Categorie

Groppi d'amore nella scuraglia

Tiziano Scarpa

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2010
Formato: Tascabile
Pagine: 100 p., Brossura
  • EAN: 9788806204884
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,13

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luana Viciani

    22/02/2016 19.16.54

    Un racconto tenero e carico di significato: la storia di Scatorchio avvince già dalle prime pagine. Il suo conflitto con il rivale in amore, i suoi dialoghi con Gesù, la sua attenzione per i piccoli esseri della natura, quasi a cercare il riscatto dal suo abominevole gesto, fanno di lui un personaggio singolare, incapace di costruire relazioni positive, condannato, quindi, a rimanere solo con la "maledizione" che tutto ciò che fa per rimediare ai suoi errori, non produce altro effetto che quello di peggiorare la sorte...le vicende sono condite con un linguaggio primitivo, globale, viscerale, umorale, senza tempo né connotazione geografica, una vera rivoluzione linguistica! Assolutamente per....buongustai!

  • User Icon

    Antonio

    10/06/2015 22.16.41

    Stupefacente la scrittura si muove su uno sfondo che fa la spola tra il malinconico e il faceto. E' un poemetto dai risvolti naif... la ricerca della felicità attraverso una serie di espedienti, di vizi, di personaggi così veri da sembrare innaturali. Una grande bellezza raccontata con gli occhi di chi vede per la prima volta il mondo.

  • User Icon

    simona proietti

    07/02/2013 15.07.26

    romanzo d'amore, di rivalità e disillusioni. Un amore univoco e sofferto. Scritto con parole prese crude, scaldate al fuoco, sbattute sull'incudine e martellate fino alla forgia di una lingua perfetta per il tormento, metallica e terrosa. Ma non è un esperimento linguistico, è scultura.

  • User Icon

    Emiliano

    10/12/2010 22.32.59

    Molto originale, fa sorridere per il linguaggio che usa (si è inventato Scarpa!?), fa ridere in certe pagine un po' triviali e fa pensare in alcuni passaggi di pura poesia!

  • User Icon

    MariaGiovanna Luini

    25/07/2009 19.13.45

    Geniale. Solo questo. Geniale.

  • User Icon

    Stefano Barco

    15/01/2007 18.57.51

    La miglior poesia contemporanea che mi è capitata di leggere. Sublime, delizioso e terribile.

  • User Icon

    Lia

    26/06/2006 10.31.39

    Che dire di un uomo che si inventa una lingua e riesce, con parole mai pronunciate prima, a descivere la miseria umana, l'amore, la gelosia, la paura, la solitudine, la vita reale e quella sognata? Geniale. Sì, dovrebbe bastare.

  • User Icon

    Romano De Marco

    10/03/2006 08.05.18

    Una specie di poemetto in versi realizzato in una lingua completamente inventata, summa di più dialetti centro meridionali rimaneggiati dalla smisurata fantasia dell'autore. Nella storia di Scatorchio ci sono l'amore, la rabbia, la malinconia, la ribellione... C'è il rifiuto di una religiosità di provincia sbagliata e limitante. C'è l'amore sincero per la natura intesa come dimensione umana ancora vivibile. C'è il coraggio dell'uomo di mettersi a confronto con se stesso e con i propri limiti... ma anche con un concetto di Dio che non riesce ad accettare passivamente. E c'è molta ironia, molto divertimento. Un vero e proprio godimento leggere queste 100 pagine che sono molto meno "leggere" di quanto potrebbe sembrare. Sostanzialmente, che Scarpa fosse un genio l'avevo capito anche leggendo OCCHI SULLA GRATICOLA che però mi aveva convinto molto meno... Ora ne ho l'assoluta certezza. Mi viene spontanea solo una domanda... A quando un auspicabile COVERS 2 insieme a Aldo Nove e Raul Montanari????

  • User Icon

    Claudio

    19/12/2005 14.24.11

    un poemetto che ho apprezzato molto. come al solito tiziano scarpa dimostra una grande capacità di modellare la lingua facendo uscire il poetico anche dal quel certo che di rozzo proprio dei dialetti del centro italia ai quali stavolta si è ispirato molto. (il 'rozzo' non lo dico in senso offensivo, peraltro sono marchigiano) inoltre ho avuto la fortuna di ascoltare il testo letto e recitato da tiziano stesso e devo dire che ha decisamente migliorato la mia opinione.

  • User Icon

    Franco

    29/11/2005 20.17.29

    Il più bel libro di tutti i tempi, nettamente.

  • User Icon

    Andrea Villa

    17/11/2005 20.04.09

    una nuova lingua per una nuova poesia! e' quasi filosofia, sotto lo scatorchio delle parole si percepiscono concetti che elevano lo spirito. e' un libro che andrebbe ascoltato, per lasciare assorbire le frasi. stupendo!

  • User Icon

    il centralinista forsennato

    17/09/2005 21.20.44

    meraviglia ma forse no. meraviglie

  • User Icon

    SILVIA

    16/09/2005 17.23.33

    Un grande poeta! Letto da lui poi il libro e' veramente toccante, esilarante, appassionante!

  • User Icon

    monia

    13/09/2005 23.54.51

    Uno dei migliori libri che ho requentato ultimamente: sorprendente, familiare, viscerale, intimo, ironico. Ideale da leggere a voce alta (preferibilmente dalla voce del bravissimo autore).

  • User Icon

    renato

    09/09/2005 19.43.58

    Un piccolo Decamerone aggiornato ai giorni nostri. Mi ha fatto ridere e commuovere insieme.Lo consiglio a tutti coloro che hanno "lu brevettu" della poesia e dell'ironia. Il miglior libro del 2005.

  • User Icon

    pino

    03/09/2005 19.21.07

    poetico! dolce! cattivo! grande!

  • User Icon

    Orty

    13/07/2005 15.52.05

    L'ho comprato prima di salire in treno, come sempre. Dopo poke pagine ridevo da sola come una matta. Trovo sia fantastico! A me ricorda un pò il grande Alberto Talegalli.

  • User Icon

    DavideRoma

    21/06/2005 19.02.30

    Scarpa è il numero uno, come sempre

Vedi tutte le 18 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione