L' inverno del mondo. The century trilogy. Vol. 2 - Ken Follett - copertina

L' inverno del mondo. The century trilogy. Vol. 2

Ken Follett

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2012
Pagine: 958 p., Rilegato
  • EAN: 9788804614920

€ 14,00

Venduto e spedito da LOMELLIBRO

Solo una copia disponibile

+ 5,50 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Cinque famiglie legate l'una all'altra il cui destino si compie durante la metà del ventesimo secolo, in un mondo funestato dalle dittature e dalla guerra. Berlino nel 1933 è in subbuglio. L'undicenne Carla von Ulrich, figlia di Lady Maud Fitzherbert, cerca con tutte le forze di comprendere le tensioni che stanno lacerando la sua famiglia, nei giorni in cui Hitler inizia l'inesorabile ascesa al potere. In questi tempi tumultuosi fanno la loro comparsa sulla scena Ethel Leckwith, la formidabile amica di Lady Maud ed ex membro del parlamento inglese, e suo figlio Lloyd, che presto sperimenterà sulla propria pelle la brutalità nazista. Lloyd entra in contatto con un gruppo di tedeschi decisi a opporsi a Hitler, ma avranno davvero il coraggio di tradire il loro paese? A Berlino Carla s'innamora perdutamente di Werner Franck, erede di una ricca famiglia, anche lui con un suo segreto. Ma il destino lì metterà a dura prova, così come le vite e le speranze di tanti altri verranno annientate dalla più grande e crudele guerra nella storia dell'umanità, che si scatenerà con violenza da Londra a Berlino, dalla Spagna a Mosca, da Pearl Harbor a Hiroshima, dalle residenze private alla polvere e al sangue delle battaglie che hanno segnato l'intero secolo. "L'inverno del mondo", secondo romanzo della trilogia "The Century", prende le mosse da dove si era chiuso il primo libro, ritrovando i personaggi de "La caduta dei giganti", ma soprattutto i loro figli.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,6
di 5
Totale 95
5
33
4
24
3
15
2
13
1
10
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Iryna

    10/03/2015 13:53:21

    Sono rimasta senza parole, quando ho letto i commenti negativi. E' probabile che le persone che li avevano scritti non sono amanti della storia. Qualcuno aveva scritto che il libro e' molto banale e noioso con i personaggi piatti. Secondo me, non e' vero. I personaggi sono stati ben descritti e il libro e' molto scorrevole e ci si affeziona fin dall'inizio ai suo protagonisti. Per me e' stato proprio cosi. Lo consiglio!

  • User Icon

    Matteo

    31/08/2014 19:29:00

    Un libro veramente molto bello! a mio parere superiore al precedente!

  • User Icon

    stefano

    29/07/2014 12:32:34

    Non tradisce le aspettative. Con questo secondo capitolo della trilogia i fatti che hanno portato alla seconda guerra mondiale, il suo svolgimento e il suo epilogo restano ben impressi e ben chiari nella mente (così come con il primo volume per la prima guerra). Lavoro di documentazione davvero impressionante. Il romanzo e i suoi personaggi vengono "incastrati" alla perfezione nello scenario storico così attentamente descritto rendendo la lettura assai piacevole. Davvero notevole. A mio parere un filo meglio del primo capitolo.

  • User Icon

    Mauro

    11/07/2014 09:07:36

    Ottimo libro. Avvincente, interessante e accurato storicamente. L'unica pecca è di essere un pochino noioso tra la fine della guerra e l'inizio della Guerra Fredda. Comunque, Ken Follet è un grande!

  • User Icon

    Gondrano

    28/04/2014 10:06:36

    Secondo capitolo della trilogia, livello ottimo come per il primo. Follett scrive davvero molto bene.

  • User Icon

    Alessia

    30/01/2014 11:23:32

    Bel libro, molto scorrevole e dettagliato..sarà che trovo molto interessante quel periodo storico, quindi i dettagli ci stavano tutti. Un capitolo tira l'altro!

  • User Icon

    Ettore

    17/11/2013 19:39:52

    Sarebbe anche un bel libro, però è fastiosa la ossessiva descrizione degli abbigliamenti. "Indossava" ricorre almeno cento volte.

  • User Icon

    Manuela

    01/10/2013 22:25:28

    Molto, molto bello

  • User Icon

    ROBY

    29/09/2013 12:42:36

    veramente un capolavoro , anche questa triologia come Mondo senza Fine e I pilastri della terra riesce a coinvolere totalmente il lettore , troppo bello . Interessantissimo poi il finale con la descrizione di quel periodo grigio fra la fine della guerra e l'inizio della Guerra Fredda . Da consigliare vivamente

  • User Icon

    Davide

    15/07/2013 21:21:36

    Un capolavoro, l'unico difetto che posso attribuire è il finale un pò troppo sbrigativo

  • User Icon

    nanni

    09/07/2013 13:36:03

    Interessante ambientazione storica e ricostruzone dei fatti che credo precisa, meticolosa. Grande scapacità di scrittura che scorre bene (altrimenti quasi mille pagine sarebbero difficili da leggere). Insomma gran bravura dell'autore, ma l'intreccio romanzato dei personaggi, surreale che combina storie da telenovela o da polpettone melodrammatico denota un limite difficile da perdonare.

  • User Icon

    max

    23/06/2013 23:55:03

    fantastico secondo episodio della trilogia. grande ritorno di follet con una peculiarità e una dovizia di particolari nel immedesimare il lettore nelle vicende e vicissitudini dei protagonisti. a mio parere migliore del primo da non lasciarsi sfuggire assolutamente

  • User Icon

    Luca

    01/06/2013 23:45:26

    Avvincente e appassionante come sempre Follett! A me è piaciuto molto soprattutto per la narrazione storica.

  • User Icon

    Stefano Pomiato

    31/05/2013 16:32:33

    Libro molto bello ed avvincente, molto piu'del primo volume che ho finito di leggere subito prima di questo: la trama e'ben costruita e Follett riesce ad intrecciare benissimo le vicende storiche reali con quelle personali dei vari personaggi senza che la trama venga troppo distorta o risulti inverosimile. La guerra poi viene raccontata in modo molto dettagliato in tutti i suoi aspetti piu'atroci, di sofferenza e di morte ma anche di violenze sulla popolazione civile, saccheggi, stupri e ingiustizie di ogni tipo. La descrizione dei singoli eventi e dei personaggi storici e'sempre molto precisa e cio'aiuta a capire meglio quel periodo storico e gli eventi che si sono succeduti. Anche tutti i personaggi creati dall'autore vengono descritti molto accuratamente, e il lettore capisce in modo molto chiaro le loro idee e come queste talvolta mutino nel corso degli eventi storici. In ultima analisi il libro mi e'piaciuto molto, molto piu'del primo volume; sono in attesa del terzo ed ultimo volume, soprattutto per vedere in quale periodo del 20° Secolo l'autore ambientera'l'ultima parte della trilogia e quali vicende capiteranno ai figli dei personaggi di questo libro. Mi ha colpito soprattutto il capitolo sull'attacco da partre dei giapponesi a Pearl Harbour: descrizione molto accurata e precisa, sembrava quasi di essere presenti nel momento dell'attacco. Un libro che sicuramente merita di essere letto, ma solo dopo il primo volume (errore che anche io stavo per commettere perche'non sapevo che fosse una trilogia).

  • User Icon

    Pero

    27/05/2013 16:34:58

    Ho fatto fatica a finirlo. Interessante solo il periodo storico; molto lontano dal Follet che conoscevo.

  • User Icon

    Bookman 101

    20/05/2013 20:41:17

    Ken Follett permea quest opera con grande maestria ed è documentato benissimo su eventi e periodi storici.Ho dato cinque perchè l'opera è scritta perfettamente.L'unica critica è che ha usato termini spudorati in molti punti,che potrebbero offendere.Per il resto è tutto ottimo e,nonostante l'opera sia molto ricca e varia e zeppa di personaggi,Follett ha saputo portare parallelamente avanti le storie come solo pochi scrittori sanno fare.

  • User Icon

    lalla

    09/04/2013 08:23:11

    Questo è il degno seguito del primo volume. La ricostruzione storica è magnifica ed accurata come al solito. Un libro molto coinvolgente, epico, avventuroso ed anche un pò romantico e mai noioso. Asspetto con ansia il 3° libro. Non si può non amare questo libro. Ve lo consiglio vivamente.

  • User Icon

    Lorso57

    04/04/2013 22:44:10

    Ken, il Grande Artigiano, muove con abilita' le sue pedine sulla scacchiera della Storia, combinando incontri piuttosto improbabili ma funzionali alla sua strategia di narrazione che combina vicende personali ai grandi eventi storici partendo dal 1930 e arrivando ai primi anni successivi al termine della Seconda Guerra Mondiale. Il risultato complessivo, comunque di lunghezza eccessiva, e' di buon livello, e consente al lettore di affezionarsi ai personaggi gia' incontrati nel primo volume della trilogia, e ai loro discendenti. Usato sicuro di qualita'. Interessanti le scene in cui i "nostri" personaggi vengono a contatto con i grandi protagonisti della Storia.

  • User Icon

    Alessandro

    30/03/2013 15:40:46

    Libro storico molto avvincente e credibile con i membri delle cinque famiglie che si incontrano fra loro dando vita a spettacolari episodi......in questo libro sono rappresentati tutti i lati umani crudeltà,bontà e altruismo in un contesto storico arduo e critico

  • User Icon

    Michela

    25/03/2013 13:51:27

    Un bel libro: storie di destini incrociati nello sfondo della Seconda Guerra Mondiale; scorrevole, semplice, immediato..unica pecca (trascurabile)alcuni episodi un po'"sforzati" che stonano......un buon Follet :-) anche se non meraviglioso come ne "I pilastri della terra"

Vedi tutte le 95 recensioni cliente

L’inverno del mondo è il titolo del secondo volume della trilogia The century di Ken Follett. Nel precedente, La caduta dei giganti, l’autore raccontava la storia di cinque famiglie, diverse per origine e provenienza, che si erano trovate a vivere eventi tumultuosi quali la Rivoluzione Russa, la caduta dell’impero Austrungarico e la Prima Guerra Mondiale. Il crollo degli antichi assetti statali e le vicende che facevano da sfondo al romanzo non erano altro che il presagio della crisi delle borghesie europee e dei valori da esse condivisi incarnati dai vari personaggi.
Nell’Inverno del mondo la narrazione riprende da dove si era interrotta nel libro precedente: la storia è ambientata nella Berlino del ventesimo secolo, più precisamente nel 1933, all’alba della Seconda Guerra Mondiale, ma spazia geograficamente fra la capitale della Germania, Londra, Mosca, per giungere infine a Pearl Harbur e Hiroshima.
Dell’ascesa politica di Hitler e dell’avvento del Nazismo, Carla von Ulrich, figlia undicenne di Lady Maud Fitzherbert, viene a sapere in maniera indiretta, dalle discussioni che avvengono nel contesto familiare, e in tal modo riesce a presagire la catastrofe imminente. Nel frattempo una vecchia amica inglese di Maud e suo figlio Lloyd si trovano a fare i conti con la fazione più estremista del partito nazista cui hanno deciso di opporsi. A tenerli d’occhio, il capitano Voloja Peškov, capo della sezione dei servizi segreti russi a Berlino. Intanto, a Cambridge, la cugina di Voloja, la bella Daisy, incontra Loyd, che rimane fatalmente attratto dalla giovane donna, mentre lei sembra preferire l’altezzoso e ricco Boy Fitzherbert. Del resto anche la passione di Carla von Ulrich per Werner Frank sarà messa a dura prova dalla guerra e dal destino avverso. Dall’altro capo del mondo invece, i due fratelli americani Woody e Chuck Dawer affrontano la terribile situazione storica in maniera diversa: uno decide di arruolarsi nell’esercito mentre l’altro entra in Parlamento e si dedica alla vita politica. Saranno il destino, una serie di peripezie e gli eventi storici a fare in modo che le vite dei vari personaggi si incontrino e si intrecciano fra loro fino a comporre un mosaico unitario.
Grazie all’abilità narrativa di Ken Follett le vicende storiche che fanno da sfondo alla storia si intersecano agli elementi di finzione, e così leggere L’inverno del mondo equivale ad attraversare un pezzo di storia, come entrare a far parte di una voragine dolorosa che attraversa i secoli, senza tuttavia farsi travolgere dagli eventi poiché salvaguardati dalla finzione narrativa.
Al lettore il compito di ricostruire, pagina dopo pagina, il puzzle che lega le cinque famiglie e che si compone pian piano solo quando i tasselli delle varie storie personali si stagliano in maniera netta sullo sfondo della grande Storia.
Il risultato è un romanzo avvincente, che cattura il lettore sin dall’inizio e lo costringe ad arrivare fino in fondo. Alle descrizioni puntuali e dettagliate di luoghi e personaggi - che tradiscono un attento lavoro di ricerca e di documentazione cui l’autore ci ha ormai abituato - si alternano passaggi dal ritmo serrato che tengono il lettore col fiato sospeso. Lo stile misurato, lineare ma al tempo stesso accattivante è quello inconfondibile di un maestro della narrazione come Follett.

  • Ken Follett Cover

    Scrittore inglese. Laureato in filosofia, poi cronista in un quotidiano, è diventato uno dei più popolari autori di best-seller con La cruna dell’ago (Eye of the needle, 1978). I suoi romanzi, che hanno trame ben congegnate e ricche di suspense, combinano avventura, ricostruzione storica, spionaggio e thriller: fra i molti, spesso portati con successo sullo schermo, si ricordano Il codice Rebecca (The key to Rebecca, 1980); L’uomo di Pietroburgo (The man from St. Petersburg, 1982); Sulle ali delle aquile (On wings of eagles, 1983); I pilastri della terra (The pillars of the earth, 1989); Una fortuna pericolosa (A dangerous fortune, 1993); Il terzo gemello (The third twin, 1996); Il martello dell’Eden (The hammer of Eden, 1998, premio Bancarella); Codice a zero... Approfondisci
Note legali