Il giovane Holden - J. D. Salinger - copertina

Il giovane Holden

J. D. Salinger

Scrivi una recensione
Traduttore: M. Colombo
Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 25 novembre 2014
Pagine: 251 p., Rilegato
  • EAN: 9788806220099
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 15,30

€ 18,00
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 18,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


Il libro che ha sconvolto il corso della letteratura contemporanea influenzando l'immaginario collettivo e stilistico del Novecento.

"E poi non mi metto certo a farvi la mia stupida autobiografia o non so cosa. Vi racconterò giusto la roba da matti che mi è capitata sotto Natale, prima di ritrovarmi cosí a pezzi che poi sono dovuto venire qui a stare un po' tranquillo. Ovvero quel che ho raccontato a D. B., che però è mio fratello, non so se mi spiego. Lui sta a Hollywood, quindi non lontanissimo da questo schifo di posto, e infatti viene a trovarmi praticamente ogni weekend. Dice che mi riaccompagna in macchina quando il mese prossimo torno a casa, forse. Si è appena comprato una Jaguar. Uno di quei gioiellini inglesi che fanno anche i trecento all'ora. L'ha pagata una sberla tipo quattromila dollari. È sfondato di soldi, adesso. Prima no. Prima, quando stava a casa, era solo uno scrittore normale."
4,75
di 5
Totale 4
5
3
4
1
3
0
2
0
1
0
  • User Icon

    Veronica

    18/09/2018 09:30:39

    L'ho letto in giovane età e devo dire che non l'ho apprezzato molto. Nel complesso è un libro che consiglio di leggere ai più giovani, agli adolescenti.

  • User Icon

    Massimo

    25/04/2018 18:54:45

    Un capolavoro, nient'altro da aggiungere. Il mio libro prediletto.

  • User Icon

    alessandro

    01/02/2018 16:04:33

    ha così poche recensioni perchè si tratta della nuova edizione.

  • User Icon

    Serena

    25/10/2017 13:09:48

    Uno tra i libri più belli che io abbia mai letto. - Mi stupisce che abbia ancora così poche recensioni, è un classico della letteratura americana! - Holden ti penetra nel cuore e non ti lascia più andare; è assolutamente impossibile non affezionarcisi, tanto che anche dopo aver finito il libro continuavo a chiedermi che ne fosse stato di lui, come sarebbe proseguita la sua vita, e morivo dalla voglia di saperne ancora qualcosa, di partecipare un'altra volta a quelle sue fantastiche eppure banali giornate. Holden è terribilmente affamato d'amore ma finito nel posto sbagliato al momento sbagliato; nessuno attorno a lui pare capirlo: certo, tranne noi. Perché è a noi che racconta i suoi pensieri, le sue impressioni, gli avvenimenti della sua vita, in modo molto intimo, come se fossimo il suo diario personale, e così facendo ci tende una mano e ci trascina dentro a quel mondo. Noi lettori diventiamo personaggi della sua quotidianità, ci sembra di conoscerlo e di aver vissuto con lui e, perbacco, questo è il modo migliore di fare letteratura! In questa maniera sei assolutamente certo di imprimere a fuoco una creatura in carne ed ossa nella mente di chi legge, e la tua opera si congelerà nell'immaginario di una, due, tantissime generazioni!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • J. D. Salinger Cover

    Narratore statunitense. Dopo gli studi universitari a New York, prese parte come sergente di fanteria alla seconda guerra mondiale. A differenza di altri prosatori della sua generazione, Salinger però non privilegia l’esperienza bellica, la trasferisce se mai in un privato simbolico. L’ambiente del romanzo che gli ha dato la celebrità, Il giovane Holden (The Catcher in the Rye, 1951, pubblicato in Italia da Einaudi nel 1961), è quello medio-alto borghese, con i suoi codici di comportamento, il suo conformismo, la sua assenza di valori; se la coppia borghese tende a riprodursi a propria immagine e somiglianza, sarà l’adolescente a tentare di distaccarsi per una propria ricerca di identità, rifiutando, come lo Huck Finn di Mark Twain, di «lasciarsi... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali