La guerra di Clara

Clara Kramer

Traduttore: M. Togliani
Editore: TEA
Collana: Esperienze
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
In commercio dal: 15 gennaio 2009
Pagine: 340 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788850217090
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 5,40
Descrizione
Nel luglio del 1941 i nazisti arrivano nella piccola cittadina di Zolkiew, in Polonia, e la vita per la giovane Clara cambia per sempre. Mentre nei mesi successivi molte delle famiglie ebree intorno a lei vengono uccise o deportate, Clara e i suoi riescono a nascondersi insieme ad altri in una fossa scavata sotto la casa di una famiglia tedesca, i Beck. Il signor Beck, ubriacone, donnaiolo e antisemita dichiarato, è un uomo imprevedibile e le sue azioni mettono in pericolo le famiglie nascoste sotto casa sua ogni singolo giorno. Eppure, rischierà la vita per quasi due anni pur di salvarle... Per tutto il periodo della guerra Clara ha tenuto un diario. Ora, sessantenni dopo, ha trovato la forza per riprendere i fili della memoria e ripercorrere quei giorni spietati e duri, vissuti tra la crudeltà e la viltà, senza mai arrendersi alla disperazione e all'ingiustizia. "La guerra di Clara" trasporta il lettore in un ambiente affollato e buio, gelido d'inverno e soffocante d'estate, e lo costringe a trattenere il fiato con le persone che temono per la propria esistenza, giorno dopo giorno, per diciotto lunghi mesi.

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    francesca

    23/09/2016 14:06:26

    Un libro che mi ha fatto riflettere e anche arrabbiare. È stato permesso tutto questo, è stato permesso che un intero popolo venisse torturato e sterminato nell'indifferenza del mondo intero ( salvo rare eccezioni). Tanta sofferenza e x'è chi continua a negarla. Un libro fondamentale ad ogni età,dovrebbe essere obbligatorio in tutte le scuole. I giovani devono sapere, nessuno deve dimenticare.

  • User Icon

    Roberta

    11/05/2011 20:29:55

    Mi dispiace andare contro i precedenti commenti ma secondo me a questo libro-testimonanzia manca una cosa fondamentale: l'emozione. Gli avvenimenti sono descritti in modo troppo distaccato..sembra quasi di leggere un libro di storia..le parole non riescono a comunicare nè dolore, nè rabbia, nè disperazione nè gioia.. Sinceramente mi aspettavo di più visto che si tratta di una storia realmente accaduta.

  • User Icon

    dani70

    18/03/2011 15:00:42

    Qualche mese fa ho scoperto per caso questo libro: una storia vera, forte, disperata. Lo consiglio a tutti, io stessa presto lo rileggerò. Perchè si prova tanta emozione, tanta rabbia, tanta paura. Ci si chiede come è stato possibile per un cuore umano sopportare così tanto dolore, e contemporaneamente continuare a battere. Meraviglioso, nella sua autenticità e tristezza.

  • User Icon

    Piero

    04/03/2010 18:56:25

    Tra le varie testimonianze sugli orrori perpetrati contro gli ebrei durante la seconda guerra mondiale, questa riesce in modo molto efficace a coinvolgere il lettore nell'atmosfera cupa e drammatica di un'esperienza terribile - nel 1941 i nazisti occupano Zolkiew, in Polonia, e la vita per la giovane ebrea Clara cambia per sempre: intorno a loro intere famiglie sono sterminate; nel ghetto locale si è costantemente in compagnia della morte; i nazisti sono i nuovi orchi capaci di incredibili efferatezze. In tale contesto la famiglia di Clara e altre decidono di nascondersi in una fossa scavata sotto la casa del signor Beck, che gode di una pessima reputazione (ubriacone, donnaiolo e antisemita), ma che è l'unico, insieme a sua moglie Julia e a sua figlia Ala, a concedere loro aiuto rischiando la vita per la sua scelta. Così, per quasi due anni, gli ebrei del signor Beck, in un impressionante altalena di speranza, paura della morte, dolore per la perdita dei propri cari, trovano la forza di sopravvivere. Nel frattempo Clara, incitata dalla madre, comincia a scrivere il suo diario con un mozzicone di matita, come testimonianza dell'orrore che avvertono intorno e dentro di sé. Il lettore, oltre a percepire, l'atmosfera densa e soffocante del buco in cui sono rinchiusi i protagonisti, resta abbagliato da episodi di inaspettata ed eroica generosità e di commovente grandezza, come la morte di Mania, la sorellina di Clara. Un libro che merita di essere letto.

  • User Icon

    M.T.

    07/11/2009 16:12:39

    La forza di vivere, il coraggio, l'umanità devastata e risorta. Un libro unico...

  • User Icon

    veronica

    02/08/2009 02:01:06

    Ho letto questo libro meraviglioso dove dalla prima all'ultima pagina ti fa sentire la paura, le emozioni, il coraggio, la voglia di vivere, il dolore per i più cari, il desiderio della pace. Un libro per leggere con il cuore dove si può sentire il dolore di quelle persone innocenti in cerca dell'unico scopo: la libertà e la voglia di continuar con la vita.

  • User Icon

    MYRIAM

    23/03/2009 13:12:51

    Un libro veramente bello che merita una riflessione particolare. Un libro che ti appassiona dalla prima all'ultima pagina.

  • User Icon

    Sabrina

    02/02/2009 11:35:00

    Ho sofferto con loro nel rifugio, ho desiderato la loro salvezza e ho iniziato ad amare il coraggio dei Beck. Un libro veramente commovente.

  • User Icon

    Luciano

    29/01/2009 21:57:14

    Un libro da leggere. Un racconto che oggi più che mai dovrebbe far riflettere sulla cattiveria e paradossalmente sulla bontà degli uomini.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione