Guerra e pace - Lev Tolstoj - copertina

Guerra e pace

Lev Tolstoj

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Pietro Zveteremich
Editore: Garzanti
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 18 ottobre 2007
Pagine: 1463 p., Rilegato
  • EAN: 9788811686200
Salvato in 498 liste dei desideri

€ 14,25

€ 15,00
(-5%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Guerra e pace

Lev Tolstoj

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Guerra e pace

Lev Tolstoj

€ 15,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Guerra e pace

Lev Tolstoj

€ 15,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 15,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Sette anni occorsero a Tolstoj (dal 1863 al 1869) per comporre uno dei capolavori della letteratura ottocentesca. L'ossatura del romanzo, sullo sfondo delle guerre napoleoniche - dal 1805 alla travolgente insurrezione di tutto il popolo russo nel 1812 - è data dalle vicende di due grandi famiglie dell'alta nobiltà, i Rostov e i Bolkonskij, depositari dei valori autentici e genuini, intrecciate a quelle dei corrotti e dissoluti Kuragin. Spiccano, nella moltitudine di personaggi, le figure di Natasa, fanciulla e poi donna di straordinaria purezza e d'indole forte e impetuosa; del principe Andrei, che porta il suo orgoglio nella guerra, nella prigionia e nell'infelice amore per Natasa; dell'enigmatico e complesso Pierre Bezuchov, capace di autentica adesione al «dolore del mondo».
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,63
di 5
Totale 77
5
57
4
14
3
5
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Giorgio Minucci

    03/07/2020 13:35:00

    Un affresco grandioso della Russia durante le guerre napoleoniche dal 1805 con la sconfitta di Austerlitz, fino al 1812, con la grandiosa battaglia di Borodino, l'occupazione francese di Mosca, l'incendio della città e la ritirata francese. La prima appendice poi arriva fino al 1820 in cui emergono i caratteri oramai formati dei principali personaggi di cui abbiamo seguito le peripezie e la formazione, attraverso le famiglie nobili dei Rostov e i Bolkonsky, i cui percorsi attraversano l'amore tragico di Andrej (Bolkonsy) Natasa (Rostof), mentre un altro rampollo della nobiltà, il ricco Bezucov Pierre, caro amico di Andrej, dovrà vedersela con le mire opportuniste dei Kuragin. Il libro alterna momenti di guerra con quelli civili di pace. Nelle parti dedicate alla guerra non aspettiamoci tecnicismi bellici, ma psicologie di individui in continuo contatto con il senso imminente della sofferenza e la morte. L'apice qui è raggiunto dal principe Andrej che cade nella battaglia di Austerlitz e in quella letale di Borodono: in questi due momenti egli comprende l'inutilità della guerra, di un mondo fatto di carriere, ipocrita e distruttivo,per trovare una conciliazione con lo spirito divino attraverso un amore universale che lo congiungerà con la propria morte intesa come una vera e propria resurrezione, recuperando altresì quei valori spirituali fortemente presenti nella sorella Maria, il cui momento di maturazione avviene nello straziante accudimento del severo padre morente durante l'occupazione francese. Pierre nei suoi appassionati slanci e delusioni, troverà finalmente la pace nell'amore di Natasa mentre Maria sposerà il figlio dei Rostov caduti in disgrazia, matrimonio di convenienza ma anche di sincero affetto e stima reciproca. Impossibile soffermarsi sulla trama. Occorre invece dire che qui Tolstoy ci regala un messaggio essenziale: la vita va vissuta nella sua armonia passando attraverso il riscatto del dolore e anche della morte, ennesima forma di vita.

  • User Icon

    lilly

    09/06/2020 15:15:22

    Mi ha sempre spaventato l'enorme numero di pagine ma alla fine ho deciso di avventurarmi in questa lettura....mi pento di non averlo fatto prima. Ci si immerge totalmente in un mondo complesso fatto di personaggi che rimangono nel cuore ed altri che si odiano da subito. Si ha l'impressione di averli realmente conosciuti. Una storia che rimane veramente nel cuore. Un vero capolavoro.

  • User Icon

    Davide

    17/05/2020 20:33:56

    Un grande classico che non avevo mai avuto il coraggio di leggere per la sua dimensione volumetrica che mi incuteva terrore. Mi ha colpito moltissimo la varietà dei personaggi e l'incredibile descrizione degli avvenimenti storici di guerra. Forse avrei preferito meno particolari bellici che a volte ho trovato un po' noiosi. Lo consiglio.

  • User Icon

    Vik

    17/05/2020 17:37:18

    Sebbene la mole e lo stile dell'autore possono far apparire l'opera pesante, la storia avvince e istruisce. Le vicende dei protagonisti si svolgono nella Russia Ottocentesca, tra guerre, lontananze, amori e avvenimenti politici. Da leggere assolutamente

  • User Icon

    marcella

    17/05/2020 16:59:33

    La prima cosa che mi ha colpito subito è il modo di scrivere di Lev fluido e descrittivo, usa la stessa dovizia di particolari per descrivere un luogo , una persona o un azione e questo non annoia mai . I personaggi non sono molti , quelli centrali fanno parte di due famiglie , i nomi si ricordano facilmente , tra questi il mio preferito è stato Pierre secondo me è il personaggio più dinamico , si assiste a una mutazione del suo carattere per tutta la storia . Alla fine di questa lettura mi è sembrato di assistere a una partita a scacchi , dove i pedoni bianchi e quelli neri erano guidati dalla Guerra e dalla Pace ; ad ogni attacco della prima cruenta e mortale c'era una difesa dalla seconda . E' una lettura totalizzante , infatti non sono riuscita a leggere altro , anche se alcune volte avrei voluto mettere in pause il caro Lev per leggere altro,sentivo quasi la mancanza di altri generi . E' stata una bella avventura leggerlo con un gdl 100 giorni, per proiettarsi in Russia e osservare quello che avvenne in periodo storico importante .

  • User Icon

    Fabi

    16/05/2020 17:40:30

    Premetto che non amo i libri storici, di fatti ero molto titubante all'idea di cominciare questa lettura, temevo di trovarlo pesante, soprattutto le parti di "guerra". Alla fine, un po' incuriosita dalla serie tv, mi sono decisa ad incominciare il libro e devo ammettere che non potevo fare scelta più giusta. Ho amato questo libro dall'inizio alla fine, le parti che temevo noiose, non lo sono assolutamente. Appena più lenti diciamo i dialoghi che si svolgono sul fronte. Tolstoj ti fa immergere nella lettura a 360 gradi, mi è sembrato di trovarmi in ogni momento negli scenari che stavo leggendo e quando sono arrivata in fondo alle tanto temute 1463 pagine, ho avuto una sensazione di nostalgia. Mi sono affezionata ai personaggi, alle loro storie che non avrei mai voluto vederne una fine. Quindi tirando le somme, è un classico della letteratura che va letto..non spaventatevi che non è assolutamente quel mattone che tutti si immaginano.

  • User Icon

    ele

    16/05/2020 13:54:13

    quando i libri venivano pubblicati quando si era veramente convinti di averli scritti bene

  • User Icon

    Stefano

    16/05/2020 12:35:25

    Il libro è spettacolare, si sa, ma la traduzione è decisiva perché lo si possa apprezzare. E la prefazione di Leone Ginsburg, scritta da un perseguitato del nazifascismo durante la seconda guerra mondiale, è una preziosa chiave di lettura.

  • User Icon

    Renzo Mengoni

    16/05/2020 12:32:38

    Appena sono scattate le misure restrittive ho capito che era giunta l’ora di leggere uno di quelle opere che se ne stanno sullo scaffale da anni ed anni e che incutono timore, se non altro per il numero di pagine: milleseicento, suddivise su quattro volumi! Ce l’avrei fatta a leggere finalmente Guerra e Pace? Mi sembrava un’impresa titanica. Ma ho approfittato della situazione e delle lunghe giornate costretto dentro casa e alla fine ci sono riuscito. Quando Lev Tolstoj lo pubblicò non poteva certo immaginare che il suo capolavoro sarebbe stato la mia più grande consolazione durante le forzate ore di quarantena. Scritto in cinque anni, dal 1863 al 1869, ma ambientato dal 1805 in poi, questo libro meraviglioso mi ha riportato indietro nel tempo e mi ha coinvolto a tal punto da farmi dimenticare chi ero, come mi chiamavo, da dove venivo, se avevo mangiato, se possedevo un cane o un gatto. Così, mentre il tempo passava molto, forse troppo in fretta, in compagnia del grande scrittore e filosofo russo, mi sono ritrovato alla fine a rimpiangere che il libro non fosse più lungo. Ma non poteva scrivere altre cinquecento o seicento pagine quel pigrone di Tolstoj? Per concludere, posso affermare senza paura di essere smentito che leggere Guerra e Pace è stato senz’altro uno dei più bei regali che ho fatto a me stesso.

  • User Icon

    Alessandro

    14/05/2020 23:29:24

    Guerra e pace è un’opera classica che, sebbene sia davvero interminabile e difficile da leggere, valga la pena di essere acquistata. Un romanzo senza tempo che i lettori adoreranno. Ve lo consiglio esclusivamente se non vi spaventa la lunghezza dello scritto.

  • User Icon

    micmaz

    13/05/2020 13:28:57

    Le 3 stelle non sono per il romanzo, che non si discute, ma per l'edizione della Garzanti che diversamente dai suoi "economici" ha pensato di migliorare la copertina ma peggiorare la qualità della carta. Tuttavia è una delle poche edizioni con in cui sono tradotte anche le parti in francese.

  • User Icon

    Ale

    13/05/2020 07:19:26

    Uno dei libri più belli mai letti;in questo capolavoro della letteratura russa ogni lettore potrà appagare le proprie passioni;gli amanti,come il sottosritto,della storia avranno la più dettagliata analisi della funesta campagna che Napoleone intraprese in Russia. In questo contesto storico, con una innata capacità di Tolstoj di farci catapultare nei salotto dell'aristocrazia russa, ci perderemo nelle travagliate vicende che vedono coinvolte le famiglie Bolkonskij,Rostov e il loro mondo destinato a una inevitabile quanto rapida scomparsa.Meraviglioso!!

  • User Icon

    lea

    11/05/2020 21:12:39

    Premetto che non amo i libri storici, di fatti ero molto titubante all'idea di cominciare questa lettura, temevo di trovarlo pesante, soprattutto le parti di "guerra". Alla fine, un po' incuriosita dalla serie tv, mi sono decisa ad incominciare il libro e devo ammettere che non potevo fare scelta più giusta. Ho amato questo libro dall'inizio alla fine, le parti che temevo noiose, non lo sono assolutamente. Appena più lenti diciamo i dialoghi che si svolgono sul fronte. Tolstoj ti fa immergere nella lettura a 360 gradi, mi è sembrato di trovarmi in ogni momento negli scenari che stavo leggendo e quando sono arrivata in fondo alle tanto temute 1463 pagine, ho avuto una sensazione di nostalgia. Mi sono affezionata ai personaggi, alle loro storie che non avrei mai voluto vederne una fine. Quindi tirando le somme, è un classico della letteratura che va letto..non spaventatevi che non è assolutamente quel mattone che tutti si immaginano.

  • User Icon

    Paola

    11/05/2020 19:16:28

    Credevo di non essere in grado di leggere un libro di questa portata, invece lo consiglio a tutti, é molto scorrevole e appassionante. La guerra e la pace sono descritte sia da un punto di vista generale che da un punto di vista personale attraverso le vite dei personaggi.

  • User Icon

    Capolavoro

    11/05/2020 13:18:44

    Questo romanzo rappresenta un capolavoro e un colosso della letteratura Russa, da leggere se si è appossionati per questo tipo di lettura. La narrazione non è leggera e scorrevole, ma bisogna capire che è un classico e non potrebbe essere differente.

  • User Icon

    RosyGugly

    07/05/2020 12:59:31

    Spiego solo le stelle: ne manca una per via della fattura del libro. E' tremendo, le pagine sono sottilissime, quindi, se non siete persone delicate, non va proprio per voi. Per il resto, è Tolstoj, una garanzia della narrazione. E le lettere sono tutte tradotte dal francese (ho un'edizione Einaudi in cui manca la traduzione). Compratelo, se vi va. Vi ritroverete a comprare altri libri di Tolstoj, ne sono sicura.

  • User Icon

    leogaro

    01/05/2020 09:39:08

    “Guerra e pace” non è proprio una lettura di evasione: è un romanzo che supera le 1300 pagine, con vari brani in francese (la lingua parlata dai nobili dell’epoca) e il problema, usuale nei testi russi, di nomi e nomignoli che sembrano riferirsi a persone diverse mentre in realtà si tratta degli tessi personaggi che hanno 2-3 appellativi diversi! Quindi, calma nella lettura all’inizio. L'impianto narrativo generale è complesso e racchiude, sullo sfondo della campagna di Russia di Napoleone, battaglie, amori, fughe, analisi storiche, riflessioni filosofiche e profonde analisi psicologiche dei personaggi e, in generale, del genere umano. La parte che affronta la pace è più lenta della parte in cui infuria la guerra. Ma le scene di battaglia sono bellissime, il libro è epico quando ti scaglia tra la polvere e il sangue, riversi, coi soldati, giù nel campo rosso di battaglia. E poi Mosca in fiamme regala altre memorabili scene di un libro che è scritto come una sceneggiatura di un film memorabile. Vi sono, è vero, anche lunghe digressioni, sia sulla tattica militare che legate all’analisi dei personaggi, della loro personalità e dei loro lati più intimi, non da ultimo quello religioso. Resta un libro di valore assoluto, scritto in modo poetico, suggestivo, che è profondo nelle riflessioni dei personaggi, con molti spunti di riflessione sulla vita. Giunti all’epilogo, la sensazione generale che lascia è una compiuta tristezza, perché sembra quasi che un amico ti abbia abbandonato, tali sono l’empatia e l'immedesimazione che, pagina dopo pagina, crescono con i personaggi e le loro storie.

  • User Icon

    Alen

    11/02/2020 10:27:35

    Per quanto non sia di facile lettura, resta un grande classico, tuttavia molto spazio è dedicato all'aspetto guerresco piu' che alla vita e vicissitudini dei personaggi. La narrazione è piuttosto pesante, poco scorrevole e molto lunga. Resta comunque un capo saldo della letteratura russa.

  • User Icon

    n.d.

    07/01/2020 05:50:39

    Uno dei massimi capolavori della Letteratura

  • User Icon

    Marco

    27/12/2019 15:18:12

    Tre stelline. Troppo, troppo lungo e pedante. Le vicende delle famiglie Rostov e Bolkonskij e di Pierre, che sono la parte migliore dell'opera, sono troppo spesso interrotte da brani lunghissimi con riflessioni sulla guerra e sulla storia. La concezione dell'autore sulla storia in particolare viene ribadita in continuazione, circa ogni sette righe. Pure le scene di guerra non sono belle, perché troppo lente. Lo stile è molto ricercato, ma abbastanza fluido. La pesantezza è dovuta esclusivamente ai contenuti. Più volte mi sono chiesto perché ho adorato "I miserabili" ma non "Guerra e pace", pur essendo i due libri molto simili sotto molti aspetti. La risposta è: Hugo mi ha emozionato, Tolstoj non abbastanza. Ci sono dei momenti toccanti, ma sono pochi e troppo diluiti nelle digressioni (che diversamente da Hugo mi sembravano oltre che ripetitive anche fuori luogo). C'è anche qualche scena divertente, ma quasi esclusivamente nella prima parte del romanzo. Anche i personaggi non mi hanno del tutto convinto... Non sono riuscito a immedesimarmi quasi mai in nessuno, di alcuni non mi ha convinto lo sviluppo. Nonostante tutti questi aspetti negativi, complessivamente la vicenda è abbastanza interessante, anche se non al punto di permettermi di superare tre stelline. Niente a che vedere con i contemporanei francesi Dumas e Hugo.

Vedi tutte le 77 recensioni cliente
  • Lev Tolstoj Cover

    Nato in una famiglia di antica nobiltà, rimasto orfano della madre a due anni e del padre a nove, fu allevato da alcune zie molto religiose; trascorse l’infanzia e l’adolescenza tra Mosca, la grande tenuta familiare di Jasnaja Poljana e Kazan’, dove nel 1844 si iscrisse all’università, frequentando prima la facoltà di studi orientali, poi quella di giurisprudenza, che concluse nel 1850. In questi anni, disordinati e tempestosi ma anche nutriti da intense letture (J.-J. Rousseau, A. Puskin, N. Gogol’, L. Sterne), cominciò a tenere un diario, che continuò poi per quasi tutta la vita. Nel 1851-53 partecipò alla guerra contro il Caucaso, prima come volontario, poi come ufficiale di artiglieria. Il suo debutto letterario (Infanzia,... Approfondisci
Note legali