Italia occulta. Dal delitto Moro alla strage di Bologna. Il triennio maledetto che sconvolse la Repubblica (1978-1980) - Giuliano Turone - ebook

Italia occulta. Dal delitto Moro alla strage di Bologna. Il triennio maledetto che sconvolse la Repubblica (1978-1980)

Giuliano Turone

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Chiarelettere
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 2,41 MB
Pagine della versione a stampa: 480 p.
  • EAN: 9788832961751
Salvato in 18 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«Una storia nera. Una storia purtroppo vera.
Italia occulta è un libro importante.
Documenta con nettezza un passato torbido
ancora non del tutto conosciuto.»

Corrado Stajano

Moro, Pecorelli, Sindona, Ambrosoli, Mattarella, Amato, la strage di Bologna, la P2, Andreotti. Una sequenza impressionante di stragi, assassinii, complotti, tentativi di colpi di Stato nella ricostruzione inedita del magistrato che ha scoperto la P2, arrestato Liggio e rinviato a giudizio Michele Sindona.

Un cumulo di fatti atroci maturati in un arco di tempo ristretto (1978-1980) e rimasti il più delle volte senza giustizia. Qui recuperati e ricostruiti in un disegno complessivo ricco di frammenti e risvolti dimenticati o trascurati durante i processi.

Con Turone, testimone e protagonista come magistrato di quella terribile stagione, ci addentriamo tra gli anfratti di storie torbide e sconvolgenti che hanno come protagonisti criminali, terroristi e mafiosi ma pure uomini delle istituzioni, veri traditori della Repubblica. Ciascuno di essi, con responsabilità diverse, ha tramato contro la nostra democrazia.

Come dimostra Turone, solo grazie al sacrificio di eroi valorosi tra magistrati, carabinieri, finanzieri e poliziotti, e all’impegno di alcuni politici tenaci e coraggiosi come Tina Anselmi, l’Italia è riuscita a rimanere un paese libero: leggendo queste pagine, minuziosamente documentate e frutto di anni di ricerche, sembra quasi un miracolo che ciò sia potuto accadere.

È quindi essenziale riuscire oggi a tenere in mano il filo che lega i fatti di quegli anni terribili, spesso resi volutamente indecifrabili per coprire responsabilità e bugie. Lo dobbiamo alle nuove generazioni, cui Turone soprattutto si rivolge.

     
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 8
5
8
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Barabba

    10/12/2019 10:37:06

    Giuliano Turone è stato testimone e protagonista come magistrato del triennio che sconvolse la Repubblica (1978/1980): il rapimento e l'uccisione di Aldo Moro, l'omicidio del giornalista Mino Pecorelli, il crack Sindona, gli omicidi di Ambrosoli, Mattarella e Amato, la strage di Bologna, la scoperta della P2 e il ruolo ambiguo di Andreotti. Una sequenza senza respiro di personaggi e fatti che hanno occupato un arco di tempo ristretto rivive nella documentata ricostruzione del magistrato che ha scoperto la P2, arrestato il boss Luciano Liggio e rinviato a giudizio Michele Sindona. Un libro da leggere e pensato anche per le giovani generazioni, grazie allo stile utilizzato e ad un ricco corredo di note. Da non perdere!

  • User Icon

    massimo

    24/08/2019 07:36:53

    Il libro vuole fornire ai lettori più giovani un riassunto degli eventi nefasti occorsi nel triennio 1978-1980 e assolve egregiamente al suo compito pur basandosi solo su risultanze giudiziarie .E' un ottimo invito ad approfondire ulteriormente quegli eventi e quelli successivi, non di minore gravità, che hanno fatto dell'Italia un paese a sovranità limitata danneggiato allora come oggi da politici e dirigenti felloni nonchè da oscure manovre finanziarie.La cura?Gli interventi normativi indicati da Spadolini fin dal 1982(pag.419) e un sistema punitivo infinitamente più severo.

  • User Icon

    Carlo Dariol

    09/07/2019 17:25:52

    Il racconto dei misteri dell'Italia occulta è fatto da uno dei giudici che partecipò in prima linea alle indagini su crimini e misfatti di logge e organizzazioni segrete. Risulta interessante e avvincente, dato che è anche scritto bene.

  • User Icon

    demos2020

    05/05/2019 15:54:02

    Libro interessante, scorrevole e attenzionato nella fraseologia con richiami a fonti giudiziarie e ricerche storiche. Sappiamo ormai che l'italia è un coacervo di misteri, storie reali che hanno mutato i vari eventi despistandone le risoluzioni in questioni incerte e poco concerete. Con L'Italia occulta, si percorrono tutti quegli angoli bui cercando minuziosamente anche il legame più stretto tra forze politiche e forze istituzionali, tra congreghe e servizi cancrena. Ottimo libro

  • User Icon

    romano

    23/04/2019 12:32:08

    Italia Occulta Nomi, fatti e tutto ciò che in maniera molto ovattata ha accompagnato gli anni della mia infanzia. Ricordi di qualche telegiornale distrattamente ascoltato ma in qualche modo assimilato, consapevolezza risvegliata mano a mano che ci si addentra alla lettura di questo libro. Rigurgito e odio di quanto accorso e di quanto, ancora, non è dato sapere. Pessimismo di quanto potrebbe venire alla luce e di quanto potrebbe essere in futuro perpetrato. Non c’è controllo, siamo stati fottuti e lo saremo ancora. Un ottimo libro per farsi tirare su di morale… :-)

  • User Icon

    Gianluca Pignalberi

    10/04/2019 19:47:22

    Libro terribile (per contenuto, non certo per forma), scorrevole e avvincente che riporta la cronaca di una nutrita e multiforme (per appartenenza politica, ideologica o di convenienza) banda di malfattori (parte al governo e parte no) che nel triennio 1978-1980 ha impoverito l'Italia di soldi, di etica, di morale e anche di persone (visti gli omicidii ivi rammentati). È stato emozionante, avvilente ed educativo tuffarmi in una cronaca vissuta nell'infanzia e pertanto non capita in pieno. Ora ho un disegno più delineato, coi nomi che ricordavo ora perfettamente associati a ruoli e responsabilità. Lettura, questa, che dovrebbe essere fatta nelle scuole nelle ore di Storia e, se ancora esistesse, di Educazione civica.

  • User Icon

    francesco d

    11/03/2019 01:21:53

    La storia d'Italia dagli anni '80, nella quale si intravede la trama sottilissima che lega poteri occulti, criminalità, mala politica ed il suo controllo di parte della magistratura.

  • User Icon

    Pasquale

    21/02/2019 11:21:07

    Per questo libro il voto 5 è insufficiente, merita 10. Questo saggio che comprende il triennio 1978- 1980 è stato il più terribile attraversato da questo sfortunato Paese ed il giudice Turone ne approfondisce i singoli eventi. Si comincia dall'omicidio di Aldo Moro e della sua scorta, assassinio voluto da Henry Kissinger e quindi dall'America per impedire l'ingresso dei comunisti nel governo, coadiuvati da quella mala pianta della P2. Per nostra fortuna che in quell'epoca c'era Tina Anselmi come presidente della commissione parlamentare che fece luce su quello schifo. Qui poi viene descritto ciò che il giudice Turone con il collega Colombo portarono alla luce su Licio Gelli e su quelli che furono i suoi protettori politici Andreotti e Cossiga. Per me questi due figuri furono come il gatto e la volpe di Pinocchio. Si integrarono perfettamente. Viene poi trattato il patto scellerato tra Belzebù Andreotti e Sindona e a farne le spese furono il povero avvocato Giorgio Ambrosoli che pagò con la vita e di lui l'ignobile Andreotti affermò che "se l'era andata a cercare", nonchè dei vertici pro-tempore della Banca d'Italia. A questo punto mi chiedo come è stato possibile che questo individuo sia rimasto al potere per 50 anni. Solo in Italia poteva accadere tutto questo. Altro agghiacciante argomento è la strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980 coperta dai depistaggi dei servizi segreti e sempre dalla P2. Condannato per questa strage fu Giusva Fioravanti, il quale condannato per 8 ergastoli più 134 anni di carcere, quindi per la morte di 93 persone di cui 85 a Bologna più 8 omicidi di cui 4 commessi da lui, dopo aver scontato solo 26 anni tra carcere ed arresti domiciliari dal 2009 è incredibilmente libero. Attualmente i genitori anziani di Renzi sono agli arresti domiciliari per reati finanziari. Non avendo altro spazio disponibile consiglio vivamente di acquistarne una copia e di consultarlo periodicamente per non dimenticare cos'è l'Italia.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente
  • Giuliano Turone Cover

    Ha svolto per molti anni l'attività di giudice istruttore impegnandosi in inchieste di criminalità mafiosa, economica ed eversiva. Tra l'altro, negli anni Settanta, ha istruito il primo processo sulle attività criminali di Cosa Nostra in Lombardia, che ha portato all'arresto del capomafia Luciano Liggio. Successivamente ha condotto insieme con Gherardo Colombo l'inchiesta giudiziaria milanese sulle vicende di Michele Sindona e sull'omicidio Ambrosoli, nel corso della quale vennero scoperti gli elenchi della Loggia massonica P2. È stato pubblico ministero al Tribunale internazionale dell'Aja per l'ex Iugoslavia e giudice della Corte suprema di cassazione. Insegna tecniche dell'investigazione all'Università Cattolica di Milano. Ha pubblicato alcuni manuali... Approfondisci
Note legali