Categorie

Luigi Accattoli

Editore: EDB
Collana: Itinerari
Anno edizione: 1999
Pagine: 112 p. , Brossura
  • EAN: 9788810509463

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Tino Cobianchi

    30/04/2002 09.22.51

    Il volume raccoglie gli articoli del vaticanista del "Corriere della Sera" usciti qualche anno fa sulla rivista "Evangelizzare". Accattoli, riscrivendo ed ampliando quegli interventi, si propone ora di rispondere alla domanda se "è possibile per una donna e un uomo del duemila, mettere su casa e avere figli con i sentimenti che furono di Gesù". Un altro intento è di "mostrare l’attualità del distacco e della libertà evangelica nella nostra epoca: la loro possibilità concreta, la loro praticabilità quotidiana". Il libro è organizzato per argomenti. Accattoli inizia affrontando il tema "CASA". L'autore espone il suo pensiero su come dovrebbe essere la casa del cristiano "perché‚ veicoli e non sequestri la vocazione della sua vita": povera ma grande; vi sia un segno in ogni stanza; non riempirla di cose inutili. Accattoli passa poi alla "GIORNATA" e come "dare un orientamento cristiano alla giornata, comprensibile a noi stessi e comunicabile agli altri". Indica a tal proposito alcuni punti essenziali: vivere ogni giornata con massimo impegno e come se fosse l'ultima; trovare il tempo per quello che conta; ricercare disciplina mentale e quiete interiore; dare spazio alla preghiera nella vita di coppia e della famiglia; riscoprire i ritmi naturali e "sottrarsi dall'incantesimo del tempo uniforme, stregato dal neon". E' poi la volta del "LAVORO". Accattoli suggerisce alcune modalità per realizzare un rapporto libero con il lavoro. Dopo aver ricordato che il lavoro "è il luogo in cui deve manifestarsi la vocazione quotidiana del cristiano comune", l'autore invita a non fare del lavoro un valore assoluto e cercare di impostare la vita "in modo che risalti una priorità alternativa". Segue, anche qui, una serie di provocazioni: rifiutare il doppio lavoro; vagliare con prudenza decisioni di carriera che potrebbero costringere a prestazioni lavorative eccezionali; evitare il lavoro di domenica; vivere l’attività lavorativa con il distacco necessario e cercare di educare i figli ad apprezzare il lavoro.

Scrivi una recensione