E gli ippopotami si sono lessati nelle loro vasche

William Burroughs,Jack Kerouac

Traduttore: A. Tanzi
Editore: Adelphi
Collana: Gli Adelphi
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 9 ottobre 2013
Pagine: 179 p., Brossura
  • EAN: 9788845928536
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
13 agosto 1944: il giovane Lucien Carr, per difendersi dalle avances dell'amico David Kammerer, lo ammazza e ne getta il corpo nelle acque dello Hudson. Due altri suoi amici, William Burroughs e Jack Kerouac, vengono arrestati per non aver denunciato l'omicidio. Forse anche per elaborare a modo loro l'accaduto, i due scrittori ne tracciano in seguito un resoconto a quattro mani iperrealistico e visionario, dissepolto solo in anni recenti. Raccontando a capitoli alternati, Burroughs e Kerouac assumono il punto di vista di due personaggi-narratori: Burroughs quello di Will Dennison, barista originario del Nevada, sempre preceduto dalla sua "ombra di un metro e novanta", Kerouac quello del marinaio Mike Ryko, "un finlandese diciannovenne dai capelli rossi". Attraverso il loro sguardo e intorno ai protagonisti del tragico fatto di cronaca vediamo così delinearsi una folta compagnia anarco-utopista e sgangherata, euforica e malinconica, che trascorre giorni e notti bevendo e fumando in pub luminescenti, leggendo Faulkner e sognando di raggiungere Parigi. Sullo sfondo, una New York caotica, atterrita e aggressiva, una metropoli di fine guerra in cui il caos visivo è tutt'uno con quello acustico, con le radio che trasmettono le note della Prima Sinfonia di Brahms o il reportage concitato di un giornalista su un circo in fiamme dove "gli ippopotami si sono lessati nelle loro vasche". Con una nota di James W. Grauerholz

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fede

    03/09/2017 16:02:09

    Aggiungerei che leggere la postfazione di questo libro è importante perché essa collega la narrazione dei fatti veramente accaduti col romanzo.

  • User Icon

    Giacomo

    08/11/2013 22:36:37

    Ho iniziato a leggere questo libro e da subito mi sono chiesto quale fosse il senso, il filo.... dato che spesso mi capita di non riuscire a farmi prendere subito da un libro, mi sono spinto oltre. Purtroppo non sono riuscito a resistere che fino a circa la metà. Non ho trovato alcun aspetto interessante in questo testo.

  • User Icon

    Francesca

    22/10/2013 14:33:37

    Stavo curiosando in libreria, e vicino al libro che stavo cercando trovo questo. Leggo il titolo. Strano. Guardo la sinossi dietro, Jack Kerouac bè è famoso, il ritratto della beat generation, senza togliere il fatto che hanno tratto anche un film uscito pochi giorni fa, denominato come il nuovo "attimo fuggente". Bo dai, lo prendo. Sembra una scopiazzatura dei ragazzi di Welsh, buttati per caso in un storia dove non volevano andare. Lento, noioso, e questo dettaglio dell'omicidio che viene descritto in mezza riga. Avrei voluto leggere la postfazione, ma non vedevo talmente l'ora di finirlo che l'ho subito rimesso nella libreria! Mi dispiace ma è no!

Scrivi una recensione