Categorie

Alberto Castaldini

Editore: Olschki
Anno edizione: 2001
Pagine: 164 p. , ill.
  • EAN: 9788822250384

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Maria Concetta Baldi

    20/07/2004 12.59.15

    Ottimo saggio. Non mi stupisco: la collana in cui apparso, "Biblioteca di Lares", già diretta da illustri studiosi come Paolo Toschi e Giovanni Battista Bronzini è prestigiosa. Come di indiscussa qualità è l'editore fiorentino Olschki che l'ha stampato.

  • User Icon

    Rav Jozef Prager

    20/07/2004 12.47.26

    Un volume denso di spunti e profondo nell'analisi. Rispettoso della cultura ebraica, con serenità e accuratezza affronta un dilemma lacerante nella storia degli ebrei: assimilazione o conservazione della propria specificità? Ne auspico la traduzione all'estero, soprattutto nell'area centro-europea cui si riconducono molte delle riflessioni contenute.

  • User Icon

    Dino Cerri,

    01/06/2004 16.18.20

    La vicenda degli ebrei è un’autentica metafora dell’eterna aspirazione dell’uomo ad assomigliare agli altri. Questa aspirazione – scrive Castaldini – è vitale, salvifica; pur nel segno di contraddizione (assomigliare restando se stessi) garantisce la sopravvivenza del gruppo. Ma il tentativo di assomigliare crea i presupposti di un’indistinzione che alla fine viene percepita come sospetto, come pericolo. Una minoranza perseguitata, ma dalla forte identità, minaccia la maggioranza, che ha un sentimento di appartenenza più debole. L’identità mobile dell’ebreo – che è straniero e indigeno – alimenta la mitologia antisemita: allora serve il capro espiatorio. Ecco il ghetto, il pogrom, la Shoah. La nascita di Israele cambia il corso delle cose, però non risolve tutti i problemi, anzi assistiamo allo scontro tra cittadini di Israele ed ebrei della diaspora, élites laiche e ultraortodosse. Il desiderio mimetico in questo caso disgregherebbe, perché interno allo stesso Israele. Solo il tempo – conclude Castaldini – ci dirà se l’«ipotesi mimetica» ha perduto nei confronti degli ebrei di Israele e del resto del mondo la sua forza rivelatrice.

Scrivi una recensione