L' italiano. Lezioni semiserie - Beppe Severgnini - copertina
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
L' italiano. Lezioni semiserie
10,20 € 17,50 €
;
LIBRO USATO
Dettagli Mostra info
L' italiano. Lezioni semiserie Venditore: Libro di Faccia + 4,90 € Spese di spedizione Solo 3 copie disponibili
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libro di Faccia
10,20 € + 4,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Fahrenheit 451
11,00 € + 5,00 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Come Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libro di Faccia
10,20 € + 4,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Fahrenheit 451
11,00 € + 5,00 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Come Nuovo
Chiudi
L' italiano. Lezioni semiserie - Beppe Severgnini - copertina
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione

"Ho scritto 'L'italiano. Lezioni semiserie' per denunciare le violenze contro la nostra lingua, ma non chiedo condanne. Lo scopo è la riabilitazione. Scrivere bene si può. L'importante è capire chi scrive male, e regolarsi di conseguenza. Questo è un libro ottimista, e ha un obiettivo dichiarato: aiutarvi a scrivere in maniera efficace (un'e-mail, una relazione, una tesi o un breve saggio: la tecnica non cambia)". Dal "decalogo diabolico" - dieci regole per scrivere schifezze - alla psicopatologia della lingua quotidiana, dai consigli sull'uso della punteggiatura ai 16 suggerimenti ispirati a Flaiano e Montanelli, quel che occorre per imparare a scrivere in italiano. Divertendosi.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2007
205 p., Rilegato
9788817013116

La recensione di IBS

Quindici anni dopo L'inglese. Lezioni semiserie, Beppe Severgnini ci riprova con la lingua italiana e, nei panni di un detective molto particolare alla ricerca dei "malavitosi della sintassi" nostrana e dei "crimini linguistici" più diffusi, si lancia in una disamina dei "reati" commessi ai danni dell'italiano. Esiste, per Severgnini, un vero e proprio "decalogo diabolico" dei misfatti linguistici che, ad esempio, comprende: usare 10 parole anziché le 3 che basterebbero, utilizzare sigle e termini incomprensibili, ignorare la punteggiatura, esagerare con le citazioni e le metafore, infilare troppe subordinate o troppi "che" in un periodo. Ovviamente non manca il sarcasmo sull'uso di inglesismi assurdi, come ad esempio dire: "lo speech era low-quality e il panel s'era messo in hold per il coffe-break", anziché dire: "il discorso era noioso, e i relatori aspettavano l'intervallo".
Severgnini passa in rassegna tutti gli errori (e orrori) linguistici più alla moda, mettendo alla berlina con la sua consueta arguzia il nostro modo di parlare, di scrivere, di inviare una e-mail o un sms. Ogni capitolo affronta diversi abusi della lingua, dagli articoli artificiosi davanti ai nomi propri ("l'Umberto e lo Stefano"), ai sostantivi che significano poco ("dibattito a più voci"), agli aggettivi corrosivi ("mitico"), ai verbi snervanti, come ad esempio "interfacciare", fino a quelle congiunzioni irritanti, ma assai popolari, come "piuttosto che", oggi usato erroneamente al posto di "oppure". Al termine di ogni lezione semiseria, il giornalista del Corriere ci sottopone ad un simpatico "sadoquiz", o a un divertente "masotest", per verificare quanti abusi ridicoli facciamo dell'italiano e quale sia il nostro livello di ignoranza di certe regole grammaticali.
Severgnini indica anche la strada della "riabilitazione", per imparare a non sbagliare più. Sulla scia dell'insegnamento di grandi maestri del giornalismo come Indro Montanelli o Luigi Barzini jr, o di uno scrittore come Ennio Flaiano, i "Sedici Semplici Suggerimenti" dell'autore possono diventare un metodo chiaro per imparare a scrivere bene, senza troppa fatica, e divertendosi.

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Beppe Severgnini

1956, Pavia

Editorialista del «Corriere della Sera», columnist del «Financial Times», commentatore televisivo. Ha scritto a lungo per «The Economist» e nel 2004 è stato votato “European Journalist of the Year”. È autore di numerosi bestseller, tradotti in molte lingue. È presidente dell’Inter Club Kabul ed è oggi il giornalista italiano più seguito su Twitter.Fra i suoi libri Inglesi (1990) Italiani di domani (2012), La testa degli italiani, La vita è un viaggio (2014), Signori, si cambia. In viaggio sui treni della vita (2015) e Neoitaliani. Un manifesto (Rizzoli, 2020). 

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore