Le giovani parole

Mariangela Gualtieri

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Einaudi
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 812,77 KB
Pagine della versione a stampa: 150 p.
  • EAN: 9788858420553
Salvato in 5 liste dei desideri

€ 6,99

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

È un respiro largo quello che attraversa quest'ultima raccolta poetica di Mariangela Gualtieri, fatto del ritmo delle stagioni e delle generazioni, ascolto del silenzio, risveglio primaverile della terra, ebbrezza di vita connessa a ogni forma della natura. Ma nel libro non manca il lato ombroso, il vento che scuote, le "formiche mentali" che intasano la testa e impediscono il senso più leggero e più compiuto della gioia. Dunque le poesie di queste pagine sono anche luogo alto di raccoglimento sulla trama e le connessioni del mondo sensibile, attraverso la parola ma anche attraverso lo "stare fermo" del corpo o lo sguardo sulle cose dato dalla lente di un microscopio. Lo "stile semplice" della Gualtieri è il punto d'arrivo di questo percorso spirituale e il punto di forza della sua più recente poesia. Uno stile semplice ma ricchissimo di risonanze letterarie, da Bruno Schulz, al quale è dedicata un'intera sezione, ad altri autori amati con i quali la poetessa intreccia versi e parole in una sorta di grande e potente preghiera collettiva.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    alida airaghi

    05/10/2015 14:52:58

    In queste poesie la dimensione spirituale e il rapporto con l'eterno s'incarnano nell'attenzione riconoscente a qualsiasi minima fibra dell'esistente, prendono consistenza nell' immedesimarsi con la vita fisica del mondo vegetale e animale, e addirittura degli oggetti. Non serve il movimento, non servono le parole. Nella sezione "Studio sullo stare fermi", il non agire, il wu-wei del taoismo trova la sua espressione in versi che mantengono la magia di un insegnamento filosofico, di un invito al raccoglimento meditativo: "Si può, sai, stando qui/ stando molto fermi/ sostenere una stella. Si può/ dire alla foglia di cadere quando è ora/ e il frutto pilotarlo alla maturazione.// Si fa un atto di fede, stando fermi". E' una raccomandazione ribadita in tutta la prima parte della raccolta, in cui lo sguardo grato è rivolto essenzialmente ai fiori, agli alberi "nostra consolazione", "scrigno di perfezione". Solo l'adesione alla natura, il contatto con la terra insegna"quel mantra che contiene/ l'antica vibrazione musicale/ forse la prima, quando dal buio immoto/ per traboccante felicità/ un gettito innescò la creazione". L'innocenza degli elementi naturali insegna ad essere leggeri, a trasformare il finito nell'infinito, il relativo nell'assoluto. Ma importante è anche ricordarsi della storia, quella dei popoli e quella personale, e saper provare compassione per la vita che si consuma e per il corpo che muore. E allora al lettore appare altissima, teatralmente agita, visivamente scolpita, la sezione dedicata alla madre malata in cui la poetessa allestisce "l'ultima scena" per la mamma inferma, "accompagnando quel suo/ disimparare il mondo", pregando perché muoia. Non solo respiro poetico, abilità letteraria, visionarietà fantastica in questi versi: ma soprattutto antica sapienza, conoscenza e riconoscenza del bene, condivisione di bellezza. E indulgente pietas.

  • Mariangela Gualtieri Cover

    Poetessa e scrittrice italiana, nel 1983 ha fondato, insieme a Cesare Ronconi, il Teatro Valdoca. Ha pubblicato alcune raccolte di versi, fra le quali Antenata (Crocetti 1992), Fuoco centrale (Einaudi 2003), Senza polvere senza peso (Einaudi, 2006), Bestia di gioia (Einaudi 2010) e il testo teatrale Caino (Einaudi 2010). Nel 2015 è prevista l'uscita, per Einaudi, di Le giovani parole. Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali