Invito a Capri con delitto. Le indagini del commissario Bertè - Emilio Martini - ebook

Invito a Capri con delitto. Le indagini del commissario Bertè

Emilio Martini

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Corbaccio
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,03 MB
Pagine della versione a stampa: 222 p.
  • EAN: 9788867003617

24° nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Narrativa italiana - Gialli - Narrativa gialla

Salvato in 33 liste dei desideri

€ 1,99

Punti Premium: 2

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

NOME: Gigi
COGNOME: Berté
CAPIGLIATURA: già brizzolata
TAGLIA: (troppo) large
PENSIERO: sottile
INTELLIGENZA: spessa
PIANTA PREFERITA: paulonia
PUNTUALITÀ: lombarda
GELOSIA: calabra
VIZIO CHE NON HA PIÙ: fumo
VIZIO CHE HA SEMPRE: mangiare molto
INSOFFERENZA 1: locali affollati
INSOFFERENZA 2: andare per negozi
STILE (secondo la Patty): antiquato
STILE (secondo la Marzia): classico

Alberto, amore mio... aiutami! Uccideranno anche me...
Così riporta una lettera che viene dal passato.
È firmata Diana Meyer, e risale al 1976, ma il professor Alberto Sorrentino la riceve solo quarant'anni dopo, e per pura fatalità.
Che fine ha fatto la bella austriaca che, in un infuocato agosto caprese, il professore ha immensamente amato?
Non era stato facile dimenticarla. Dopo il suo brusco e inspiegabile abbandono, l’aveva odiata per anni, ma ora quella lettera drammatica sbriciola le sue certezze. Forse Diana ha dovuto lasciarlo?
Per mettere in pace il cuore e la coscienza, il professore si rivolge all'amico  Gigi Berté, invitandolo a Capri.
Per il commissario con la coda la sfida è ardua: la vicenda è complicata da molteplici aspetti psicologici e le persone coinvolte sono poco propense a parlare. Inoltre, lavorare fuori dalla sua area di competenza limita la sua libertà d’indagine, già di per sé difficile perché i fatti sono lontani nel tempo.
I misteri antichi dell’Isola Azzurra e la sua sfibrante bellezza catturano anche Berté, che esorcizza le sue paure scrivendo racconti e telefonando all’amata Marzia.
Ma quando il passato ritorna e colpisce ancora nel presente, tingendolo di rosso, Berté, con la sua abilità e i suoi metodi anticonvenzionali, riesce a ricostruire l’intricata vicenda, fino al colpo di scena finale.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,12
di 5
Totale 10
5
1
4
4
3
2
2
2
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    annalisa

    18/06/2018 09:39:43

    concordo con le recensioni precedenti. Ho letto tutto Martini e non potevo farmi scappare questa sesta avventura. Sono a metà libro e, nonostante si legga con piacere per l'accuratezza delle descrizioni e la scrittura sempre scorrevole, manca di qualcosa. a presto con Gigi Bertè..nella sua nebbia e con la sua Marzia vicino!

  • User Icon

    archipic

    26/10/2017 15:32:00

    Trasferta caprese per Bertè con annessa indagine anche se diversa dal solito. Belle le atmosfere capresi e l'idea che si dà della vita isolana dei tempi d'oro. Non conquista del tutto però, anche se la trama è interessante ma il ritmo è troppo compassato, senza scatti o colpi particolari.

  • User Icon

    zan

    05/10/2017 06:36:51

    L’ambientazione fa la differenza … A Capri il buon Bertè non sembra lo stesso che abbiamo conosciuto a Lungariva e a Milano, ma la trama è accattivante e l’atmosfera magica dell’isola ne è il protagonista principale (e anomalo rispetto ai precedenti romanzi) che la fa da padrone. Tutto sommato un buon libro.

  • User Icon

    Claudio

    27/09/2017 19:55:16

    Indubbiamente non è il migliore dei romanzi sul vicequestore aggiunto Bertè. La trama è anche intrigante, ma al limite dell'inverosimilità. Comunque alla fine il Nostro riesce a scoprire il colpevole di due omicidi, uno du quarant'anni fa e uno dello stesso giorno in cui è sbarcato a Capri. In più l'Autore ci ha elargito una storia di Capri e una voglia di visitarla.

  • User Icon

    Silvana

    07/08/2017 14:08:08

    Nell'insieme non mi è dispiaciuto ma preferisco di gran lunga i racconti ambientati a Lungariva.

  • User Icon

    Rosanna

    24/07/2017 07:21:25

    Ho letto tutti i libri di Emilio Martini, effettivamente mandare Gigi Bertè a Capri è stato un peccato lo preferisco a Milano o a Lungariva. Però devo dire che la trama mi ha conquistato , anche se un pò surreale. Lo scritto di Martini mi coglie sempre con la voglia di leggere il libro in un battibaleno e ciò significa che è scorrevole, intrigante e coinvolgente. Consiglio a tutti di leggere Emilio Martini dal suo primo libro in ordine di pubblicazione fino ad arrivare a questo sesto. Rimango in attesa del prossimo.... Complimenti Emilio Martini

  • User Icon

    Cristina52

    23/07/2017 20:04:25

    Decisamente piacevole e scorrevole la lettura ,il giallo ę intrigante.Lo consiglio per le vacanze

  • User Icon

    angelo

    23/07/2017 14:55:26

    Io adoro Capri e in questo romanzo ho ritrovato l'isola, i suoi profumi e anche le sue malìe. La storia d'amore del professore è coinvolgente e strana, il finale spiazzante. Una lettura piacevole e un modo intelligente di riscoprire Capri la sua storia e i suoi segreti.

  • User Icon

    Max

    13/07/2017 08:00:06

    Ho letto tutti i libri di Bertè e mi sono divertito : in questo manca l'atmosfera di Lungariva,le donne la coscienza e l'ironia del commissario, la trama è insignificante ed improbabile, ma soprattutto manca Bertè. Ma Martini da chi se lo è fatto scrivere? Un disastro ...

  • User Icon

    pier

    30/06/2017 12:52:56

    Ho letto tutti i romanzi (questo è il sesto) della serie Bertè e quest'ultimo purtroppo lo reputo il peggiore. I precedenti erano tutti da valutazione medio-alta. La colpa principale è lo svolgimento fuori sede. I personaggi delle varie serie (TV, libri ecc.) se portati fuori dal loro ambiente perdono (secondo me) buona parte del loro fascino. Speriamo che col prossimo Bertè torni a Lungariva. Buona lettura.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente
  • Emilio Martini Cover

    Emilio Martini è lo pseudonimo per due sorelle milanesi, Elena e Michela Martignoni. Insieme hanno scritto i romanzi storici Requiem per il giovane Borgia, Vortice d’inganni, Autunno rosso porpora, Il duca che non poteva amare. Sono anche autrici di  una serie di gialli che hanno per protagonista il commissario Berté (dietro cui si cela un reale vicequestore), tra cui ricordiamo Il ritorno del Marinero, La regina del catrame, Farfalla nera, Chiodo fisso, Doppio delitto al Grand Hotel Miramare, Il mistero della gazza ladra,  Invito a Capri con delitto, e le raccolte I racconti neri del commissario Berté, Talent Show e Ciak: si uccide. Le indagini del commissario Berté. Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali