Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Ieri - Agota Kristof - copertina

Ieri

Agota Kristof

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: M. Lodoli
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
Pagine: 99 p., Brossura
  • EAN: 9788806211233
Salvato in 12 liste dei desideri

€ 8,00

Solo 3 copie disponibili

+ 7,00 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Tobias Horvath è un emigrato, ogni suo giorno scorre nella quotidiana lentezza dell'abitudine e della ripetizione di gesti vuoti. Ha trascorso l'infanzia nella miseria, all'ombra della madre che era la ladra, la mendicante, la prostituta del paese. Quando, tra i molti che vedeva entrare e uscire di casa, ha scoperto chi era suo padre, Tobias ha preso un lungo coltello e glielo ha affondato nella schiena.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 3
5
1
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Francesca Di Lauro

    05/10/2017 20:43:57

    3,5 Forse perché ho la Trilogia come pietra di paragone.. Della quale, peraltro, si ode più di un'eco. Ma l'altro è più duro, levigato con una costruzione perfetta. Questo più venato di malinconia e rassegnazione, meno incisivo. Nonostante qualche passaggio davvero bello.

  • User Icon

    Falco

    14/12/2012 14:15:45

    la Kristof,che mi aveva incantato con la Trilogia della Città di K., conferma le sue doti meravigliose. Una grande scrittrice.

  • User Icon

    adriana

    24/03/2012 17:29:18

    Tanto breve quanto mirabile.

  • Agota Kristof Cover

    Scrittrice ungherese. Nel 1956 è spettatrice dell’invasione del suo paese da parte dei carri armati sovietici. Fuggita con la famiglia in Svizzera, trova un impiego presso una fabbrica di orologi. Comincia a scrivere nella sua lingua di adozione, il francese, prima testi per il teatro, poi romanzi che la impongono all’attenzione del grande pubblico: Il grande quaderno (1987), La prova (1990), La terza menzogna (1992) – che nella traduzione italiana confluiscono a formare La trilogia della città di K (1998) – in cui le storie parallele di due gemelli, Klaus e Lucas, si dipanano in un labirinto di disperazione morale e bruciante dolcezza, sullo sfondo di una guerra divoratrice. Anche nelle opere successive (Ieri, 1995; L’analfabeta, 2004; Dove sei... Approfondisci
Note legali