copertina

Hotel del Gran Cervo

Franz Bartelt

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Elena Cappellini
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2020
Formato: Tascabile
In commercio dal: maggio 2020
Pagine: 288 p.
  • EAN: 9788807893926

€ 9,02

In uscita da: maggio 2020

Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Mentre si trova in un paesino delle Ardenne per girare un documentario su una celebre star del cinema trovata morta quarant'anni prima nella vasca da bagno di una stanza d'albergo, il giovane Nicolas Tèque assiste a un susseguirsi di barbari omicidi. Spetterà all'eccentrico, irriverente e bulimico ispettore Vertigo Kulbertus, a pochi giorni dalla pensione, scoprire cosa si nasconda nel passato denso di segreti e rancori degli abitanti di Reugny. Omertà e ipocrisia, invidia e avidità serpeggiano in questo borgo sonnolento che sopravvive grazie agli introiti di un improbabile Centro motivazionale per dipendenti aziendali.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,5
di 5
Totale 4
5
2
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Chiara

    17/11/2019 16:45:02

    Trovo sia un giallo con una trama originale, imprevedibile, ben scritto, con punte di ironia .. Non mi è piaciuto il finale :), ma non svelo nulla.. comunque lo consiglio!

  • User Icon

    Antonella

    18/09/2018 10:44:08

    Decisamente piacevole,ben scritto e con una trama ben congegnata

  • User Icon

    Alessia

    17/09/2018 17:45:13

    Uno straordinario Bartelt dona ai suoi lettori (nuovi, come nel mio caso, o già affezionati) un giallo dalla struttura vivace, non eccessivamente pesante e contorta, eppure ricca di sfumature e di intelaiatura tutt'altro che grezza. Se dobbiamo ricondurlo ad un etichetta, si può accostare ad un classico racconto alla Simenon, rivisitato quanto basta per essere gradito tanto ai cultori del celebre giallista svizzero quanto ai neofiti del genere. La caratterizzazione dei personaggi è puntuale, costante e dettagliata, con notevoli sorprese durante il viaggio di lettura. Consigliato vivamente!

  • User Icon

    Fabio S.

    25/08/2018 10:10:52

    Una bellissima e piacevole scoperta questo giallo di Bartelt, leggero, ben scritto, scorrevole, ma anche sapientemente architettato. Ambientato e costruito attorno agli odi, ai pettegolezzi, alle piccole ma profonde maldicenze di un paesino tanto simile ai nostri, il racconto si distingue per la caratterizzazione tagliente e precisa dei vari personaggi che lo popolano. Ogni abitante ha i propri scheletri nell'armadio, ognuno ha qualcosa da nascondere, ma il ritratto del posto ce lo rende quasi amabile. Riuscitissima, tra tutte, svetta la figura esilarante, paciosa, irriverente, non del tutto apprezzabile, acuta, provocatoria, di Vertigo Kulbertus, catalizzatore di un giallo che cattura dalla prima all'ultima pagina. Ingrediente tutt'altro che superfluo, una spruzzata di comicità e ironia che non risulta mai stucchevole, ma filtra tra le righe. Il risultato è un piacevole giallo, dalla trama non troppo scontata, popolato da tante tipologie umane, che difficilmente cede al buonismo e si arricchisce di un finale fuori dagli stereotipi classici e, forse, per questo, leggermente difficile da accettare in toto. Complimenti a Bartelt e la speranza di incontrare in un nuovo romanzo Kulbertus è forte, anche se difficilmente imbastibile. Consigliato a chi cerca un giallo ben scritto e leggero, con una sottile vena ironica; sconsigliato a chi cerca il thriller adrenalinico.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Franz Bartelt Cover

    Franz Bartelt è nato e vive nelle Ardenne. È autore di una quarantina di libri, alcuni dei quali gli sono valsi premi importanti, quali il Grand Prix de l’humour noir per Les bottes rouges e il Prix Goncourt de la nouvelle per Le bar des habitudes. Per Feltrinelli ha pubblicato Hotel del Grande Cervo (2018). Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali