: la loro provenienza sociale, le passioni e le vigliaccherie, le storie personali e i drammi interiori.

I giorni del giudizio potrebbe definirsi un legal thriller poiché gran parte del romanzo altro non è che lo svolgersi del processo contro Daniel Bonarrigo, proprietario della catena ‘Italian food&more’ costituita da ristoranti sparsi nel mondo dove è possibile gustare l’eccellenza del cibo italiano, accusato di aver ucciso la moglie Esther e il presunto amante di lei, il giovane Jacopo Corti. Un delitto efferato, un massacro a colpi di lama avvenuto nella meravigliosa Villa della Lucchesia di proprietà della coppia Bonarrigo, La Falconaia.

Chiamati a costituire la giuria popolare della Corte d’Assise che deciderà della colpevolezza o dell’innocenza del Bonarrigo, sei personaggi. La bibliotecaria ultracinquantenne Iris, l’infermiere in precoce pensione Terenzio, lo youtuber ed esperto di videogiochi italiano ma nato in Scozia, Malcolm, l’emigrato ora cittadino italiano Ahmed, la ex Miss proprietaria di una boutique di lusso a Viareggio, Emma e per finire la trentenne eternamente precaria Serena. Sei italiani diversissimi fra loro, ma rappresentativi, ciascuno a proprio titolo, del nostro Paese.

Dopo l’iniziale resistenza a ricoprire l’incarico per il quale sono stati sorteggiati, li vedremo interagire con la giudice Nicola e il giudice a latere Fassi, prodighi di spiegazioni sullo svolgersi del processo, il formarsi delle prove e il modo in cui ci si aspetta che una giuria prenda le proprie decisioni nei confronti dell’accusato. E qui, per i profani della materia, si apre un mondo che Simi è bravissimo a descrivere e spiegare senza mai, neppure per un istante, annoiare il lettore. Intorno al processo si accaniscono televisioni, stampa e opinione pubblica come tante volte abbiamo visto accadere. Difficile per i giurati mantenersi al di sopra della mischia e della ridda di ipotesi e illazioni che li bersagliano da ogni parte. Difficile persino sfuggire ai tentativi mirati a influenzare alcuni membri della giuria, visto che dietro il presunto colpevole c’è un impero economico di grande entità.

Ma la grande bravura di Simi risiede nel raccontarci tutto questo, e molto di più, attraverso ogni singolo giurato. Quanto la vita di ciascuno di loro, le esperienze passate e presenti, i rapporti umani che si instaurano poco a poco nel piccolo gruppo saranno determinanti nell’influenzare la decisione finale? Sei esseri umani i quali, ciascun giorno della loro vita, devono non solo occuparsi di stabilire, seguendo il dibattimento processuale, l’innocenza o la colpevolezza di un altro essere umano, ma nel contempo sbrogliare la contorta matassa delle proprie esistenze: le difficoltà incontrate sul lavoro, un matrimonio che non sta più in piedi, un passato fatto di sogni non realizzati e un presente grigio e deprimente, l’incomunicabilità e il disamore di figli e compagni, la solitudine scelta o che li ha scelti. Sei esseri umani, un microcosmo che nelle sue passioni e reazioni rappresenta uno specchio impietoso dell’umanità intera.

Sei esseri umani che finiranno per ritrovarsi, d’improvviso e vista la risonanza mediatica del processo, sotto i riflettori con tutto ciò che questo comporta, nel bene e nel male.
Il racconto del processo e delle vite dei giurati offre all’autore una splendida occasione per narrare un’Italia stremata e confusa, arrabbiata e assetata di una giustizia di cui, alla fine, poco si sa, vuoi per ignoranza, vuoi per la complicazione nel capirne i meccanismi e quindi vituperata e disprezzata.

Un Italia che si riflette, come una metafora surreale, nei giorni frenetici dei Lucca Comics & Games, meravigliosa fiera della fantasia e del mondo virtuale dei videogiochi, descritta da Simi in modo magistrale. La grande fuga dalla realtà.

 

  • Giampaolo Simi Cover

    Giampaolo Simi si è sempre interessato prevalentemente di narrativa di genere, dal fantastico all'horror, dal giallo al noir. Ha esordito nel 1996 con il romanzo Il buio sotto la candela (Baroni), pubblicando poi Direttissimi altrove (DeriveApprodi, 1999), Figli del tramonto (Hobby&Work, 2000), Tutto o nulla (2000, DeriveApprodi, ristampato da Mondadori), L'occhio del rospo (2001, Adkronos Libri). Per Einaudi Stile libero ha pubblicato Il corpo dell'inglese (2004), Rosa elettrica (2007) e ha scritto un racconto per l'antologia Crimini italiani (2008). Per edizioni E/O ha pubblicato La notte alle mie spalle (2012). Per Sellerio Editore Palermo ha pubblicato Cosa resta di noi (2015) e Rosa elettrica (2021). Pubblicista, collabora con riviste e quotidiani. Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali