Guida a Milano invisibile

Tina Caramanico

Editore: Nulla Die
Collana: Lego poesia
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 1 gennaio 2011
Pagine: Brossura
  • EAN: 9788897364023
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Queste poesie, scritte dal 1990 in poi, sono dedicate a quelli che vivono a Milano o in qualsiasi altra grande città senza riuscire a mettervi radici, a quelli che vorrebbero amore e restano soli, ai tanti che cercano il senso dietro la comune fatica di vivere, a quelli che sognano di andare via e invece devono restare, e ai pochi che, per qualche raro momento fuggevole, riescono a trovare ciò che cercano, forse in sogno, forse per un'allucinazione, forse per un miracolo del tutto inatteso, e immeritato.

€ 5,95

€ 7,00

Risparmi € 1,05 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    antonella santarelli

    23/04/2011 21:06:32

    Le poesie di Tina Caramanico esigono una lettura attenta e concentrata. Attenta, perché non si vuole perdere la connessione delle parole che racchiudono altro a cui il lettore cerca di dare immagini e rispondenze. Concentrata, per gustarne ritmi e armonie per niente scontate. Ritmo che si fa parola senza interruzioni nella bella poesia dedicata a "Sherazade" che "... continua a dissolvere parole -inaudite- nella vita che danza", o nel componimento "Tornate parole" dove l'eloquenza sembra appartenere a chi, invisibile nella sua marginalità, riesce a fa sentire le sue parole fino al centro del mondo. L'autrice, emigrata al nord, dedica la sua opera a "...quelli che vivono a Milano o in qualsiasi altra grande città senza riuscire a mettervi radici." Come coloro che "...vorrebbero amore e restano soli". Le poesie di "Guida a Milano invisibile" sembrano dedicate a chi percorre, solo nella folla, la propria strada, a volte incrociando per un attimo quella di altri, ma sempre parallele tra loro. Paralleli sono anche il cielo e la strada, così presenti nei versi di Tina Caramanico. Strade affollate di anime alla ricerca di qualcosa che forse solo il cielo, metafora di una risposta che non c'è, può dare. Anche l'amore è scambio, quasi fortuito e temporaneo, di attimi vissuti nella solitudine condivisa: "...L'uomo che fugge si è fermato,-tutto intero- tra le mie braccia."

Scrivi una recensione