Categorie
Traduttore: S. Bortolussi
Editore: BEAT
Collana: BEAT
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
Pagine: 335 p., Brossura
  • EAN: 9788865590331
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 4,86

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Lee66

    08/05/2015 21.49.32

    Al di lá degli elogi per la giovane etá dell'autore e per la scrittura originale, rimane un racconto eccessivamente prolisso e dispersivo che vorrebbe rendere poetica e originale una storia che prende spunto e origine dalla malattia di Alzheimer e in particolare la sua forma ad esordio precoce e la sua trasmissibilità parentale. Da qui la necessitá di ricerca delle origini del protagonista, e di quelle della sua famiglia. Alla fine l'autore convince poco, arzigogola troppo e si perde, ottenendo una storia un pò noisiosa, poco coinvolgente, senza soffermarsi troppo sulla condizione della malattia ma illustrando una soap opera confusa con finale annacquato. Poco intrigante e se si voleva centrare la storia sugli effetti, le conseguenze, soprattutto sui familiari, e l'aberrazione della malattia, si è sbagliato bersaglio. Peccato, la storia poteva essere sviluppata meglio. Tra l 'altro: ma dove si sviluppa la "straordinaria intelligenza del protagonista" indicata nella descrizione del libro?.. Mistero...

  • User Icon

    Stefania

    18/01/2014 20.46.55

    Bravissimo l'autore, libro molto originale e toccante

  • User Icon

    Francesco72

    29/08/2013 23.39.00

    Per me, straordinariamente bello. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Ale

    04/09/2012 12.21.56

    Ho trovato questo libro per caso mentre ero alla ricerca di una lettura da spiaggia e devo dire che mi ha sorpreso per l'intensità della storia e di come viene raccontata. Massimo dei voti considerando anche l'età dell'autore e la difficoltà di trattare un argomento del genere senza cadere nella banalità e nella retorica.

  • User Icon

    silvia

    28/08/2012 21.16.16

    Contrariamente al mio solito ci ho messo un bel pò a finirlo, però nel complesso devo dire che mi è piaciuto molto.Non saprei definirlo perchè l'ho trovato davvero particolare e il finale mi ha sorpreso ! Se penso che è stato scritto da un venticinquenne bè ... tanto di cappello !!!

  • User Icon

    Lomax

    01/12/2011 15.39.40

    Un libro grandioso e tragico, un racconto davvero struggente per capire quanto doloroso possa essere il viaggio che compiono i malati del morbo di Alzheimer (ma anche i loro familiari), definito, giustamente, una delle patologie più invalidanti e a più grave impatto sociale del mondo. Bravissimo Merill Block.

  • User Icon

    Matteo

    23/09/2009 12.30.48

    Molto bello, peccato che il finale sia un pò tirato via.

  • User Icon

    Sarah

    04/02/2009 20.57.56

    avevo letto una recensione e mi aveva incuriosito, l'ho preso e la lettura non mi ha convinta, non mi ha affascinato e coinvolto, dispersivo.

  • User Icon

    luigi

    17/11/2008 09.38.36

    assolutamente straordinario...

  • User Icon

    Marina

    09/09/2008 15.04.55

    Mi è piaciuto, originale, intelligente, ironico quanto basta. Sono d'accordo con le perplessità di chi reclama un maggiore coinvolgimento emotivo, anche io sono rimasta un pò delusa da questo aspetto. In ogni caso lo consiglio ai miei amici soprattutto per la capacità dell'autore di tarttare un argomento così delicato e difficile senza cadere nel "trattato" medico o nel saggio noioso. Bello. Anche io avrei ampliato il finale. Leggetelo.

  • User Icon

    silvia

    03/09/2008 14.15.06

    Il mio commento di pancia sarebbe un 2: questo libro non è riuscito ad emozionarmi. O forse mi ha angosciato troppo. Invece alto è il voto che si merita il giovane autore. Innanzitutto scrive benissimo! Intelligente, ironico, raffinatissimo, ma mai aulico. Anche l'intreccio è perfetto, struttura geniale. Peccato davevro che non mi abbia appassionato.

  • User Icon

    vale

    01/09/2008 14.14.02

    Bello, forse un po' prolisso, ma di certo bello.Interessante.All'inizio dopo dieci pagine volevo subito richiuderlo, poi però andando avanti mi è piaciuto.

  • User Icon

    Latinese

    21/07/2008 11.54.30

    Ben confezionato, ben documentato, ma un po' troppo zuccherato per i miei gusti... e le parti su Isidora alla fine erano superflue. La storia Block ce l'aveva, ci ha arzigogolato troppo su, forse per arrivare alle dimensioni del solito mattone americano. Magari, siccome è giovane, ventisei anni, col tempo migliorerà. Sempre posto che sentiremo riparlare di lui...

  • User Icon

    Kurjakurjak

    11/07/2008 10.09.24

    Per alcuni aspetti mi ha ricordato "molto forte incredibilmente vicino" di Foer senza, a mio avviso, raggiungere la stessa vitalita'. Comunque, per me, buone idee e stile piacevole. Il finale forse e' un po' troppo veloce o poco curato.

  • User Icon

    ALESSIA

    02/07/2008 12.50.09

    Ottima lettura, molto interessante. Ritengo questo giovane autore una piacevole scoperta ed un talento promettente. Il romanzo è delicato nel descrivere i personaggi, permeato di un'atmosfera particolare. Lo consiglio. Invidiabile stile narrativo.

  • User Icon

    marilia

    21/06/2008 20.14.29

    plaudo all'ottima prova del giovane stefan, ma pur essendo un ottimo esordio per un giovane, ancora ce ne vuole prima di gridare al miracolo. un aspetto della sua scrittura che è però notevole è la sua CAPACITA,VERAMENTE RARA, di rendere "divertente addirittura" la fintoscientifica descrizione della malattia della madre. se tutti i lavori scientifici avessero lo stesso taglio.. ma purtroppo l'interesse è divulgare dati infischiandosene della forma.

Vedi tutte le 16 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione