L' idolo delle folle

The Pride of the Yankees

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Pride of the Yankees
Regia: Sam Wood
Paese: Stati Uniti
Anno: 1942
Supporto: DVD
Salvato in 10 liste dei desideri

€ 10,39

€ 12,99
(-20%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 9,99 €)

Biogradia di Lou Gehrig, primo baseman dei New York Yankees noto anche come "l'uomo di ferro" del baseball, che morì di una malattia rara.
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: A & R Productions, 2014
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 128 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo);Francese (Dolby Digital 2.0 - stereo);Tedesco (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area2
  • Gary Cooper Cover

    "Nome d'arte di Frank James C., attore statunitense. Figlio di un magistrato di origine inglese, cresce nel ranch di suo padre nel Montana. Dopo aver tentato invano di diventare cartoonist, esordisce nel cinema muto in parti di cowboy, imponendosi per la sua abilità nel cavalcare e la spontanea comunicativa. Si afferma con due arguti film di W. Wellman (Ali, 1927, e La squadriglia degli eroi, 1928) e con un vigoroso western di V. Fleming (Il virginiano, 1929), ma conquista i favori del grande pubblico soltanto negli anni '30, con una serie di interpretazioni calibratissime (Marocco, 1930, di J. von Sternberg; Le vie della città, 1931, di R. Mamoulian; Addio alle armi, 1933, di F. Borzage; I lancieri del Bengala, 1935, di H. Hathaway). Timido e schivo, nemico di ogni forma di divismo, diventa... Approfondisci
  • Teresa Wright Cover

    "Attrice statunitense. Un esordio fulminante, segnato da tre nomination consecutive, e una fortunata rosa di registi distinguono gli anni '40. Il suo primo mentore è W. Wyler, che la vuole accanto a B. Davis (Piccole volpi, 1941) e l'anno successivo in un tenero ruolo adolescenziale in La signora Miniver (Oscar). Funzionale ai toni di accorato sentimentalismo nella biografia del battitore Lou Gehrig (L'idolo delle folle, 1942, di S. Wood), torna al servizio di Wyler in I migliori anni della nostra vita (1946), apice del melodramma in chiave realista; mentre A. Hitchcock ne piega l'attitudine a personaggi di ingenua sensibilità verso la spirale del thriller (L'ombra del dubbio, 1943). Maschera tragica nelle mani di R. Walsh (Notte senza fine, 1947), ancora accanto a R. Mitchum sullo sfondo... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali