Il giro del mondo in 80 giorni. Ediz. integrale

Jules Verne

Editore: Fanucci
Collana: Kids
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 28 aprile 2016
Pagine: 364 p., Brossura
  • EAN: 9788834730492
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Nel lontano 2 ottobre 1872 il londinese Fogg e il francese Passepartout iniziano un viaggio di 80 giorni attorno al mondo per vincere una scommessa di ventimila sterline stipulata con i compagni del Club della Riforma. Passando da Bombay a Hong Kong, da Shangai a San Francisco, Fogg e Passepartout entreranno in contatto con culture e usanze sconosciute, e dovranno affrontare numerosi imprevisti e avversità che ostacoleranno il compimento dell'impresa: a partire dal servitore che si ubriaca e perde i biglietti, per finire con un agente che sorveglia la spedizione convinto di aver riconosciuto in Fogg un famoso ladro, autore di una rapina alla banca d'Inghilterra. Per vincere la scommessa Fogg dovrà infine affittare un battello a vapore con cui attraversare l'Oceano Atlantico. Nonostante il ritardo accumulato la scommessa verrà vinta, non senza un ultimo colpo di scena. Introduzione di Beatrice Masini. Età di lettura: da 9 anni.

€ 3,45

€ 6,90

Risparmi € 3,45 (50%)

Venduto e spedito da IBS

3 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alice

    20/09/2018 10:59:35

    So che questo libro è considerato un classico per bambini e ragazzi. Io però l'ho letto da adulta, e l'ho amato. La scrittura è potente ed evocativa. La trama è parecchio intrigante, ti tiene attaccato alle pagine, curioso di sapere come succederà dopo, quale sarà la prossima avventura del gruppo dei viaggiatori, e soprattutto, se davvero il nostro protagonista riuscirà a compiere la sua impresa *quasi* impossibile e a vincere la scommessa. Ma ciò che ci rende curiosi sono anche le descrizioni che Verne ci fa dei luoghi che i suoi protagonisti visitano o guardano dal finestrino di un treno dall'oblò di una grande nave. Questo è il libro perfetto per degli appassionati viaggiatori che sicuramente come me si segneranno molti dei luoghi citati dall'autore con la speranza di vederli, un giorno, coi propri occhi e non solo attraverso l'immaginazione. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Sentiq

    19/09/2018 16:59:30

    Del viaggio del mondo in ottanta giorni Verne racconta - noiosamente - tutto: le tratte, i chilometraggi, gli orari, se ha piovuto o no da qui a qui, ma di Phileas Fogg non sappiamo proprio niente, poco meno di niente di Gambalesta - nella mia traduzione Passepartout diventa Gambalesta, credo sia lo stesso traduttore degli almanacchi della Disney. La bella Audà, per quello che è dato sapere, potrebbe anche essere un avvenente giovinetto agghindato da concubina dallo scià schiattato poco dopo una orgetta pre-serale lasciata sottaciuta nel testo. Il personaggio migliore è Fix. L'agente Fix ha qualche pensiero, due o tre tremiti, un voltafaccia, una commozione: molto più interessante del mondo è l'avidità meschinella dell'agente Fix.

Scrivi una recensione