Impara a essere felice

Paolo Crepet

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 19 novembre 2013
Pagine: 146 p., Brossura
  • EAN: 9788806212612
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Essere felici può accadere molto piú spesso di quanto immaginiamo, dobbiamo solo lasciare che accada.

Per molti lagnarsi è piú che un vezzo, una difesa: è ciò che sanno fare meglio perché lo hanno imparato fin dall’infanzia. Combattere questo atteggiamento vuol dire elaborare una nuova grammatica quotidiana, avviare una piccola rivoluzione cui Paolo Crepet dà il suo contributo in queste pagine. E dimostra come educare alla felicità, quella autentica – da non confondere con la gioia effimera – dovrebbe essere il compito primario di ogni adulto e di ogni insegnante. Cosí i bambini cresceranno piú forti e meno ricattabili, e i ragazzi saranno piú liberi.

€ 8,64

€ 16,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

16 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    roberta

    25/04/2014 14:55:15

    generalmente lascio perdere questi pseudo-saggi ma stavolta la quarta di copertina sembrava promettente. Mi aspettavo un discorso organico, da "addetto ai lavori", sull'educazione alla felicità, invece abbondano i luoghi comuni,sono tutte opinioni generiche e gratuite dell'autore. su alcune cose concordo, altre mi paiono più discutibili. Mi sono sembrati più interessanti i primi capitoli forse perchè la noia e la delusione non avevano ancora preso il sopravvento, e infine,gli ultimi due. Notevoli sono soprattutto le citazioni dallo Zibaldone di Leopardi e la deliziosa, folgorante poesia di Tonino Guerra . Per il resto Crepet si conferma l'abile venditore di fumo che abbiamo imparato a conoscere a "Porta a Porta". Pontifica con sguardo greve ma le sue parole scivolano via e non lasciano traccia.

Scrivi una recensione