Categorie

Editore: Skira
Anno edizione: 1999
Pagine: 528 p. , ill.
  • EAN: 9788881185627

Realizzato in occasione del quarto centenario della nascita, il volume costituisce un omaggio al genio creativo di Francesco Borromini, uno dei grandi artefici della storia dell'architettura.La monografia, che accompagna la mostra allestita a Lugano, chiarisce chi fosse realmente, fra i vari Castelli operanti a Milano, Francesco Castelli, detto il Borromini, a quale tradizione guardò e con quale bagaglio si diresse a Roma e assunse i primi incarichi nella cittˆ papale. Un approccio tematico che privilegia da un lato lo studio dei parametri culturali, delle ascendenze e della cultura architettonica da cui si origina il linguaggio di Borromini, dall'altro la presentazione di quel contesto operativo entro il quale si iscrivono anche gli interventi del giovane Borromini, sviluppato lungo coordinate che indagano l'organizzazione dei nuclei familiari, il loro carattere imprenditoriale e il problema della formazione dell'architetto nei suoi rapporti tra cantiere, Corporazioni e Accademia.Il volume, che presenta un'ampia selezione di disegni, dipinti, acquerelli, stampe, modellini e calchi, documenta la parabola artistica di una delle personalità più ricche e innovative dell'architettura barocca, analizzandone l'elaborazione del linguaggio architettonico dagli esordi giovanili alla maturità, dalla formazione milanese all'ascesa romana, a San Carlo alle Quattro Fontane.