Harakiri (DVD)

Seppuku

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Seppuku
Paese: Giappone
Anno: 1962
Supporto: DVD

12° nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Drammatico - Storico

Salvato in 23 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 10,78 €)

1630. Un anziano samurai si presenta al cospetto del signore locale. Chiede di poter fare harakiri. Prima di uccidersi però, racconta di suo genero, un giovane samurai che cercava di trovare i soldi per curare sua moglie e suo figlio, gravemente ammalati. Fu costretto ad uccidersi, secondo i dettami del codice cavalleresco. Il vecchio samurai allora estrae tre codini, sono dei tre che hanno costretto il giovane a fare harakiri. Ora, i tre, per sottrarsi alla vergogna, si fingono malati. Il vecchio, vuole fare giustizia...
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Tito

    18/09/2019 17:24:11

    Un capolavoro di rarissima bellezza visiva e di contenuto. Sulla scia di Rashomon di Kurosawa, Kobayashi si dimostra uno dei più grandi maestri del cinema della storia, con un discorso molto raffinato sull'illusione dell'onore, tanto caro ai Jidai Geki ed al codice samurai.

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Essai, 2019
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 133 min
  • Lingua audio: Giapponese (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Tatsuya Nakadai Cover

    Attore giapponese. Alto e avvenente, lavora come commesso quando è notato da M. Kobayashi che lo vuole come interprete di Kabe atusikihea (La stanza dalle pareti spesse, 1954), della monumentale trilogia Ningen no joken (La condizione umana, 1959) e del solenne Harakiri (1962). Presente nei cast dei film di A. Kurosawa già da I sette samurai (1954), al momento della rottura del regista con T. Mifune ne prende il posto come interprete d’elezione, rivelando intensità emotiva e forza soprattutto in Kagemusha, l’ombra del guerriero (1980) e Ran (1985). È presente anche nel piacevole Oggi a me... domani a te (1968) di T. Cervi. Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali