DISPONIBILITA' IMMEDIATA

In un paese bruciato dal sole. L'Australia

Bill Bryson

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Stefano Viviani
Editore: Guanda
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,01 MB
Pagine della versione a stampa: 372 p.
  • EAN: 9788823514331
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

NUOVA VERSIONE CORRETTA


«I suoi sono tra i più bei libri di viaggio mai scritti. E questo è il migliore in assoluto.»
Booklist

«Bill Bryson è un maestro del travel writing.»
Tuttolibri

«Dal libro filtra tutto il piacere di Bryson nello scoprire gli innumerevoli e inesplorati spunti narrativi offerti dall'Australia
New York Times Book Review

Non è facile tenersi informati su un paese come l’Australia, per tanti e validissimi motivi, riflette Bill Bryson, il travel writer più letto al mondo, sul volo che lo porta a Sydney da dove partirà il suo viaggio all’esplorazione di questa affascinantissima isola. «L’Australia è in gran parte vuota e lontana, tanto lontana. La sua popolazione non è numerosa e, di conseguenza, il suo ruolo nel mondo è periferico. Non ha colpi di stato, non esaurisce le riserve ittiche con una pesca dissennata, non finanzia despoti impresentabili, non produce cocaina in quantità imbarazzanti, non usa la propria influenza in maniera arrogante e inappropriata. È un paese stabile, pacifico e buono». Non desta scalpore a livello internazionale e così si finisce un po’ per ignorarla. A dispetto delle sue innumerevoli e irresistibili attrattive: la Grande barriera corallina, il monolito di Ayers Rock e le stromatoliti viventi di Shark Bay, foreste pluviali incontaminate, catene montuose quasi inesplorate che aspettano i più esigenti appassionati di alpinismo, deserti spietati, spiagge mitiche per i surfisti di tutto il mondo cultori dell’onda lunga, metropoli-gioiello a misura d’uomo e progettate da architetti illuminati, oasi faunistiche e paradisi per i naturalisti. Bryson è partito alla scoperta del continente australe armato di tanto tempo, del suo immancabile diario di viaggio e di una inesauribile ironia e curiosità. Ha attraversato in treno l’interno desertico lungo la favolosa Indian Pacific, ha guidato nelle città e lungo le strade costiere, ha camminato nei parchi e navigato su fiumi e tratti di mare, ha incontrato vecchi hippy e strampalate signore di mezz’età, raccontandoci le sue avventure con grande partecipazione emotiva e uno straordinario umorismo, per arrivare a una conclusione convinta: possiamo anche continuare a ignorare questo posto alla fine del mondo, è vero, ma tutto sommato, così facendo «a perderci siamo solo noi».
4,6
di 5
Totale 15
5
10
4
4
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Paolo

    18/07/2005 23:59:17

    Una lettura piacevole e divertente, anche se a mio parere il Bryson migliore è quello di "Una passeggiata tra i boschi". Ricco di aneddoti, spunti ed approfondimenti la narrazione del viaggio scorre gradevole e la lettura merita davvero.

  • User Icon

    marino francesco

    21/12/2004 23:51:35

    Un libro affascinante, fantasioso e anche realistico. Dopo aver letto La riva fatale, sentivo il bisogno di un'Australia più incantata: buona la traduzione.

  • User Icon

    Sergio

    04/09/2004 13:48:05

    Sono tornato in Australia in compagnia di Bill Bryson ed è stato bellissimo. Le sue notazioni storiche, sociologiche e umoristiche avvicinano al lucky country con naturalezza e con uno stile godibilissimo. Many thanks, Bill.

  • User Icon

    Matteo

    14/07/2004 15:00:58

    Decisamente il capolavoro di Bryson! Un libro che fa ridere e pensare dalla prima all'ultima pagina e che non accusa mai battute a vuoto e parti lente. Da leggere, rileggere e rileggere ancora!

  • User Icon

    Franco Gerevini

    30/11/2003 14:26:45

    Come (quasi) tutti i libri di Bryson, anche questo è godibilissimo e pervaso da una brillante vena ironica. Anche se non sono mai stato in Australia, penso che possa essere utilissimo per prepararsi a capire questo immenso continente (e la gente che vi abita) prima di visitarlo. Purtroppo questa edizione di Guanda è una pessima traduzione dell'originale inglese, fatta da un incompetente (tale Stefano Viviani) che, per esempio, traduce "morbid" con "morbido", "genial" con "geniale", "gracious" con "grazioso", "mundane" con "mondano" (per limitarsi alle prime pagine), che lascia in inglese le parole che non conosce ("Matterhorns", "Burma", ecc.) e che conserva le costruzioni delle frasi all'inglese. Ciò rende il libro praticamente illeggibile. Per capirlo ho dovuto acquistare la versione originale in inglese (fantastico, no?). Forse l'edizione della TEA (http://www.internetbookshop.it/ser/serdsp.asp?shop=1&c=VFKUPZPF47YKY) riporta una traduzione migliore. In conclusione: da acquistare, ma non in quest'edizione.

  • User Icon

    Maria Grazia

    16/06/2003 22:01:08

    E’solo l’ennesimo libro di viaggio? No è molto di più! E’ il terzo libro di Bill Bryson che leggo, non perché ho intenzione di ripercorrere le sue orme ma, unicamente, per il piacere che provo nel farlo…e non è poco! Quando si legge e ci si accorge che un sorriso spontaneo ci rimane stampato sulla faccia…credo sia già un buon motivo per proseguire! E, com’è scritto nel giovane Holden: “Quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere e tutto quel che segue vorresti che l’autore fosse un tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira”. Bè con Bill Bryson provo esattamente questa sensazione e non vorrei solo telefonargli ma viaggiare con lui! Oltre che un “simpatico-umorista” Bill Bryson è una persona ironica e curiosa capace di appassionare il lettore al suo diario di viaggio non solo con la descrizione dei luoghi ma anche nel cercare di ripercorrerne la storia. Spero nella pubblicazione di altri libri altrettanto coinvolgenti.

  • User Icon

    Fausto Fiscina

    26/02/2003 10:21:24

    Quello che fa l'ottino e sagace Bryson è ciò che vorrebbero fare molti quarantenni di questi primi, grigi anni del nuovo millennio: viaggiare in sola compagnia del distacco e l'ironia dell'esperienza e con la tranquillità della consapevolezza delle cose cercate e volute. Per chi non lo può fare, sotto a leggere tutto Bryson, non solo questo fantastico tour "down under".

  • User Icon

    ceriani franco

    24/12/2002 18:09:45

    Piacevole da leggere ed utilissimo per chi decide di visitare l'Australia. Da leggere prima di programmare il viaggio, vi aiuterà nella scelta delle varie tappe del viaggio.

  • User Icon

    Francesco

    22/12/2002 16:39:24

    Veramente bello specialmente per chi e stato o sogna di andare in Australia; l'alternarsi di storia e presente è stato il tocco magico del libro

  • User Icon

    ELENA

    28/06/2002 15:57:37

    A novembre 2001 sono stata in Australia un mese ed ho letto questo libro prima del viaggio, per prepararmi, e dopo per "godere" maggiormente di quanto ha scritto Bryson: piacevolissimo!!! eravamo in quattro e tutti hanno apprezzato il libro nello stesso modo. Fermo restando che l'Austrlia sia un paese assolutamente da vivere proprio per la sua diversità.

  • User Icon

    lory

    06/05/2002 16:55:56

    un libro divertente e leggero, con degli aneddoti molto divertenti, grazie alla vena comica di bryson. da leggere

  • User Icon

    valerio

    10/03/2002 21:02:38

    ho visto l'australia da sud fino all'estremo nord e guarda caso gli stessi posti raccontati da bill bryson, devo dire che dopo tante letture a riguardo finalmente mi sono divertito nel trovare chi la pensa come me.Bryson è delizioso nelle sue descrizioni autentiche e oggettive...bravo davvero un bel libro..da leggere preferibilmente in aereo per l'australia...24 ore sono sufficienti..buonviaggio a tutti

  • User Icon

    Sam

    20/10/2001 23:48:53

    Generalmente non ho mai apprezzato più di tanto la letteratura di viaggio (generalmente, uno scrittore di viaggi sta ad uno scrittore come un giornalista sportivo sta ad un giornalista), comunque ho trovato questa lettura tutto sommato piacevole e divertente.

  • User Icon

    Oblato Patrizia, Recoaro

    05/09/2001 05:01:12

    Finalmente qualcuno che lo scrive. L'Australia è piena di cose pericolose e di pazzi scatenati. La definizione che dà Bryson sulla filosofia degli australiani nel dare un giudizio sul loro paese è esilarante ma azzeccatissima. Leggendo questo libro ho rivissuto situazioni a me capitate. E ho riso veramente a crepapelle. L'Australia è un continente da visitare.

  • User Icon

    Maurizio Torretti

    18/07/2001 17:48:01

    Nozionistico quanto basta per un libro di viaggio, sufficientemente descrittivo per sognare ad occhi aperti, intenso e riflessivo, esilarante per le situazioni vissute in prima persona, il nuovo libro del simpatico Bryson, scrittore e viaggiatore intelligente ma soprattutto acuto osservatore, non ha la pretesa di oscurare le opere di colleghi più o meno illustri che prima di lui hanno raccontato e celebrato l'Australia. Piuttosto, attingendo dalla storia con la s maiuscola e da tante piccole e incredibili storie locali, dati statistici, aneddoti e fatti di cronaca ricostruisce con sapiente e leggera abilità narrativa lo spirito pionieristico dell'outback e quello dell'easy way of life degli australiani urbanizzati. Un viaggio attraverso deserti e foreste pluviali, barriere coralline e città abbandonate, spazi e luoghi dove l'autore incontra una natura incontaminata, dura e spietata, che ha scolpito caratteri e sentimenti, vizi e virtù, contraddizioni e sensibilità di una cultura giovane e dinamica.

Vedi tutte le 15 recensioni cliente
  • Bill Bryson Cover

    Giornalista e scrittore statunitense. I genitori, William and Mary Bryson ebbero altri due figli, Michael e Mary Elizabeth. Iniziò gli studi presso la Drake University ma li abbandonò nel 1972 quando decise di girare per quattro mesi per l'Europa. Fece ritorno in Europa l'anno successivo, con il suo compagno di scuola Stephen Katz. Alcuni episodi di questo secondo viaggio vengono rispolverati in Una città o l'altra, che documenta un viaggio simile intrapreso da Bryson vent'anni dopo.Nel 1975 la coppia tornò negli Stati Uniti dove Bryson terminò gli studi. Nel 1977 si trasferirono nuovamente nel Regno Unito dove rimasero fino al 1995. Durante la sua permanenza nel Regno Unito Bryson lavorò come giornalista, prima per il The Times e più tardi... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali