Io non soffro per amore

Lucía Etxebarría

Traduttore: R. Bovaia
Editore: TEA
Collana: Teadue
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
In commercio dal: 11 giugno 2009
Pagine: 280 p., Brossura
  • EAN: 9788850219049
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 7,31

€ 8,60

Risparmi € 1,29 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più

€ 4,64

€ 8,60

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    chiara

    24/04/2012 00:29:39

    spero che un giorno riuscirò a farlo leggere alle mie figlie,anche se la mia più grande speranza è che siano sempre supportate da una potentissima autostima e ironia!ma anche in questo caso sono certa che saprebbero trovare spunti di riflessione. soprattutto servirebbe a quelle donne,di cui a volte faccio parte anch'io, che non riescono a guardarsi davvero nello specchio senza mentire a se stesse,ovviamente per amore! il consiglio che dovremmo sempre tenere a mente è che l'Amore non è sofferenza.MAI. ecco perchè anche in coppia è importante saper badare e bastare a se stesse! p.s.evviva le donne!

  • User Icon

    freed

    10/09/2010 11:25:33

    non esattamente il libro più esaltante della atxebarria. lo stile e gli ambienti sono gli stessi, ma questa volta mi è sembrata trattare un argomento che anche se vissuto in prima persona risulta essere un pò più grande di lei. alla fine mi è sembrato quasi noioso e ripetitivo. ha scritto mooolto meglio.

  • User Icon

    christian

    26/01/2009 20:29:23

    Se questa donna si fosse presa la briga di leggere Jung (e relativi concetti come L'"ombra" e l'"immagine dell'anima")ed un po' di mitologia greca prima di scrivere, avrebbe evitato di dispensare molta ignoranza a questo nostro mondo già così vessato. Risultato: visto che non è in grado di portare consapevolezza nè a se stessa nè agli altri, si mette a dare consigli pratici che oscillano tra quelli di "Donna moderna" e quelli di "Grazia", con la presunzione però che siano molto più alti. E lo fa ovviamente mentre per tutto il tempo condanna aspramente le riviste femminili ( qui la rimando di nuovo al concetto junghiano di "ombra" proiettata). Frasi come "innamorati solo di chi ti contraccambia" e " se una relazione non ti rende felice, non ti serve", anche se hanno la loro parte di giustezza fatta di senso comune ed amore per la vita, trasudano, per la maniera in cui lei le pone, talmente tanta superficialità ed ignoranza della Vita, della psicologia di base, e, per chi ci crede, delle dianmiche karmiche, che ci si potrebbe scrivere sopra un altro libro. Per non parlare del fatto che nascosta dietro a piccole confessioni insignificanti (che lei però spaccia per profondissime) come la questione che lei non si depili, ci sia, per chi sa vederla, un'enorme aggressività inconsapevole mascherata da tutt'altro. LIBRO CONSIGLIATISSIMO PER PERSONE DI VERA CULTURA E SPIRITI LIBERI CHE ABBIANO 15 EURO DA SPENDERE PER GUADAGNAR CONFERMA ASSOLUTA DEL FATTO CHE IL MONDO OCCIDENTALE è FATTO ANCORA DI IGNORANTI GRAVI PER LO PIù, E FARSI DUE BELLE RISATE CHE TIRINO SU IL MORALE. COMPRATELO ASSOLUTAMENTE, FA BENE ALL'AUTOSTIMA!!!.

  • User Icon

    Marcella

    24/01/2009 12:04:22

    Un occasione per esaminare la propria vita e solo un'aspirina (come promette l'autrice) per smettere di essere vittime di se stesse e dei giudizi e delle pretese della società... ma l'aspirina ai virus gli fa un baffo! L'autrice sprona a cercare la cura più potente dentro di noi e incoraggia a farlo partendo dalla sua esperienza personale. Ci sono scritte delle verità che cerchiamo di ignorare ma che vale la pena di leggere e riconsiderare... a volte sono delle cose un pò stupide ma che, giorno dopo giorno, riescono ad influenzare la nostra vita e a farci male. Un piccolo contributo per il male sottile che mina le donne di oggi. Buona lettura

  • User Icon

    nottestellata

    11/04/2008 00:42:15

    Meraviglioso... fermarsi ad una recensione mi pare riduttivi.. troppi gli spunti, le emozioni e le riflessioni che suscita... questo con la maestria dell'autrice, perfetta nel districarsi tra lo sdrammatizzare, l'autoironia e la verità spesso amara.. tra saggio, romanzo e autobiografia, si riflette su se stessi, sul proprio modo di rapportarsi e sul perchè di certe situazioni ripetitive che caratterizzano la nostra esistenza. Sublime l'iniziale paragone tra il jazz e la vita sentimentale.. Per uomini e donne.. per chiunque voglia guardarsi dentro senza timore, e, come sottolinea l'Etxebarrìa, per far questo non basta certo un libro "aspirina", ma con la sua onestà non si rischia di viverlo così, ma elemento da aggiungere al nostro bagaglio personale, e che ci spinge a trovare anche altre vie di autoanalisi.. non l'ho ancora terminato e mi piacerebbe condividere considerazioni.. ...insomma.. un "breviario" fantastico.. ogni libro per il lettore ha il suo momento... nel mio caso è andata così!!!!!!

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione