Gioventù bruciata

Rebel Without a Cause

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Rebel Without a Cause
Regia: Nicholas Ray
Paese: Stati Uniti
Anno: 1955
Supporto: Blu-ray
Salvato in 19 liste dei desideri

€ 16,99

Venduto e spedito da ModenaCinema

Solo 1 prodotto disponibile

spedizione gratuita

Quantità:
Blu-ray
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Due ragazzi e una ragazza, con situazioni familiari difficili alle spalle, partecipano alle scorrerie deliquenziali di un banda.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Carlo

    11/05/2020 15:33:02

    James Dean ai suoi massimi livelli. Una pellicola che è passata alla storia per l'interpretazione del giovanissimo attore e che ancora oggi è un cult per molte generazioni, soprattutto per lo stile. Chissà quante altre interpretazioni simili avrebbe potuto regalarci la leggenda James Dean, purtroppo scomparso in giovane età. Gioventù bruciata è un ottimo film che va visto e inserito nella propria collezione (per gli appassionati). Qualità audio e video eccelsa, soprattuto per i colori anni '50. Il resto è ok, spedizione avvenuta con successo e nei tempi

  • User Icon

    Nevio

    11/03/2019 20:52:59

    Jim, splendidamente interpretato con sofferta sensibilità da James Dean, è un ragazzo tormentato, insicuro, incompreso e bisognoso d'affetto, a disagio con un padre inerme e sottomesso alla moglie, che non riesce a reagire e con una madre che non lo capisce. Figlio di buona famiglia, che non gli fa mancare niente, Jim, non avrebbe apparenti motivi di ribellione, se non fosse un’insopprimibile insoddisfazione e, dal suo punto di vista, un senso di frustrazione nei confronti di genitori che hanno sempre cercato di non affrontare i problemi, ma di sfuggirli, trasferendosi di continuo o mentendo a loro stessi, sacrificando la sincerità sull’altare del buon nome e dell’apparenza. Questo fa soffrire Jim, che ha bisogno di comprensione e di aiuto, non di menzogna e che reclama verità, amore, sincerità. Gioventù bruciata è per me un capolavoro assoluto della storia del cinema e il suo regista Nicholas Ray un maestro. Ray ci racconta una bellissima storia di malessere giovanile, di conflitti generazionali, di incomprensioni familiari, di inadeguatezza a modelli di comportamento conformisti e bigotti, imposti dalla società degli anni '50 e che neanche le istituzioni sono in grado di capire.

Capolavoro del ribellismo americano con l'intenso e tormentato James Dean

Trama
Jimmy Stark è arrivato a Los Angeles con la famiglia che deve andarlo a prendere alla stazione di polizia in stato di ubriachezza. I nuovi compagni di scuola lo prendono di mira e il capo della banda Buzz lo sfida in una gara di auto pericolosa in cui perde la vita. Gli altri sospettano che Jimmy abbia fatto la spia alla polizia e lo cercano. L'amico Plato, che stravede per lui, cerca di metterlo in guardia.

  • Produzione: Warner Home Video, 2014
  • Distribuzione: Warner Home Video
  • Durata: 111 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono);Inglese (DTS 5.1 HD);Francese (Dolby Digital 1.0 - mono);Spagnolo (Dolby Digital 1.0 - mono);Portoghese (Dolby Digital 1.0 - mono);Tedesco (Dolby Digital 1.0 - mono);Ceco (Dolby Digital 1.0 - mono);Giapponese (Dolby Digital 1.0 - mono);Polacco (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti; Inglese per non udenti; Tedesco per non udenti; Francese; Spagnolo; Portoghese; Svedese; Polacco; Romeno; Ceco; Finlandese; Giapponese; Coreano; Turco; Mandarino; Ebraico
  • Formato Schermo: 2,40:1
  • AreaB
  • Contenuti: commenti critici: commento al film di Douglas L. Rathgeb; documentario: "Ricordando James Dean" - "Gioventù Bruciata: innocenza ribelle"; speciale: "Dennis Hopper: racconti dal Warner Lot"; provini; dietro le quinte (making of): prove costumi; scene inedite in lingua originale; trailers
  • Nicholas Ray Cover

    Nome d'arte di Raymond N. Kienzle, regista statunitense. Proveniente da studi di architettura, dopo aver lavorato in radio e in teatro, nel 1947 realizza un folgorante debutto con La donna del bandito, gangster-movie asciutto e melanconico, seguito l'anno successivo da I bassifondi di San Francisco – dramma giudiziario con H. Bogart che difende un giovane accusato di omicidio – il cui vero soggetto è però l'aspro confronto tra le generazioni. Il diritto di uccidere o Paura senza perché (1950) è un amaro ritratto di Hollywood nella figura dello sceneggiatore Dixon Steel (ancora Bogart): un film intriso di cinismo e violenza. Nel western crepuscolare Il temerario (1952), mette in scena ancora una volta un uomo tormentato e inasprito dalla vita (R. Mitchum), che si mantiene esibendosi nei rodei,... Approfondisci
  • James Dean Cover

    Propr. J. Byron D., attore statunitense. Nato in una famiglia metodista, giovanissimo perde la madre e, a causa dei rapporti conflittuali con il padre, viene allevato dagli zii in una fattoria a Fairmount. Si avvicina al mondo dello spettacolo con piccole apparizioni televisive e teatrali. Nel 1952 si iscrive all'Actor's Studio di L. Strasberg e ottiene i suoi primi successi a Broadway, vincendo un premio come miglior attore esordiente. Notato dal regista E. Kazan, viene scelto per interpretare il ruolo del fragile e ribelle Caleb Trask, in perenne lotta con un padre severo e prepotente, nel dramma psicologico La valle dell'Eden (1955). È la consacrazione: critica e pubblico sono concordi nell'affermare che è nata una stella e il giovane solitario e sbandato è uno dei pochi attori a ricevere... Approfondisci
  • Natalie Wood Cover

    "Nome d'arte di Natalija Nikolaevna Zacharenko poi N. N. Gurdin. Attrice statunitense. Esordiente bambina nelle mani di I. Pichel (Happy Land, 1944; Conta solo l'avvenire, 1946), efficace in piccoli ruoli (Il fantasma e la signora Muir, 1947, di J.L. Mankiewicz) ma anche brillante protagonista (Fiore selvaggio, 1947, di A. Dwan), la W. adolescente è attrice affermata tra commedia (La fortuna si diverte, 1950, di W. Lang) e melodramma (La diva, 1952, di S. Heisler). La Warner intanto la mette sotto contratto per Gioventù bruciata (1955, nomination) di N. Ray come valido contrappunto all'icona J. Dean. Memorabile anche in ruoli secondari (Sentieri selvaggi, 1956, di J. Ford), il musical realistico e socialmente impegnato (West Side Story, 1961 di R. Wise), e la struggente interpretazione in... Approfondisci
  • Sal Mineo Cover

    Propr. Salvatore M., attore statunitense. Dopo un'infanzia povera e burrascosa e le prime esperienze teatrali, debutta nel cinema in La rapina del secolo (1955) di J. Pevney. Il ruolo che gli regala la fama è però quello di Plato in Gioventù bruciata (1955) di N. Ray a fianco di J. Dean. Seguono un'intensa carriera teatrale, anche in veste di regista, e una lunga serie di ruoli da coprotagonista al cinema: su tutti, Il gigante (1956) di G. Stevens e Exodus (1960) di O. Preminger. Assassinato da uno sconosciuto nel 1976, è rimasto impresso nella memoria degli spettatori per la sua sincerità di interprete e per essere stato fra i primi attori hollywoodiani a non nascondere la propria omosessualità. Approfondisci
Note legali