€ 9,99

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Mr Gaglia

    13/10/2014 17:19:21

    Nel cinema contemporaneo succube delle logiche di globalizzazione, dell'evoluzione della tecnologia, del marketing e della commercializzazione, è sempre più difficile percepire la mano, lo stile di un regista. Spike Lee è un'eccezione. I suoi film hanno un marchio di fabbrica unico. I movimenti di macchina (odiati da alcuni), i carrelli, la fotografia, i riferimenti al razzismo, l'uso spropositato delle parole, sono elementi perenni del suo cinema che esprime emozione, attraverso i contrasti e l'onanistico utilizzo della macchina da presa. Inside man ne è un'ulteriore conferma. Divertita e assoluta. In una struttura da noir classico, altro genere con cui si confronta il regista, guidata da Dalton Russel (il bravissimo Clive Owen) un brillante detective Frazier (sempre meraviglioso Denzel Washington; questo attore non smetterà mai di sorprendermi. Forse fra i primi 5 attori migliori al mondo degli ultimi 15 anni) e l'irreprensibile Jodie Foster, l'opera confeziona una perfetta sceneggiatura intelligente e un "tricky" intoccabile nella cura dei particolari: il gessato bruciato, il cappello avana, la camicia bianca e la cravatta regimental oro e blu di Denzel sono classe pura. Ricco nella regia che culmina nel piano sequenza all'interno della banca, questo "magic touch" d'autore diverte nel mettere in scena una storia che cita Spillaine e Chandler, immergendoli nella poetica da strada del cineasta. Inside man è vero cinema. E Spike Lee is the Man. Un collezionista non può che acquistare il Dvd e tenerlo gelosamente in raccolta!

  • User Icon

    gege

    02/05/2010 09:28:09

    Film splendido, davvero da vedere!

  • User Icon

    MAURIZIO

    22/07/2009 09:22:37

    Caro Denzel mi dispiace ma ad ogni film interpreti te stesso cerca di amare il ruolo a te assegnato. FILM mostruosamente deludente sotto ogni particolare........

  • User Icon

    Convinto

    06/05/2009 13:38:08

    Grazioso come intreccio, intelligente come finale, tutto sommato un bel film, un giallo atipico (nel senso che tutti sanno già chi ha fatto cosa e bisogna solo scoprire come ne uscirà) ma...gli manca qualcosa. E' come se ci fossero ogni tanto dei vuoti che non sfruttano le (grandissime) potenzialità del film.

  • User Icon

    luis

    23/02/2008 17:06:39

    altro grande film, dopo i super-capolavori 25ma ora e SOS Summer of Sam. Ormai Mr Lee è una garanzia , non sbaglia più un colpo.

  • User Icon

    Gianluca

    21/02/2008 12:37:05

    Un film alimentare. Peccato che abbia alimentato anche l'entusiasmo del Mereghetti (quattro stelle!). E' invece una puntata tipo "Brivido dell'imprevisto" dilatata oltre misura. La solidità della regia e delle interpretazioni lo innalzano sopra la media, ma non è il caso di scaldarsi tanto.

  • User Icon

    *Sir Psycho Sexy*

    24/05/2007 19:44:25

    film buono ma parecchio sopravvalutato...

  • User Icon

    Beps74

    23/02/2007 09:10:33

    Io ho trovato la trama molto originale. il film è certamente da vedere. superbo Clive Owen

  • User Icon

    Diego

    02/01/2007 14:34:54

    Film imprevedibile, complesso, per niente banale, pieno di suspence. La sceneggiatura è a dir poco perfetta e lascia col fiato sospeso e la regia è superba. Gli interpreti sono tutti memorabili, da partire da Clive Owen a Christopher Plummer, senza dimenticare la Foster e Defoe. Washington è bravo ma il suo personaggio, il classico detective, è poco originale. Meglio Dalton Russell/Clive Owen. Davvero bella l'introduzione. Gli darei 4/5 ma visto la media davvero bassa...

  • User Icon

    Meli

    04/12/2006 20:27:06

    Sinceramente mi aspettavo qsa in più...Si la storia è bella: la "semplice" rapina con un background storico rende il tutto più cinematografico...ma è poco credibile!

  • User Icon

    karkja

    27/11/2006 16:11:04

    Film bello e ben girato, peccato non si capisca (sopratutto perchè non lo spiega) il perchè ed il percome della rapina in banca (rapinatori ebrei contro banchieri filo-nazisti sessantanni dopo solo per vendetta, non mi sembra una spiegazione verosimile per un film del genere).

  • User Icon

    alex aosta

    24/10/2006 16:49:17

    Film bellissimo, coinvolgente,ben girato,ben recitato,una storia con i controfiocchi.. mi ha riconciliata con Spike Lee.

  • User Icon

    massimo

    24/10/2006 12:43:34

    Non mi ha entusiasmato. Con un cast del genere si poteva fare meglio. Contorta l'idea: la "caccia" al collaboratore dei nazisti è un tema che andava 10 anni fa. Farla poi passando per una rapina in banca .... Poca azione per un film d'azione, con una storia contorta e poco credibile. Scarsa la colonna sonora. Diciamo che è un film "viziato" dall'idea di base del regista, con un potere corrotto e corrutivo contro cui è lecita la lotta con ogni mezzo.

  • User Icon

    luca

    09/10/2006 16:10:24

    Gran bel film, poche palle. Forse non ai livelli dell'eccellente 'La 25a ora' di cui ricalca un pò lo stile narrativo, ma il SIG. Spike Lee si conferma regista di primissimo livello a 360 gradi. Senza ombra di dubbio tra i migliori della stagione.

  • User Icon

    Giorgio_C

    23/09/2006 16:57:59

    Sprecato per il cinema, meglio sarebbe stato un TV movie (il personaggio della foster sembra uscita da "Sex and the city"). Spike Lee non esce dal genere e il suo talento (ma ne ha uno apparte il fatto di essere nero!?!), non fa decollare il film. C'è da sottolineare un fatto. Il buon Spike dice che non c'e posto a Hollywoond per i neri, che chi può dare la luce verde hai film e sempre bianco. Sarà, ma mi pare che lui sta sempre a lavorare e che questo film e prodotto da una major come la Universal. Forse l'unica afroamericana? Spike poca politica e semplicismo interaziale (il sik scambiato per mussulmano può succedere a tutti senza per questo essere razzisti), e più attenzione al girato e alle storie gioverenbbe al tuo cinema.

  • User Icon

    nico

    11/09/2006 15:57:19

    Film deludente e del tutto sopravvalutato, forse a causa del nome del regista: Spike Lee dimostra, al contrario, di non essere per nulla a suo agio nel genere "action movie". Il film risulta infatti privo di suspence, lento ed inverosimile (complice anche una sceneggiatura non del tutto chiara). I personaggi, poi, sono del tutto stereotipati e non basta la bravura degli attori a renderli più credibili. A complicare il tutto vi sono infine i messaggi collaterali contro la violenza e l'intolleranza razziale che il regista ha inserito probabilmente per mostrare che si tratta sempre di "un film di Spike Lee" - "destinato al dimenticatoio" - aggiungo io.

  • User Icon

    chiara

    01/09/2006 11:27:09

    Molto di suspance come film e carino anche se non eccezzionale, non molto bella la scena della rapina e dei rapinatori albanesi che è un pò sgradevole..Comunque è un buon film d'azione e di thriller..

  • User Icon

    pippo

    29/08/2006 14:16:36

    Come tutti i film interpretati dal grande Denzel Washington, questo è un grande film. Diciamo che l'idea non è delle più originali ma i dialoghi e gli attori lo fanno diventare di levatura notevole. Bello il finale anche se un po scontato. Bravo anche Clive Owen nei panni del rapinatore. Da vedere...

  • User Icon

    Caesar

    13/06/2006 16:48:03

    Sulla scia dei "Bank Robbery Movies", anche Spike Lee prende le redini di una storia non proprio originalissima, infarcendola con significativi indizi d'attualità, e puntando molto su un'alchimia notevole e una regia compatta, a tratti addirittura stratosferica. Nel mettere in scena la rapina perfetta, Dalton Russell (un efficace Owen) sa di avere a disposizione molto più del gremito caveau della banca, qualcosa che va tenuto segreto e che potrebbe scatenare più dubbi sullo scenario economico americano. E nello stesso momento entrano in gioco la mediatrice Jodie Foster e il negoziatore eccentrico Denzel Washington. Parto col dire che i primi dieci minuti sono straordinari, girati da Dio, tecnicamente perfetti, dalle riprese al montaggio, all'incalzante incedere nella storia. Nella parte centrale il film perde un pò di quota, rallenta un pò, per poi riprendersi nell'ultima parte, quando ogni verità viene a galla. Ma la bravura di Lee resta intatta, magari giocherellando meno con la sua New York City, ma sbattendo in faccia allo spettatore la stessa paranoia atmosferica dei suoi ultimi film (la liberazione del sikh, subito scambiato per un kamikaze; il disappunto di Owen sui videogiochi violenti). Tecnicamente è simile a LA 25a ORA e Lee aggiunge quella chicca ben ritmata dei controinterrogatori in flashforward, distensivi e spiritosi a volte. Nel terzetto dei protagonisti emerge a mio avviso una Jodie Foster fredda arrivista, e forse mai da tempo così sexy, e un caratteristi con i controattributi quale Christopher Plummer, che ultimamente troviamo un pò in ogne dove, più del prezzemolo. Buonissimo film con pregi e qualche difetto, forse quello che scopre l'intero valore tecnico di Lee come regista, che mostra di saper benissimo controllare una situazione fatta di suspence, ritmo incalzante, unendola alla giusta dose di ironia e visione di un'attualità del quale lui, forse, si sente ancora un pò spaventato.

Vedi tutte le 19 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Produzione: Universal Pictures, 2006
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 129 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1);Spagnolo (Dolby Digital 5.1);Tedesco (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Portoghese; Serbo-croato; Sloveno; Spagnolo; Tedesco; Turco
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2