Traduttore: L. Serra
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2003
Formato: Tascabile
Pagine: 265 p., Brossura
  • EAN: 9788804519522

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Fantascienza - Fantascienza classica

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 5,94

€ 11,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    zombie49

    19/09/2017 08:11:33

    Nel XXI secolo gli uomini hanno colonizzato lo spazio e vivono in simbiosi con i robot, che li aiutano nella vita domestica e nei lavori più faticosi. Non sono però semplici macchine: sono degli androidi pensanti, hanno dei sentimenti e un codice etico, pur impostato dall’uomo. Seguono, infatti, le tre leggi della robotica: non possono recare danno agli umani, devono obbedire agli ordini, senza però contravvenire alla prima legge, e devono proteggere la propria esistenza, ma senza violare i precedenti commi. Il libro raccoglie nove racconti, scritti fra il 1940 e il 1950, nell’epoca d’oro della fantascienza, quando si sognavano le esplorazioni spaziali e si pensava potesse esserci vita aliena nel sistema solare. E’ divertente considerare quali ipotesi futuristiche si siano avverate: i viaggi nello spazio destano poco interesse, e hanno scopo solo scientifico; i satelliti artificiali servono x le comunicazioni; i robot sono macchine industriali, non androidi. Asimov era un personaggio poliedrico: scienziato, chimico, filosofo, ateo, pacifista, e riflette le sue idee in questi racconti. Non sono storie d’azione, ma di conoscenza e ragionamento logico. Certo, manca la suspense della fantascienza: l’esplorazione e l’ignoto. In questi racconti non ci sono mostri alieni assassini ma ragionamenti etici e filosofici che contrappongono logica e sentimento. Tuttavia, le storie sono un po’ ripetitive: il conflitto tra le irreprensibili leggi della robotica crea uno stallo, e gli uomini devono risolverlo attraverso il ragionamento. Si ritrovano più volte gli stessi protagonisti: più che una raccolta di racconti, sono episodi a puntate. I personaggi sono poco definiti e banali: per questo preferisco le storie in cui esseri umani e robot manifestano dei sentimenti. A mio avviso Asimov si è divertito a prendere in giro i lettori con la logica dell’assurdo. Non è fantascienza: sono rompicapo da “Settimana Enigmistica”. Mi stupisce che sia considerato un capolavoro.

  • User Icon

    Robocop

    27/06/2015 15:05:38

    un capolavoro assoluto della fantascienza agli albori. consigliatissimo!

  • User Icon

    morena

    25/12/2014 09:46:56

    Non sono appassionata di questo genere e non avevo mai letto Asimov ma debbo dire che "Io, robot" mi ha proprio conquistata. Il rapporto uomo-macchina, i tratti psicologici, la politica e l'economia vengono trattati da Asimov in modo geniale. Assolutamente da leggere.

  • User Icon

    nadia

    19/09/2014 20:54:13

    A parte due o tre racconti piuttosto lenti, devo dire che la penna di Asimov ha saputo conquistarmi. Storie intelligenti, intriganti, scritte con uno stile asciutto e preciso. Meglio di quanto mi aspettassi.

  • User Icon

    UFO75

    24/03/2014 20:10:49

    Molto bello, le storie sono scritte bene e riescono a mantenere vivo l'interesse nel lettore. Sicuramente leggerò altri libri di Asimov.

  • User Icon

    Giacomo

    26/10/2013 19:54:58

    Un'opera decisamente molto bella! Asimov sa trasmettere bene la sua passione trascinandoti in storie molto interessanti e anche bizzarre, che mette a confronto Umani e Robot. Alcune storie sono leggere e quasi spensierate, altre fanno riflettere. L'unica critica negativa che faccio è il fatto che (almeno per i miei gusti), è troppo poco descrittivo.

  • User Icon

    Fra X

    18/10/2013 13:10:22

    Avrei dovuto leggerlo più o meno 10 anni fa, ma poi per un motivo o per un altro non lo feci e in questi nani ho rimandato. Finalmente l' ho letto e beh, che dire... Asimov porta la concezzione di robot ed il rapporto tra uomo e macchina verso nuovi livelli con questi racconti tutti interessanti e ben scritti che dopo oltre 60 anni sono decisamente moderni, sia per lo stile che per la concezione dei robot che per tematiche. Forse "Evasione" e "Il conflitto evitabile" sono un pò troppo descrittivi, ma ugualmente interessanti. Leggere questi racconti poi mi ha fatto ricordare una volta di più perché mi piace tanto Asimov, soprattutto quello anni 40-50! Già da giovane l' autore aveva decisamente dimostrato di avere un' abilità non ocmune nello scrivere.

  • User Icon

    kine

    01/05/2012 23:02:39

    Racconti che danno il meglio nel colpo di scena finale. Sono sostanzialmente dei gialli. Alcuni sono ottimi perché intrigano totalmente, altri sono troppo "tecnici", nel senso pienissimi di dialoghi (quasi assente l'azione ) e un po' noiosi... Lui scrive divinamente, bravissimo, trasmette la sua passione per la fantascienza tutta... Perché non tutti mi son piaciut, voto 3,5

  • User Icon

    David Barsi

    27/02/2012 22:19:08

    Stupendo, consigliato a tutti i neo-lettori di Asimov

  • User Icon

    Andrea

    20/01/2012 19:28:03

    Libro semplicemente stupendo. Asimov ha un modo di scrivere travolgemente e stupendo che permette al lettore di immedesimarsi nei personaggi provando le loro stesse emozioni. Assolutamente consigliato!

  • User Icon

    Vincenzo A.

    26/07/2011 01:50:31

    3 regole, insindacabili per un robot e diversi racconti che fanno perno su queste con una matematica rigorosa, Asimov sposta l'ago della "bilancia" ad ogni racconto traendone spunti eccezionali. E' un uomo geniale, descriveva il futuro molto meglio di chi spara fesserie adesso. Capolavoro.

  • User Icon

    Cisca

    04/10/2010 20:25:35

    Sarà che ormai sono un'appassionata di questo genere, ma questa raccolta di storie la giudico straordinaria! Consigliato a tutti gli appassionati del genere!

  • User Icon

    stefano

    08/06/2009 13:06:44

    Libro stupendo! La lettura è molto piacevole e interessante, offre vari spunti di riflessione. E' veloce e nemmeno impegnativo, molto attuale pur essendo stato scritto quando di robotica non si sapeva davvero nulla. E' il primo libro di Asimov che leggo ma sicuramente ne leggerò molti altri!!

  • User Icon

    Renato Giordanelli

    04/04/2008 23:10:55

    Un libro fantascientifico che riuscirà, attraverso tante piccole storielle, a farvi volare con la fantasia in epoche dove tra uomini e robot si instaurano rapporti quasi d'amicizia. Stupefacente è anche la capacità di attribuire il ruolo di macchine ai robot, facendo notare che i comportamenti anomali di queste sono sempre causati da mal funzionamenti di natura meccanica o elettronica; esorcizzando l'ipotesi di sentimentalismi robotici. Vi sono anche storie che invitano a riflettere su comportamenti bislacchi da parte degli uomini, questo equivale ad un'opera degna di lettura e consigliabile soprattutto ai ragazzi i quali trarranno sicuramente un arricchimento culturale con piacevoli avventure.

  • User Icon

    Enry

    08/07/2007 23:36:10

    A chi piace il genere è molto bello. Tuttavia non ha una buona fine, potevano dargli uno spunto piu' deciso.

  • User Icon

    clox

    03/05/2007 08:57:07

    Che dire, un libro incredibilmente al passo con i tempi anche se letto quasi 60 anni dopo che è stato scritto. E' quasi un trattato sulla psicologia, umana e non. E pensare che a me i racconti non piacciono, prediligo nettamente i romanzi lunghi. Così le mie 5 stelle dicono tutto...

  • User Icon

    Mary

    04/02/2007 19:18:53

    un bellissimo libro! dopo aver letto tanti "classici" mi sono avvicinata ad Asimov in punta di piedi. L'ho trovato un precursore dei tempi che, parlando di robot.....finisce anche col parlare degli uomini!!

  • User Icon

    Antonio

    08/01/2007 15:37:50

    Le tre leggi. Il codice di protezione perfetto. Beh, questo libro è un capolavoro d'arte letteraria. Non ho avuto il piacere di leggere altri scritto di Isaac Asimov; ma posso dire che sia uno scrittore fantastico, come anche Herbert George Wells che non c'entra un cavolo ma... Certo, ci sono alcune imperfezioni tipo la completa sottovalutazione dello scenziato Alfred Lanning che in teoria avrebbe dovuto essere il capo della United States Robots, ma invece è stato misteriosamente scavalcato da Lawrence Robertson. Un consiglio? Compratelo!!!!

  • User Icon

    Marco

    28/11/2006 14:54:47

    Questo libro é incredibile. Asimov ha inventato le leggi della Robotica che affascinano ancora oggi a cosí tanti anni dalla data in cui sono state concepite. Per chi dovesse scegliere se leggere il libro o guardare il film io non ho dubbi, leggete il libro. Non c'é confronto tra l'abilitá di Asimov e la speculazione Holliwodiana.

  • User Icon

    Newe

    05/09/2006 13:37:26

    I racconti mi sono piaciuti davvero moltissimo. Il libro scorre e si segue senza alcuna difficoltà.

Vedi tutte le 34 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione