The Green Inferno. Uncut Version (con booklet)<span>.</span> Limited Edition di Eli Roth - DVD

The Green Inferno. Uncut Version (con booklet). Limited Edition

The Green Inferno

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Green Inferno
Regia: Eli Roth
Paese: Cile; Stati Uniti
Anno: 2013
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 18 anni
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 17,24

Venduto e spedito da Vecosell

Solo 1 prodotto disponibile

+ 4,90 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,5
di 5
Totale 2
5
0
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Ernesto

    06/04/2016 15:36:37

    Di drammatico e spettacolare c'è solo l'incidente aereo, dopodichè il tutto si trasforma in una sceneggiata che in alcuni punti sfocia nel ridicolo. È forse e proprio per questo motivo che la tensione non sale mai, anche se in presenza di scene molto forti.

  • User Icon

    ac

    09/02/2016 20:38:01

    non ai livelli di cannibal holocauat ma bello.

  • Produzione: Koch Media, 2016
  • Distribuzione: Videodelta
  • Note: Uncut version
  • Durata: 103 min
  • Lingua audio: Italiano (DTS 5.1);Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 2,40:1
  • Area2
  • Contenuti: dietro le quinte (making of); speciale; trailers
  • Eli Roth Cover

    "Propr. E. Raphael R., regista, sceneggiatore e produttore statunitense. Dopo le prime esperienze nella produzione televisiva e cinematografica, con un buon curriculum di animatore, esordisce firmando un piccolo horror dal pedigree blasonato (D. Lynch figura tra i produttori) e dall'enorme redditività a fronte di investimenti modestissimi, Cabin Fever (2002), sanguinolenta vicenda di contagio e di follia tra un gruppo di amici in un cottage sperduto nei boschi, nella quale l'amante del genere rinviene una vivace rielaborazione di trent'anni di cinema del terrore, da S. Raimi a D. Cronenberg, da J. Carpenter a M. Bava. Con il successivo Hostel (2005), R. inaugura un nuovo filone, il cosiddetto «torture porn», declinazione dell'horror che si compiace di mostrare torture e mutilazioni inflitte... Approfondisci
Note legali