Categorie

Philip Roth

Traduttore: N. Gobetti
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2011
Pagine: 49 p. , Brossura
  • EAN: 9788806206246

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    luca bidoli

    13/03/2015 12.16.31

    Un breve, affascinante racconto, un Kafka insolito, altamente improbabile e forse, proprio per questo, molto verosimile.

  • User Icon

    Michael Moretta

    13/12/2011 10.16.03

    Un " Rothiano " come me non può che apprezzare un volumetto come questo. Ancora una volta questo autore riesce a stupirmi scrivendo una stupenda piccola storia di 20 pagine immaginando un Kafka professore in una classe di studenti di 10 anni......e collocandolo poi addirittura in casa sua, con il padre di Roth che cerca di accasarlo con la zia di Philip! Stupenda piccola perla di Roth che, come nel Complotto contro l'America, modifica la Storia per crearne una nuova..... Non posso che consigliare anche questo ennesimo libro di Roth.....qualsiasi tipo di libro scriva per me il risultato è sempre e solo uno.....fantastico! E la sua grandezza la si nota forse ancora di più proprio per il fatto che in così poche pagine riesce a scrivere una così bella opera! Insomma....non per nulla è considerato uno dei più grandi autori viventi.....ci sarà pure un motivo! Ora mi appresto ad iniziare " La mia vita di Uomo ".....non vedo l'ora di cominciare......

  • User Icon

    claudio

    23/08/2011 15.17.36

    E' vero che il costo è alto, forse spropositato, ma la qualità di Roth viene confermata anche da queste poche pagine, dedicate a Kafka. E come con Anna Frank, immaginata da Roth fuggitiva in America, anche Kafka viene immaginato vivo e fuggitivo dal nazismo.

  • User Icon

    claudio

    28/07/2011 18.04.48

    Veramente un gioiello. Tempo fa di Roth avevo letto qualcosa di simile su Anna Frank.

  • User Icon

    massimo r.

    14/06/2011 19.21.50

    E' un piccolo gioiello, imperdibile per chi ama Roth, Kafka e la letteratura del '900 in generale (voto 6). Peccato che sia così breve da non giustificare la furba operazione editoriale di farne un libro a sè stante...Perchè non tradurre e pubblicare finalmente e integralmente Reading myself and others (1973) di cui fa parte? (voto 0)

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione