Categorie

Intervista con il potere

Oriana Fallaci

Anno edizione: 2010
Formato: Tascabile
Pagine: 630 p., Rilegato
  • EAN: 9788817044356
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 6,48

€ 9,00

€ 12,00

Risparmi € 3,00 (25%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gianluca Galletti

    24/03/2011 08.10.45

    Le sue interviste sono tasselli di storia fondamentali per questo nostro periodo storico. Oriana Fallaci è potente, lucida, talmente tanto che scrive la Storia che vive come se la vedesse dall'alto a cinquant'anni dagli avvenimenti. Memorabile l'intervista con Pertini. Ognuno di noi la dovrebbe stampare e tenere esposta nella propria casa. Le interviste a Komeini e Gheddafi sono romanzi avvincenti. Un libro da far studiare ai nostri Parlamentari. Un libro da rileggere e rileggere.

  • User Icon

    Nicola Intrevado

    05/12/2009 21.50.52

    C'e' stato un tempo, in verita' non molto remoto, nel quale era un piacere leggere il giornale. Qualsiasi giornale.E non solo perche' ci scriveva la Fallaci. Io ricordo il Corriere della sera con un titolone in prima pagina " IO & GHEDDAFY " era il 1986 e, in alcune pagine c'era questo bel pezzo, di vera arte giornalistica, di morale, di racconto, persino di poesia. Di lezione. Poi, la Signora si chiuse nel suo eremo newyorkese, in quella sua casa alla 61^ strada East al n° 222, quella di mattoni giallini, e si chiuse dietro di se' anche i due cancelli neri, il primo che dava direttamente sulla strada, il secondo, pesantissimo, a difesa del massiccio portone d' ingresso. E in questa casa ci rimase dieci anni, fino ad offrirci Insciallah. Chiudendosi, si nego' di colpo al giornalismo ed ai giornali, forse perche' , gia' allora aveva intuito la caduta del " senso " ti tale scrittura. La perdita di credibilita'. Dignita'. E si offri' completamente a quella letteratura che aveva gia' frequentato ma che, definitivamente, la rubo' al suo primo amore. Ecco, queste interviste sono il ricordo , la prova, di cio' che e' stato il lavoro della Signora del giornalismo, di cio' che ha cercato e che ci ha donato. Grandi pezzi di scrittura che si offrono per ben 600 pagine, dove si avverte la sua chiara posizione di perfetta indipendenza poltica, la sua ferrea, nota, incrolabile passione civile, il suo buon senso della giustizia, del pudore in disuso, della misura urgente. E ogni incontro Komheini, Logan , Pertini , Malagodi, La Malfa, Sharon, Walesa, e' unico e irripetibile perche' cristalizzato al periodo storico nel quale e' stato pensato, costruito, concepito, scritto. E offerto in una forma di qualita' totale. Impeccabile. Dobbiamo molto alla Signora Fallaci, dobbiamo molto alla sua lezione di persona perbene innanzitutto, di personaggio irripetibile, di donna davvero. E leggendo questo bel libro saremo sicuramente migliori del giorno prima di averlo finito di amarlo.

Scrivi una recensione