Grand Prix (2 DVD)<span>.</span> Special Edition di John Frankenheimer - DVD

Grand Prix (2 DVD). Special Edition

Grand Prix

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Grand Prix
Paese: Stati Uniti
Anno: 1966
Supporto: DVD
Numero dischi: 2
Salvato in 9 liste dei desideri

€ 5,59

Venduto e spedito da Movietrade

Solo 3 prodotti disponibili

+ 4,90 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Durante un gran premio automobilistico, i partecipanti si contendono la vittoria con ogni mezzo lecito e illecito.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,8
di 5
Totale 5
5
4
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Luca Raddi

    14/01/2008 11:18:28

    Ho visto Grand Prix la prima volta il 7 maggio 1967,(avevo 11 anni) esattamente il giorno del tragico incidente a Bandini a Montecarlo. E' stato l'inizio di una passione fortissima per l'automobilismo che mi ha portato anche a correre in kart ed avere anche esperienze su auto di formula.Poi l'avrò rivisto una decina di volte! Nonostante le critiche "ufficiali" non siano buone rimane uno dei pochi film sull'automobilismo molto attinente alla realtà e senza i soliti strafalcioni. L'attenzione ai particolari (ad esempio in nomi dei piloti quasi uguali a quelli reali, e che hanno lo stesso casco così da poterne utilizzare le riprese in corsa: Sarti - Surtees, Stottard- Stewart, Aron - Amon, Barlini - Bandini)è sorprendente. Il montaggio è suggestivo.Ovviamente ci sono alcune concessioni alla fantasia ma sono davvero non significative Mitico! Finalmente disponibile.

  • User Icon

    Gurin Claudio

    04/09/2007 14:12:52

    Grazie per averlo messo in rete,non ci speravo piu?Nel lontano 1967,l'avevo visto al sabato sera , non contento,l?ho rivisto la domenica

  • User Icon

    corrado

    30/03/2007 15:04:01

    Nel 1966, quando avevo 11 anni, mio padre mi portò al cinema a vedere Grand Prix, che era uno dei primi film proiettati su un grande schermo panoramico, detto in " cinerama ", e fu incredibilmente come essere al volante di una vera monoposto ( altro che playstation...)! E' girato benissimo e i circuiti sono ovviamnete com'erano una volta ( tipo sopraelevata di Monza etc. ).Per chi ama la formula 1 come era una volta ( cambio manuale, no traction control, etc.....), o per chi non ha avuto la fortuna di viverla di persona, questo film deve assolutamente far parte della propria cineteca. E' un mito.

  • User Icon

    Maurizio

    30/08/2006 16:13:45

    Una pietra miliare, come 2001 odissea nello spazio !

  • User Icon

    marco

    19/07/2006 15:23:16

    Un classico introvabile. Incredibile lavoro per quell'epoca. La trama non é importante, gli amanti di F1 si godono i rumori, le viste dei circuiti e le macchine dell'epoca.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente

1967 - Oscar [Academy Awards] - Miglior montaggio1967 - Oscar [Academy Awards] - Miglior sonoro

  • Produzione: Warner Home Video, 2012
  • Distribuzione: Warner Home Video
  • Durata: 175 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono);Inglese (Dolby Digital 1.0 - mono);Francese (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Arabo; Inglese; Italiano; Rumeno; Inglese per non udenti; Italiano per non udenti; Olandese
  • Formato Schermo: 16:9
  • Area2
  • Contenuti: speciale: "La formula 1 negli anni '60"; dietro le quinte (making of): "Stile e suono della velocità" - "Il making of" - "Dietro la bandierina"; spot tv; trailers
  • James Garner Cover

    Nome d'arte di J. Scott Bumgarner, attore statunitense. Lascia la scuola a sedici anni per entrare nella marina mercantile. Esordisce a Broadway nel 1954 in un piccolo ruolo da comparsa. Soltanto dopo qualche anno di gavetta in televisione, il regista D. Butler lo fa debuttare al cinema nel 1956 in La ragazza che ho lasciato. Il successo arriva grazie a un contratto con la Warner Bros che lo impegna nel serial televisivo Maverick (1957) di F. Adreon e altri, in cui interpreta un uomo sempre pronto a usare il suo ingegno per cavarsi dai pasticci. Lascia la serie per questioni economiche e passa al cinema, dove gli affidano personaggi simili a quelli che aveva interpretato in tv. Torna poi al cinema da star in Fammi posto tesoro (1963) di M. Gordon, e La grande fuga (1963) di J. Sturges. Riappare... Approfondisci
  • Yves Montand Cover

    Nome d'arte di Ivo Livi, attore francese. Per sfuggire alle persecuzioni fasciste il padre si rifugia dalla Toscana in Francia e Ivo, questo il suo nome originale, cresce arrangiandosi fra mille mestieri. Virile e fascinoso, si scopre una bella voce e quando conosce la già famosa E. Piaf si butta nel mondo dello spettacolo. Esordisce sotto la guida di M. Carné in Mentre Parigi dorme (1946) e nel 1953 sfodera già i numeri dell'attore di rango condividendo la grande performance di C. Vanel in Vite vendute di H.-G. Clouzot, nei panni del camionista Mario, ultimo a morire al termine del fatale trasporto del carico di nitroglicerina. I ruoli successivi fremono di pari forza drammatica, come il pilota contrabbandiere di Gli eroi sono stanchi (1955) di Y. Ciampi, il cacciatore di Uomini e lupi (1956)... Approfondisci
Note legali