Categorie

Rosa Matteucci

Editore: Rizzoli
Collana: 24/7
Anno edizione: 2008
Pagine: 116 p. , Brossura
  • EAN: 9788817023238

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Andrea

    22/10/2016 10.43.03

    Sono deluso: dalla Rosa Matteucci di Lourdes mi aspettavo ben più di un collage di note di viaggio, scoordinate, ripetitive, senza capo nè coda. Non entro nel merito del soggetto, che di certo non piacerà ai puristi dell'India mistica e fiabesca, ma il fatto che questa parvenza di libro sia stata (immagino) rifiutata da Adelphi la dice lunga sulla sua qualità. Nonostante questo inciampo, Rosa grazie di scrivere!

  • User Icon

    Francesco C.

    15/05/2016 20.39.48

    Uno spassoso e picaresco viaggio nelle parti più squallide e sfigate dell'India, viste con un occhio spudoratamente e allegramente occidentale, non multiculturale. Il masochismo della scrittrice, vero o fittizio che sia, rende ogni singola esperienza del continente - da Tiruvannamalai ai temibili zingari del Maharashtra, dalle processioni salmodianti agli odori bestiali - una specie di calvario, ma pieno di umorismo e di senso dell'avventura. Non fatevi ingannare dai voti minimi attribuiti da chi forse si aspettava il solito elogio filosofeggiante dell'India esotica dai mille volti, un po' baedeker e un po' manualino del politicamente corretto. La Matteucci o la si ama o non la si ama, e per chi come me non riesce a leggerla senza sorridere o commuoversi questo libro - sicuramente leggero e senza pretese di romanzo - ricade felicemente, allegramente nella prima delle reazioni. Indimenticabili le scimmiette che le rubano la matita per gli occhi.

  • User Icon

    seleuko

    24/11/2014 17.17.03

    Io l'india l'ho visitata due volte ed è una nazione che sento dentro di me come poche altre, e credetemi, non è un discorso legato solo al misticismo, ma alla vera esigenza umana, quella che fatica e lotta, che sorride e si adagia con ritmi ormai a noi sconosciuti. L'autrice, divertentissima nei racconti, fa di questo libro una parentesi diversa, soggettiva a tratti quasi incredibile, ma vi posso giurare che alcuni episodi, vedi scimmiette e processione sono successi realmente e devo dire che sono grazie a Rosa che ora li rigido sorridendo...

  • User Icon

    angela

    25/11/2011 17.37.29

    Assolutamente orribile. Non sono mai stata in India ma la descrizione- sicuramente provocatoria, visto l'incredibile bruttezza del libro, la cui lettura costituisce una vera e propria sfida - non mi invoglia di certo!

  • User Icon

    Stefania D.

    10/03/2009 20.52.57

    Onestamente l'ho trovato piuttosto ripetitivo, talvolta con la sensazione che in certi punti sia stato scritto un pò troppo in fretta. Parla dell'India quella più povera, più drammatica, certo non si possono discutere le esperienze di chi l'ha vissuta quell'India, ma a lavoro concluso si ha un dipinto estremamente negativo, quasi nauseabondo. Simpatica la "verve" umoristica, ma si sa, leggendo un libro non è tutto!

  • User Icon

    Steve Banana

    08/01/2009 18.36.25

    Almeno ha il pregio di essere distaccata dal routinario incanto mittleuropeo dell'India come fulcro di cultura per capire la vita .... Semplicemente un punto di vista insolito, personale e realistico senza filtri pubblicitari.

  • User Icon

    MARINA

    06/11/2008 09.42.59

    OTTIMO LIBRO...CARINO E SIMPATICO..ASSOLUTAMENTE NON DA SEGNI DI RAZZISMO... COME SCRIVE IL PRIMO COMMENTO...VIVO TRA L'ITALIA E L'INDIA ED E' DESCRITTA IN MODO DIVERTENTE E SOPRATUTTO REALE...

  • User Icon

    Iuvenes protervi

    15/10/2008 16.04.21

    Terribile. Razzista, provinciale, gretto e irrispettoso. Nonchè scritto male. Il peggior investimento della mia vita, non posso credere che una casa editrice abbia avuto il coraggio di pubblicare simili vaneggiamenti. Veramente oltraggioso.

  • User Icon

    Chiara

    04/10/2008 18.52.45

    Neanche a me è sembrato granché: ripetitivo fino alla nausea, e poi, d'accordo che voleva distaccarsi dal modello dell'India paese pieno di fascino, misterioso, meraviglioso, ecc., per presentarne un'immagine più "cruda", ma c'era bisogno di dipingere gli indiani, tutti, come poco meglio di animali? Lo stile, poi... per risultare a tutti i costi "simpatica", l'autrice oscilla tra cadutone di stile con influenze dialettali e una prosa esageratamente "aulica", che vorrebbe tanto essere originale e invece risulta soporifera e artefatta.

  • User Icon

    Giuly

    07/09/2008 10.22.46

    Ecco, io sono una di quelle che ha trovato questo libro assolutamente “inutile”. Inutile perché non contiene nulla di “positivo”. Dà una immagine dell’India completamente negativa: sporcizia, furbizia, povertà, ignoranza… niente di più. Neanche un accenno sulla cultura millenaria, su un popolo che sta costruendo una delle realtà democratiche più importanti dell’Asia, su un popolo dal cuore “grande così”… Che tristezza… altro che libro divertente, mi ha lasciato solo dell’amaro in bocca! Certamente gli 11,20 Euro più sprecati della mia vita e, per fortuna, l’ho comprato con lo sconto!!

  • User Icon

    Ida Cinzia Positano

    27/06/2008 16.25.18

    Libro divertentissio soprattutto per chi come me vorrebbe visitare l'India. Lo stile ed il linguaggio dell'autrice sono assolutamente unici, o la ami o la odi.

  • User Icon

    Olivia

    14/06/2008 13.20.50

    Uno dei libri più divertenti e ben scritti che abbia mai letto.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione