Salvato in 149 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
L' imperatore di Portugallia
16,15 € 17,00 €
;
LIBRO
Venditore: IBS
+160 punti Effe
-5% 17,00 € 16,15 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
16,15 € Spedizione gratuita
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Novissima Snc
17,00 € + 5,00 € Spedizione
Disponibile in 2 gg lavorativi Disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
17,00 € + 5,49 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Internazionale Romagnosi snc
17,00 € + 8,00 € Spedizione
Disponibile in 3 gg lavorativi Disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
16,15 € Spedizione gratuita
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Novissima Snc
17,00 € + 5,00 € Spedizione
Disponibile in 2 gg lavorativi Disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
17,00 € + 5,49 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Internazionale Romagnosi snc
17,00 € + 8,00 € Spedizione
Disponibile in 3 gg lavorativi Disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
L' imperatore di Portugallia - Selma Lagerlöf - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

L' imperatore di Portugallia Selma Lagerlöf
€ 17,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

L'Imperatore di Portugallia è un romanzo sull'amore, la sua nostalgia, le sue proiezioni, la sua vera o apparente follia.

«E nello stesso istante capì cos'era stato a far battere il suo cuore. E non soltanto questo: cominciò anche a intuire cosa gli era mancato per tutta la vita. Perché chi non sente battere il cuore nel dolore o nella gioia non può di certo essere considerato un vero essere umano.»

L'Imperatore di Portugallia è un romanzo sull'amore, la sua nostalgia, le sue proiezioni, la sua vera o apparente follia. Dal momento in cui la piccola Klara Gulla viene al mondo, il cuore del padre Jan comincia a battere e il miracolo di quel battito, di quella tardiva scoperta di un'emozione mai provata, della felicità e della sofferenza che ne sono le immancabili compagne, trasformerà tutta la sua vita, dandole valore e significato. L'amore diventa la lente attraverso la quale vede la realtà e, quando questa è troppo squallida e amara, la trasfigura. Se la sua Klara Gulla , partita a cercar fortuna, non scrive e non torna, non è, come dicono voci maligne, perché è andata a finir male: il mistero che la circonda non può che nascondere un destino troppo straordinario per essere rivelato. Lontano, in una mitica Portugallia, dove non esistono il male e la miseria, la figlia è diventata imperatrice. E Jan, il contadino di Skrolycka, nelle sperdute valli delle Askedalar, comincerà a vivere da imperatore, con la follia di chi, cieco all'apparenza delle cose, si fa veggente e, misurando con il metro dell'assoluto, varca i confini dell'umano per entrare nel meraviglioso.

Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

12
1991
21 maggio 2011
280 p., Brossura
9788870910186

Valutazioni e recensioni

4,81/5
Recensioni: 5/5
(31)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(26)
4
(4)
3
(1)
2
(0)
1
(0)
Gabriele Della Torre
Recensioni: 5/5

Libro che riesce a catturare il lettore sin dalle prime pagine. Storia di una vita che diventa molto particolare grazie all'amore.

Leggi di più Leggi di meno
Sonia
Recensioni: 5/5

Sicuramente da leggere, intenso, struggente e delicato

Leggi di più Leggi di meno
Marco
Recensioni: 4/5

l protagonista è Jan di Skrolycka un povero contadino, sposato. All’inizio di questo romanzo lo troviamo da solo, seduto su un ceppo nella legnaia. La moglie sta per partorire, in casa, e lui non è poi così contento di quanto gli sta per capitare. Guarda con rimpianto alla vita precedente, quando era solo; ma anche la vita assieme alla moglie, non era poi così male. Perché lo aiutava nel lavoro, nei campi, ma col bambino in arrivo: che ne sarà di loro? La storia è ambientata subito dopo la metà dell’Ottocento. Poi, succede qualcosa. Non è un maschio, è una bambina quella che nasce; e quando lui la prende in braccio, tutto cambia. Il fatto è che Jan scopre grazie a quella bambina che cosa è per davvero l’amore. Che non è solo una relazione tra due persone; lui, pur essendo un sempliciotto, poco stimato anche dalla moglie, ne capisce la forza rivoluzionaria. Capace di cambiarne la visione del mondo che lo circonda. E di capire cose che solo lui pare in grado di comprendere. Perché limitarsi ai fatti, alla superficie, vuol dire non capire che cosa l’amore può produrre.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,81/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(26)
4
(4)
3
(1)
2
(0)
1
(0)

Voce della critica


scheda di Baggiani, A., L'Indice 1992, n. 6

Riappare dopo quasi cinquant'anni nella stessa ottima traduzione, riveduta dall'autrice, un piccolo straordinario classico della grande scrittrice svedese, certo tra le sue cose migliori. Ancora un mitico Varmland, sempre estremo nord, in condizioni di vita di grande semplicità. Il bracciante Jan di Skrolycka, rivelato all'amore dalla nascita della figlia Klara Gulla, bella e "luminosa" come vuole il suo nome, fa di questo amore il perno della propria esistenza, e la presenza della ragazza sembra davvero illuminare il grigiore quotidiano. Ma la miseria e la malvagità degli uomini costringono Klara ad andarsene in cerca di fortuna e, a poco a poco, l'amore di Jan si trasforma in follia: convinto dello straordinario destino della figlia e, di riflesso, del suo, Jan rifiuta di vedere il male diventando però tramite della giustizia divina. Il ritorno di Klara, adulta, lo condurrà alla morte, ma la sua morte significherà ancora consolazione e riscatto. Pochi gli eventi, molti i particolari apparentemente irrilevanti che danno vita a un mondo contadino i cui protagonisti vengono sempre colti come sono, senza retorica, con fine umorismo e con quel senso di rispetto per l'umanità che faceva parte di una cultura, anche letteraria, e sembra oggi essersi perduto. È un mondo dove l'esistenza del male non viene messa in dubbio ma esorcizzata dalla tranquilla fiducia nella giustizia e nella religione - una religione consolatoria e non solo punitiva. Ma ogni parola assume nel romanzo connotazioni realistiche e solenni insieme: siamo immersi in un'atmosfera incantata, che non è però quella della fiaba, anche se della fiaba conserva l'ottimismo che sorregge la spinta alla vita contro la morte. È ancora una volta, lo spirito della saga, così ben resuscitata dalla Lagerlof, e questo è un libro che verrebbe voglia di leggere a voce alta: tanto la storia è ben raccontata, con tutta l'abilità che ci vuole, un uso sapiente della ripetizione, un linguaggio che non cade mai nella banalità, e soprattutto gli elementari, essenziali valori dell'epos.

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Selma Lagerlöf

1858, Mårbacka, Värmland

Scrittrice svedese. Cresciuta nella campagna del Värmland, si ispirò a leggende e canzoni popolari per il suo libro più noto, La saga di Gösta Berling (1891). Dopo un soggiorno in Sicilia vi ambientò I miracoli dell’Anticristo (1897); da un viaggio in Palestina trasse materia per Jerusalem (1901-02), storia di un gruppo di contadini danesi che si trasferiscono in Terra Santa. Il Viaggio meraviglioso di Nils Holgersson attraverso la Svezia (1906-07), nato come libro di geografia per le scuole, è forse il suo capolavoro. Nel 1909 ebbe il premio Nobel per la letteratura. Di formazione antinaturalista, portata a raffigurare i drammi morali in forme epiche e fantastiche, la Lagerlöf cercò nel paesaggio e nelle tradizioni scandinave una corrispondenza...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore