Categorie

Michael Crichton

Traduttore: E. Capriolo
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
Pagine: 231 p. , Brossura
  • EAN: 9788811679516

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    archipic

    21/07/2014 19.10.28

    Interessante lettura tanto per la trama che per il contesto storico/sociale descritto. Non entusiasmante ma piacevole nel complesso.

  • User Icon

    claudio

    15/07/2014 11.25.15

    Sembra la trama di un libro giallo, invece è l racconto di quanto accadde a Londra negli anni '50 dell'800 quando Edward Pierce, assieme ad altri personaggi minori della malavita londinese, mise a segno quella che è ancora adesso ricordata come la grande rapina del treno. Nonostante poi fosse catturato e condannato, Pierce riuscì a fuggire, assieme all'amante e ad un suo uomo (e naturalmente anche con le 12000 sterline d'oro). Di loro non si seppe più nulla. Crichton, oltre alla descrizione della rapina, ci porta in quella Londra di metà secolo vittoriana, narrandoci la vita di tutti i giorni sia della aristocrazia e della grande borghesia, sia in particolare di quella degli slum, allora poverissimi.

  • User Icon

    Stanley

    18/03/2014 17.22.05

    Interessante, ricco di riferimenti storici e culturali dell'epoca vittoriana, con un ritmo incalzante e una trama ben ideata e ottimamente sviluppata e dei personaggi ben caratterizzati. Gran bel romanzo, come non ne leggevo da un pò. Assolutamente da leggere.

  • User Icon

    Stefano

    21/06/2013 16.37.21

    Davvero una bella sorpresa! Un racconto a metà tra il romanzo e la cronaca, scritto con bravura. Riesce a catturare l'interesse del lettore dalla prima all'ultima pagina, fornendo la giusta quantità di indicazioni e di approfondimenti storici. Sul piano tematico, è un Crichton molto diverso dai romanzi successivi, di carattere (fanta)scientifico. Una nota di merito alla traduzione, che rispetta attentamente i molti termini gergali presenti nel testo.

  • User Icon

    Jean

    21/10/2012 00.50.57

    Libro con una trama scorrevole e arricchita da molti aneddoti storici dell'Inghilterra vittoriana. Personalmente ritengo che in questo romanzo Crichton abbia saputo ricostruire un fatto realmente accaduto con grande maestria e soprattutto è stato capace di ricreare il mondo nascosto dei malviventi e ladri organizzati.

  • User Icon

    francesco c.

    07/09/2011 11.51.29

    La storia in se è veramente coinvolgente ed affascinante. Alcuni degli espedienti usati dai ladri per ottenere la riuscita del colpo sono davvero geniali. Quello che non mi ha entusiasmato è lo stile narrativo così cronistico....l'ho trovato un po' freddo e in alcune parti lento. Nel complesso comunque è stata una lettura piacevole ed interessante.

  • User Icon

    Pierluigi

    25/06/2011 19.40.31

    Trama lenta ma allo stesso tempo avvincente. L'unico difetto è il fatto che l'autore si sofferma troppo su fatti superflui alla comprensione generale del romanzo. Nonostante tutto,un romanzo avventuroso

  • User Icon

    francesca collodi

    21/05/2011 21.02.33

    C'è una storia che fila dritta come il treno che già dal titolo annuncia l'imminente rapina, un ladro un pò gentiluomo e un pò canaglia attorniato da personaggi altrettanto canaglieschi ma molto meno gentiluomini, un'ambientazione affascinante e modernissima: con questi ingradienti non può che uscire un libro eccezionale.se non fosse per qualche accenno a questioni un pò scabrose lo consiglierei anche ai ragazzi più giovani, infatti avventure di questo tipo ultimamente non se ne leggono molte. molto bello anche lo slang malavitoso utilizzato dai "collaboratori" del protagonista, e quindi una lode anche al traduttore che ha saputo rendere efficacemente un linguaggio così bizzarro. Da leggere!

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione