Home boy - H. M. Naqvi - copertina

Home boy

H. M. Naqvi

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: M. Pensante
Editore: Il Saggiatore
Collana: Narrativa
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 1 luglio 2010
Pagine: 277 p., Brossura
  • EAN: 9788842815341
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 8,10

€ 15,00

Punti Premium: 15

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

A volte non te ne accorgi subito che un giorno può cambiarti la vita. Poi succede qualcosa e capisci che sì, è stato quel giorno. Per Chuck, AC e Jimbo quel giorno è l'11 settembre 2001. Uno è laureato in Lettere e fa il tassista, uno è un dandy intellettuale che parla a colpi di rap, il terzo è un tipo solitario, un dj dalla loquela studiata. Sono viveur, cantastorie, uomini del Rinascimento. Leggono ogni giorno il Times e il Post. Conoscono i classici russi e la narrativa americana contemporanea. Passano le serate nei club di Manhattan, fra musica, alcol e ragazze. Poi l'11 settembre. Da quel giorno la logica delle cose cambia: non sono più giovani pakistani di fede musulmana. No. Ormai sono musulmani quindi terroristi, terroristi in quanto musulmani. Lo capiscono a loro spese, quando, qualche settimana dopo, entrano di soppiatto nella casa dello Sciamano, una sorta di Grande Gatsby pakistano, scomparso dopo essere entrato a far parte di un'importante agenzia assicurativa. Ma ormai l'occhio dei vicini è acuto: un taxi parcheggiato nel vialetto fuori casa è ovviamente un'autobomba, tre ombre che si muovono in una stanza, tre menti che progettano un attentato. E così, quando la polizia arresta Chuck, AC e Jimbo, l'accusa non può che essere di sospetta attività terroristica, e i giorni in carcere, giorni di botte e soprusi. Ora non sono solo "diversi", sono anche pericolosi. E forse solo il ritorno ai valori e agli affetti della della propria gente potrà lenire il dolore causato da un marchio infamante.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Note legali