Io che amo solo te

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Marco Ponti
Paese: Italia
Anno: 2015
Supporto: DVD
Salvato in 25 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 3,74 €)

Ninella ha cinquant'anni e un grande rimpianto: da giovane amava follemente don Mimì, ma i loro sogni di matrimonio vennero spezzati dall'avversione della ricca famiglia di lui. Ora il destino le fa un regalo inaspettato: sua figlia Chiara si fidanza proprio con Damiano, il figlio dell'uomo che ha sempre sognato, e i due ragazzi decidono di convolare a nozze. Il matrimonio di Chiara e Damiano si trasforma così in un vero e proprio evento per Polignano a Mare, paese bianco e arroccato di uno degli angoli più magici della Puglia. E in un matrimonio del genere può davvero succedere di tutto. Anche l'impossibile.
4,25
di 5
Totale 8
5
3
4
4
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    vico

    17/05/2020 11:11:31

    Bella commedia all'italiana con un cast d’eccezione: un bravissimo Riccardo Scamarcio è infatti accompagnato da un sempre perfetto Michele Placido e da una Luciana Littizzetto al meglio della sua simpatia. La storia è, come spesso in questo genere cinematografico, forse un po’ banale, ma nel complesso piacevole ed il film si fa guardare volentieri, complici anche i panorami mozzafiato che fanno da sfondo a questa bizzarra avventura. Un pizzico di romanticismo, sempre gradito nel genere comico, condisce il tutto cascando a pennello come una punta di peperoncino.

  • User Icon

    Mimmo

    11/03/2019 21:45:36

    Un film leggero da vedere a casa con la propria dolce metà, oppure con gli amici per sorridere insieme. Si parla di amore, di matrimoni al sud, di amicizia, di famiglia. Ma. Si parla anche di occasioni perse, di scelte sbagliate. E un film che insegna ad essere consapevoli dei propri sentimenti, va visto assolutamente

  • User Icon

    Gertrud

    11/03/2019 08:01:26

    Due storie d'amore, una fra due giovani e una meno convenzionale, fra i genitori di questi due giovani, un amore che non ha potuto realizzarsi ma che mai ha smesso di vivere. A tratti divertente, a tratti ti fa riflettere, consigliato!

  • User Icon

    Maria Elisa

    23/09/2018 14:48:11

    Ho adorato questo film. Due storie d'amore che si intrecciano. Don Mimì e Ninella custodiscono tacitamente nel cuore il loro amore poichè le circostanze della vita li hanno portati a separarsi e sperano almeno nel lieto fine per i rispettivi figli, che anche loro innamorati, stanno per convolare a nozze. Ma le cose non sono mai semplici; tensioni, paure, metteranno alla prova Chiara e Damiano facendo vacillare le loro certezze. Il finale vi farà emozionare, sulle splendide note di "io che amo solo te" cantata dalla splendida voce di Alessandra Amoroso. Il messaggio: un amore non deve essere perfetto, un amore deve essere semplicemente vero perchè se un amore è vero troverà sempre il modo per ritrovarsi e non sarà mai tardi per ricominciare.

  • User Icon

    Debby

    22/09/2018 17:12:50

    Una insolita storia d'amore ambientata in Puglia da cui è tratto l'omonimo film. Alla base del libro c'è la storia tra i due protagonisti in procinto di sposarsi ma nel frattempo ci si imbatte in altre storie in cui si evincono diverse sfaccettature dell'amore. Sicuramente un libro da leggere e da consigliare.

  • User Icon

    Ele.na

    21/09/2018 09:55:49

    Molto divertente, un libro che cattura e 'si divora'. Personaggi molto simpatici e a loro modo 'credibili', reali. Consiglio anche il successivo 'la cena di natale', più breve e forse meno coinvolgente del primo ma la mitica sorella di Chiara Nancy è più agguerrita che mai !

  • User Icon

    Rita Vivona

    19/09/2018 09:22:08

    La commedia mantiene un ritmo leggero e scorrevole. Le magnifiche riprese dei luoghi pugliesi nel quale il film è ambientato sono un loro punto a favore. Nel film vi è l'apparizione della cantante Alessandra Amoroso, che da il pezzo che da il nome al film. Tra le convenzioni e il conformismo dei matrimoni all'italiana, tra i nuovi mezzi di comunicazione che irrompono nei preparativi dell'evento. 'Io che amo solo te' riesce , anche nella tematica vista e rivista nelle commedie italiane, a dare spazio ai sentimenti veri. Ma soprattutto emerge il contrasto tra la superficialità con i cui i due giovani affrontano il loro matrimonio e il vecchio amore, ancora solido, tra i genitori dei due.

  • User Icon

    n.d.

    20/10/2017 08:21:04

    Bel film

Vedi tutte le 8 recensioni cliente

Una commedia corale che riesce a mantenere un buon equilibrio fra il tono e il ritmo brillanti tipici del genere

Trama
Damiano e Chiara sono in procinto di sposarsi nel loro paese natale, Polignano a Mare. Quel matrimonio è il coronamento di una storia d'amore, ma non necessariamente quella fra i due ragazzi: il padre di Damiano, Mimì, e la madre di Chiara, Ninella, erano infatti una coppia in gioventù, ma essendo il fratello di Ninella, Franco, finito in galera per contrabbando Don Mimì, il potente locale, non aveva più potuto sposare Ninella, e aveva dovuto accontentarsi di Matilde, donna arida ma di ottima famiglia. Quali saranno le coppie destinate a rimanere insieme per la vita? E quanti altri segreti nascondono le famiglie di Damiano e Chiara?

  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2016
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 102 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Italiano
  • Formato Schermo: 2,40:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers; dietro le quinte (making of); scene inedite in lingua originale; errori; speciale
  • Marco Ponti Cover

    Marco Ponti, già professore di Economia Applicata al Politecnico di Milano, esperto di trasporti, si è specializzato negli Stati Uniti. Ha lavorato per tredici anni come consulente per la Banca Mondiale, poi per l'OCSE, la Commissione Europea e cinque ministri italiani dei Trasporti. Ha fondato la società di consulenza TRT ed è stato amministratore di società pubbliche nel settore. Nel 2019 ha coordinato il gruppo che ha svolto analisi costi-benefici di 5 grandi progetti, tra i quali la TAV Torino-Lione. Nel 2019 pubblica per Piemme Grandi operette. L'analisi costi-benefici e la disinformazione strategica. Approfondisci
  • Riccardo Scamarcio Cover

    Attore italiano. Studia recitazione al Centro sperimentale di cinematografia di Roma e viene scritturato nella serie televisiva Compagni di scuola (2001) prima di esordire sul grande schermo con una piccola parte in La meglio gioventù (2003) di M.T. Giordana. Espressione inquieta e imbronciata e aria da bullo, l’anno successivo ottiene grande notorietà e diventa uno dei volti più amati dal pubblico adolescente con il personaggio del giovane turbolento Step di Tre metri sopra il cielo (2004) di L. Lucini, tratto dall’omonimo romanzo di F. Moccia, ruolo che interpreterà anche nel sequel Ho voglia di te (2007) di L. Prieto. Consacrato a nuovo sex symbol, viene diretto in ruoli da protagonista da F. Paravidino nel suo film d’esordio alla regia Texas (2005), da M. Placido in Romanzo criminale (2005),... Approfondisci
  • Laura Chiatti Cover

    Attrice italiana. Si mette in luce in concorsi di bellezza, che a fine anni '90 le guadagnano la parte in un paio di commedie melodiche per adolescenti a firma di M. Laurenti. Dopo una parentesi televisiva, torna sul grande schermo: ragazza inquieta in Mai più come prima (2005) d G. Campiotti, incarna il sogno di migliaia di coetanee in coppia con il ballerino televisivo K. Kadiu, in Passo a due (2005) di A. Barzini. La consacrazione avviene l'anno successivo con la felice coincidenza dei due ruoli in A casa nostra di F. Comencini e ne L'amico di famiglia di P. Sorrentino, accomunati dallo sguardo solo in apparenza trasparente dell'attrice, donna ambigua e manipolatrice in un corpo da ragazzina angelicata, insieme vittima e carnefice. Poco o nulla aggiungono la sensibile bad girl di Ho voglia... Approfondisci
  • Michele Placido Cover

    Attore e regista italiano. Interprete dal carattere intenso e viscerale, ma capace anche di toni dimessi, fa la sua prima apparizione cinematografica in Teresa la ladra (1973) di C. Di Palma, seguita da un decennio in cui recita in numerosi film (tra i principali Romanzo popolare, 1974, di M. Monicelli e Salto nel vuoto, 1980, di M. Bellocchio). La svolta della sua carriera arriva nel 1984 con il ruolo del commissario Cattani nelle quattro fortunate serie televisive di La Piovra: diventa così uno degli attori italiani più richiesti e offre due vibranti interpretazioni in Mery per sempre (1989) di M. Risi e, nel ruolo di un losco affarista, in Lamerica (1994) di G. Amelio. Nel 1990 esordisce nella regia con Pummarò, un film sui problemi di integrazione degli immigrati. La sua carriera di regista... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali