Collana: Scrittori
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 23 ottobre 2014
Pagine: 241 p., Brossura
  • EAN: 9788862200998
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
La scoperta della paternità, i primi anni di vita di due gemelli, il marchio incerto di una malattia genetica che potrebbe svilupparsi in una forma grave o leggera, o anche scomparire lasciando solo poche tracce sulla pelle, e poi Napoli e l'Italia, le ambizioni artistiche e i bisogni economici borghesi, la storia di una coppia e di una generazione. In questo libro di impronta autobiografica e di forza narrativa, i fatti quotidiani, sia ordinari che straordinari, diventano l'occasione per riesaminare la vita nel suo complesso: di fronte alla malattia, nel passaggio dalla condizione di figlio a quella di padre, ogni valore viene riconsiderato, il passato e il futuro assumono nuovi significati, la speranza della guarigione (le diverse guarigioni di questo libro) acquisisce un nuovo senso. Dolore e felicità; paura e aspettative; amore e responsabilità; destino e caso: con un rigore a tratti quasi spietato, il neo-padre, partendo dalla propria esperienza, incrociando le vite degli altri e analizzando libri, opere d'arte e persino guide turistiche e teorie ufologiche, affronta temi universali con uno stile misurato, capace di sincerità intransigente e di improvvisi, quasi inaspettati, momenti di profonda dolcezza.

€ 12,38

€ 16,50

Risparmi € 4,12 (25%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 8,91

€ 16,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Carol

    22/01/2015 09:07:43

    Ho acquistato questo libro dopo averne letto l'estratto, perché mi aveva incuriosito, ma mi sono ritrovata fra le mani qualcosa di completamente diverso da quello che la lettura delle prime pagine e le recensioni potessero lasciar immaginare. L'autore racconta la sua paternità e il suo passaggio dalla condizione di figlio a quella di genitore utilizzando diverse chiavi narrative: il diario, il diario di viaggio, il flusso di coscienza, le citazioni, la ricerca scientifica..., con un risultato poco omogeneo nel complesso. Per quanto alcuni passaggi siano molto profondi e le riflessioni personali dell'autore-protagonista suscitino nel lettore spunti per altrettante riflessioni, ho trovato il libro sconclusionato e a volte noioso: la descrizione del viaggio in America sembra ripresa da un blog di viaggiatori, alcuni episodi riferiti ai figli sembrano ripresi da uno dei tanti mummy blog ed anche le altre esperienze personali riportate non hanno niente di originale, ma sembrano scopiazzate da articoli di giornale o interviste. L'autore passa dall'esperienza della paternità al "viaggio americano", dal suicidio dell'amico alle problematiche degli immigrati clandestini, dai problemi di coppia alla morte di un figlio, dalla precarietà sul lavoro all'esperienza della malattia, infarcendo il racconto di troppi elementi ma non riuscendo a collegarli fra loro in modo incisivo. Per tutta la lettura ho avuto inoltre costante la sensazione del già sentito, del già letto, in parte perché molte delle esperienze narrate sono condivise anche dalla maggior parte delle persone della generazione dello scrittore e in parte perché non avevano nulla di originale nel contenuto in sé e nel modo di raccontarle. Insomma, il solito libro ombelicale di un giovane autore italiano. Non condivido le recensioni entusiastiche della critica. Se i "giovani" narratori italiani sono questi, torno a leggere i ben più interessanti e bravi scrittori americani.

Scrivi una recensione