Categorie

Orhan Pamuk

Curatore: W. Bergero
Traduttore: S. Gezgin
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
Pagine: 388 p.
  • EAN: 9788806219376

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Marco FERRARO

    09/07/2016 16.09.54

    Certo, fare un commento su un premio Nobel, non è cosa semplice, quando poi l'argomento è quello centrale della sua vita, qualsiasi parola sembra quasi inutile; dirò allora solo alcune riflessioni che mi hanno lasciato questa lettura. Innanzitutto la ricchezza del linguaggio, presente in tutta la cultura ottomana e da Pamuk innalzata all'ennesima potenza, che restituisce la sensazione fisica di entrare in un altro mondo, vicino ma completamente diverso; e poi questa continua contrapposizione tra opposti, che sarebbe troppo semplice ridurre ad Europa ed Asia, che è fra modernità e tradizione, tra ricchezza e degrado, tra voglia di abbandono ed impossibilità a farlo; ed in mezzo c'è la vita vera quella di tutti giorni che è sia l'uno che l'altro, ma non è ne l'uno ne l'altro. E Pamuk è un maestro di questa sospensione.

  • User Icon

    Francesco Cisternino

    14/07/2014 14.00.38

    "Istanbul" e' una raccolta di divagazioni letterarie di finissimo livello nella quale episodi autobiografici si amalgamano alle componenti piu' complesse della citta'. Ed e' una Istanbul molto diversa dalla metropoli allegra, vacanziera e discotecara che abbiamo in mente, quella dei ristoranti di Ortakoy e degli ostelli di Galata, delle crociere sul Bosforo e del Topkapi. L'uomo avveduto che e' in Pamuk non perde tempo nel consigliare locali, teatri e postriboli vari: si sofferma, invece, sui temi cari a chi a Istanbul ci vive da un pezzo. E passa in rassegna i cambiamenti maldigeriti, il contrasto mai sopito tra presente e passato, una secolarizzazione incompleta, un perenne senso di inferiorita' mascherato dietro un nazionalismo fuori-tempo, la stagione delle ideologie e quella della consapevolezza. Il tutto espresso nella forma di una serie di elzeviri brillanti per qualita' di scrittura e intellettualmente spregiudicati, a beneficio di lettori/viaggiatori esigenti.

Scrivi una recensione