Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

L' imitazion del vero - Ezio Sinigaglia - copertina

L' imitazion del vero

Ezio Sinigaglia

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: TerraRossa
Collana: Sperimentali
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 13 febbraio 2020
Pagine: 106 p., Brossura
  • EAN: 9788894845112
Salvato in 29 liste dei desideri

€ 13,30

€ 14,00
(-5%)

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

L' imitazion del vero

Ezio Sinigaglia

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


L' imitazion del vero

Ezio Sinigaglia

€ 14,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

L' imitazion del vero

Ezio Sinigaglia

€ 14,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 13,58 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Proposto per il Premio Strega 2020 da Lorenza Foschini.

Mastro Landone è riconosciuto come il più talentuoso artigiano e inventore che vi sia al mondo, ma entro i confini del principato di Lopezia è solo e infelice perché costretto a reprimere la propria sessualità. Finché l'apparizione del giovane Nerino non lo indurrà a concepire la più semplice e geniale delle sue creazioni, infrangendo le leggi degli uomini per assecondare quelle del desiderio. Con una scrittura musicale che mima un italiano arcaico, Sinigaglia presenta una novella che gioca con le regole della sintassi e della morale per lanciare una sfida letteraria e farci riflettere sui labili confini tra realtà e inganno, verità e finzione.

Proposto per il Premio Strega 2020 da Lorenza Foschini: «"L'imitazion del vero" colpisce per l'eleganza e la ricercatezza della scrittura e per l'originalità del soggetto: un racconto amorale che ricorda per lo stile, l'ironia e la bellezza della prosa una novella di Boccaccio. In questo libro Sinigaglia mostra inoltre la sua singolare capacità di camuffare il lessico contemporaneo facendolo "sembrare" antico, sfruttando un'elegante sintassi e una prosodia della musicalità incantevole. É grazie a questi elementi stilistici e al ritmo serrato della narrazione che prende vita il racconto: una storia d'amore licenziosa e originalissima, un conte philosophique sulla natura misteriosa e oscura dell'amore "socratico" e sulle leggi del desiderio. "L'imitazion del vero" è un libro che sorprende dal principio alla fine.»

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Maurizio Nappa

    01/01/2021 13:31:08

    Ezio Sinigaglia si inventa una lingua antica e scrive una meravigliosa fiaba per adulti. Colpisce che siano solo le piccole case editrici a osare, pubblicando libri che vanno fuori dagli schemi, per trama o per scrittura.

  • User Icon

    Pasquale

    12/05/2020 16:06:33

    Ci vuole del coraggio a pubblicare nel 2020 un libro così: brava TerraRossa. Ci vuole del talento a scrivere un libro così: chapeau Ezio Sinigaglia. L'imitazion del vero è un romanzo scritto in una lingua che ricorda quella di Boccaccio. Anche la tematica ricorda le novelle del Decamerone: una storia licenziosa e che sa far ridere. Ma non temete: basta qualche pagina di assestamento e poi la lettura si fa scorrevole e le vicende sempre più interessanti. Lo consiglio a chi crede falsamente che in Italia oggi non si pubblicano più romanzi ardimentosi e di qualità.

Già un anno fa, quando scrissi del Pantarèi, che tornava in libreria dopo 34 anni di oblio, mi trovai a benedire la riscoperta di Ezio Sinigaglia. Quel romanzo era stato il suo esordio (era il 1985), un’opera complessa a cui aveva dedicato anni di lavoro. Tuttavia gli esiti della pubblicazione furono insoddisfacenti, e questo portò Sinigaglia alla decisione di non voler pubblicare più.
Nel tempo ha però continuato a scrivere, e l’ha fatto dunque senza la frenesia per le scadenze di consegna, senza il vincolo di contrattare le fattezze di un’opera con un editore. Tutto ciò ha permesso che Sinigaglia componesse un florilegio di opere audaci e particolarissime, che avremmo rischiato di perdere per sempre.
Fortunatamente queste opere vengono ora allo scoperto. Dopo 
Il Pantarèi, è la volta di un romanzo che definire sorprendente è dir poco: L’imitazion del verouna lunga novella boccaccesca narrata in una lingua arcaica ma fruibilissima, che racconta la passione e l’amore come mai probabilmente abbiate letto, e che è stata appena candidata al Premio Strega.

A Lopezia, tipico paesello medievale, ha bottega Mastro Landone: più che un artigiano, un vero genio, un Leonardo da Vinci della falegnameria, i cui prodigi e le cui invenzioni sono conosciute e apprezzate ben oltre i confini del principato di Lopezia. Al punto che sin da Napoli giunge il giovane Nerino per apprendere il mestiere e la sua arte. Mastro Landone non resterà indifferente al fascino di quel ragazzino dalla pelle scura, ed escogiterà la più prodigiosa delle sue invenzioni per appagare il suo desiderio.

Tra i due s’innescherà così un gioco passionale e silenzioso di sotterfugi, ingegnosi stratagemmi e tentazioni, che s’ingarbuglierà in un intrico di conseguenze via via più inestricabile. I ruoli sono continuamente ribaltati: l’ingannatore diventa a sua insaputa l’ingannato, e viceversa. Un corteggiamento che si fa sempre più machiavellico, senza per questo essere spietato: piuttosto si basa su una sfida d’astuzia, su una serie di espedienti sagaci, che hanno l’unico fine di sottrarre ciascuno alle pene d’amore. E dunque l’arte, l’ingegno e la menzogna, unitamente, non faranno altro che imitare il vero, e imitare il vero è in un certo senso collegato all’atto stesso di amare. L’intero romanzo, come suggerisce il titolo, è innervato da questa tensione.

Essere più espliciti sulla trama sarebbe ingiusto: le vicende si dispiegano in appena cento pagine. Eppure, la narrazione di Sinigaglia è densissima in due eccezioni.
Da una parte si tratta di un’opera che contiene nella sua brevità una tradizione vastissima di 
riferimenti: è una novella boccaccesca ancora inedita; è una commedia plautina degli equivoci e degli inganni; è un’elegia tibulliana e una fabula milesia; è un sonetto dell’Aretino Pietro in cui la licenziosità è però candida, soave, mai volgare; è un colto divertissement.
Dall’altra parte, 
ogni frase, ogni parola ha il suo senso d’esistere, la sua imprescindibilità, la sua funzione all’interno della storia. L’opera si può dire congegnata chirurgicamente, come se la sua struttura stessa fosse stata ordita da Mastro Landone, come si trattasse di un coccio di legno scolpito, livellato, cesellato con un rigore estremo.

Si tratta di un lavoro di fino che si evince anche dallo stile. La lingua di Sinigaglia è elegante e sontuosa, riflette l’italiano arcaico dell’epoca medievale, ma risulta al tempo stesso leggibile e comprensibile. (Certo, magari il primo approccio risulterà straniante, ma dopo qualche pagina di rodaggio la lettura può proseguire agevolmente.) Un manierismo che non è mai narcisismo, che non è mai un esercizio fine a se stesso, ma rimane coerente al cento percento con la materia narrata. Nessun’altra lingua sarebbe stata possibile per raccontare questa storia.

In tal senso Sinigaglia si conferma ulteriormente un grande scrittore in quanto dimostra, attraverso un lavoro così complesso e preciso sulla lingua, di mettere se stesso al totale servizio dell’opera. Questo è il sacrificio a cui dev’essere disposto chi vuol fare seriamente Letteratura.
Un lavoro sulla lingua che assume maggiore rilevanza se contestualizzato nel momento in cui il romanzo è stato scritto, vale a dire 
negli ultimi anni ’80.

In contemporanea, se non più tardi, uno degli scrittori più osannati tra gli italiani viventi stava realizzando un progetto simile. Sto parlando di Michele Mari, che nel 1990 esce in libreria con Io venía pien d’angoscia a rimirarti.
Anche questo, come L’imitazion del vero, è un romanzo breve (169mila caratteri per Mari, 183mila per Sinigaglia), e parimenti trae valore dall’intuizione di una lingua arcaica che riflette l’ambientazione dell’opera. Proprio il manierismo stilistico fece meritare a Mari i complimenti della critica, e fece dire a un gigante e maestro di stile come Giorgio Manganelli: “Michele Mari è un ‘caso’ letterario unico: me lo conferma questo singolarissimo capriccio” (Il Messaggero, 26-03-90).
Non sarebbe ingiusto non estendere retroattivamente anche a Sinigaglia e al suo altrettanto “singolarissimo capriccio”, per merito dell’identica intuizione, almeno una parte dello stesso plauso?

L’opera di Sinigaglia pare essere giunta sino a noi attraverso un varco spazio-temporale. Paradossalmente i suoi libri arrivano in libreria adesso per la prima volta, come nuovi a decenni dalla loro realizzazione, e al tempo stesso sono già dei classici, proprio per l’originalità, l’attualità, l’innovazione che dimostrano pur a venticinque o trentacinque anni dalla loro stesura.
Non è un mio generoso o sproporzionato complimento: lo deduco dalle parole di 
Calvino, se concordiamo con lui che “Un classico è un libro che non ha mai finito di dire quel che ha da dire.”

 

Recensione di Giuseppe Rizzi

 

  • Ezio Sinigaglia Cover

    Ezio Sinigaglia è nato a Milano nel 1948. Ha svolto diversi mestieri, tutti legati alla scrittura: redattore, traduttore, fotocompositore, copywriter, ghostwriter, autore di guide turistiche e, da ultimo, docente di scrittura all'Università di Milano Bicocca e in altre sedi. Dopo Il Pantarèi (1985), ha continuato a coltivare in privato la sua voce narrativa, mentre quella saggistica ha occasionalmente trovato la via della pubblicazione. Per Nutrimenti ha tradotto il racconto Leviatano di Julien Green, pubblicato nel volume Viaggiatore in terra (2016) ed Eclissi (2017). Approfondisci
Note legali