Grazie per il fuoco - Mario Benedetti - copertina

Grazie per il fuoco

Mario Benedetti

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: E. Tramontin
Collana: Il basilisco
Anno edizione: 2018
Pagine: 271 p., Brossura
  • EAN: 9788883733345
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 14,88

€ 17,50
(-15%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Grazie per il fuoco

Mario Benedetti

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Grazie per il fuoco

Mario Benedetti

€ 17,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Grazie per il fuoco

Mario Benedetti

€ 17,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 17,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Un grande cronista dell'animo umano ci svela quell'inestricabile groviglio di delusioni e speranze che chiamiamo vita.

«Difficilmente, nel leggere un romanzo, si assiste alla messa a nudo della coscienza di un essere umano così precisa, lucida, spietata, profonda»Il Corriere della Sera

«Benedetti è l'artista che meglio ha saputo dare voce a un popolo spesso sospeso tra l'entusiasimo e la delusione, il fervore e lo scetticismo, il tutto e il nulla»La Repubblica

«Un romanziere e un poeta di una estrema umanità»José Saramago

"Ecco perché esitiamo. Forse perché non ci rassegniamo al minuto unico e felice. Preferiamo perderlo, lasciarlo trascorrere senza fare nemmeno il ragionevole tentativo di afferrarlo. Preferiamo perdere tutto, piuttosto che ammettere che si tratta dell’unica possibilità e che questa possibilità è solo un minuto e non una lunga, impeccabile esistenza."

Edmundo e Ramón Budiño: due generazioni a confronto sullo sfondo di un paese immobile e corrotto, che non è più quello del padre ma ancora non ha trovato il coraggio di diventare quello del figlio. Edmundo è un uomo arrogante, avido di potere e disonesto che opprime i figli e la moglie. Ramón, al contrario, è un quarantenne indeciso che sente il bisogno di cambiare le cose ma che fatica a trasformare i pensieri in azioni. Per uscire da questo vicolo cieco e per restituire al figlio Gustavo i sogni e la speranza che lui stesso non riesce più a coltivare, Ramón decide di commettere un atto estremo: uccidere suo padre. Postfazione di Andrea Bajani.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    gianluca

    30/08/2011 18:42:44

    Signore e signori, come dice J.Saramago, siamo di fronte ad un romanziere estremamente Umano. Ferocemente Umano. "Grazie per il fuoco", scritto nel 1965, è un nero ritratto di un paese corrotto, marcio e stanco: l'Uruguay di allora ricorda molto da vicino l'Italia di oggi. Dostoevskij in "Delitto e castigo" chiese al mondo se fosse giusto uccidere una persona abietta, crudele e amorale. Mario Benedetti risponde di sì. Edmundo Budino è ricco, potente, detestabile, corruttore di anime: anche qui il parallelo è molto facile. E' giusto sbarazzarsi di persone pericolose come il Notabile, il Vecchio, come l'autore chiama Budino. Perché certe persone sono velenose, corruttrici fino al midollo: le loro parole, persino i loro sorrisi sono funesti. Da certe persone non ci si può aspettare nulla di buono. Per questo il figlio, Ramòn, decide che è giunto il momento di ammazzarlo. Per liberare un intero paese da un cancro pericoloso, che con i suoi tentacoli corrompe e ricatta la parte peggiore di ogni cittadino. Questa è l'arma di questi infami: siamo tutti uguali, ognuno di noi ha i suoi scheletri nell'armadio, nessuno può dirsi puro e innocente. Forse in parte è vero, ma alla fine, comunque vada, c'è sempre qualcuno che alza la testa, magari un popolo intero. Un libro bellissimo, che unisce una prosa elegante a riflessioni "vitali" e mai banali.

Ci si interroga, spesso scioccamente, sul ruolo delle case editrici, in quest’epoca in chi chiunque può stampare e commercializzare qualcosa che assomiglia, spesso vagamente, a un libro. Ci si affanna, anche chi scrive, a caccia dell’ultimissima novità, alla ricerca del fenomeno giovanissimo che rivolterà la letteratura e ce la farà guardare con occhi nuovi, salvo poi togliersi velocemente dai piedi. Poi riemerge dalle brume del passato un super classico, per merito di una casa editrice, La Nuova Frontiera, scritto da un autore tutt’altro che alle prime armi, anzi defunto. E scatta la magia. Il libro in questione è Grazie per il fuoco (271 pagine, 17,50 euro), scritto dall’uruguaiano Mario Benedetti, che ha dedicato mezzo secolo alla scrittura, religiosamente, con candidatura al Nobel che non si tramutò mai in un viaggetto in Scandinavia, ed esilio per una decina d’anni da un Uruguay in preda alla più classica delle dittature da libro latinoamericano. In Italia è tornato in auge da qualche anno, dopo il successo del suo La tregua.

Pubblicato nel 1965, arrivato in Italia nel 1972 (grazie al Saggiatore), riproposto nel 2011 da La Nuova Frontiera e adesso rilanciato ancora, nella stessa traduzione di Elisa Tramontin, questo romanzo di Benedetti è una serrata sfida generazionale, in particolare fra un padre e un figlio, che si riassume in queste parole del secondo, che si leggono dopo nemmeno una quarantina di pagine: «Non sono mai stato Ramón Budiño, ma il figlio di Edmundo Budiño. Mio figlio non sarà mai Gustavo Budiño, ma il nipote di Edmundo Budiño. Perfino il nonno, negli ultimi anni, è stato soltanto il padre di Edmundo Budiño».Edmundo è un cinico, corrotto e sprezzante potente della scena uruguaiana, un uomo venuto fuori quasi dal nulla, il Vecchio instancabile, che gronda carisma, un patriarca influente che conta ad alti livelli, politici ed economici. Suo figlio Ramón è quello che soffre di questo strapotere del genitore in ogni ambito della vita, crede di non aver nulla da imparare dall’ingombrante padre, ma nemmeno sa superare le lezioni di vita che non accetta: la loro turbolenta e tesa interazione aleggia sempre, è una scintilla sempre accesa, che galleggia sulla prosa diretta e senza svolazzi di Bendetti. È in altro che lo scrittore uruguaiano sorprende, ad esempio nell’epilogo, con due voci marginali di donna, che scompaginano la scena.

Vuol tagliare i ponti col passato, Ramòn. Vuol liberarsi della strada in discesa che gli ha garantito l’influenza del padre,chiudere l’agenzia di viaggio grazie a cui vive e che ha aperto con i soldi di Edmundo, scegliere per il figlio Gustavo una strada diversa da quella spianata che hanno avuto lui e il fratello Hugo. Non un semplice taglio col passato. Pensa di uccidere quell’uomo, suo padre, che rappresenta tutto quel che di marcio c’è in Uruguay (forse di più, in chiave antimperialista e antiamericana, a dar retta all’interessante postfazione di Andrea Bajani). Mediocri, impacciati, soli, inadeguati, indecisi, incompresi, incapaci di svoltare, in una parola, normali. Sono così molti personaggi di Mario Benedetti e Ramòn non sfugge a questo profilo, che si esplicita non solo nella difficile relazione col padre, ma anche quando di mezzo ci sarà l’amore, l’amore per Dolores.

Recensione di Giovanni Leti

  • Mario Benedetti Cover

    È stato uno dei massimi narratori e poeti del Novecento. Ha cominciato a guadagnarsi la vita come commerciante, contabile, impiegato, giornalista e traduttore. È stato direttore del Centro di Ricerche Letterarie della “Casa de las Américas” all’Avana, e del Dipartimento di Letteratura Latinoamericana, dell’Università di Montevideo. Dopo il golpe militare del 1973, ha rinunciato all’incarico universitario ed è partito in esilio, durato 12 anni, prima in Argentina, poi in Perù, a Cuba e in Spagna. Nel 1999 ha ricevuto il prestigioso Premio di Poesia Reina Sofìa. Tradotti in Italia: Racconti (Multimedia, 1995), Inventario: poesie 1948-2000 (Le Lettere, 2001), Grazie per il fuoco (La Nuova Frontiera, 2011) e Fondi di... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali