Recensioni Jalna

  • User Icon
    11/10/2020 14:25:15

    Saga familiare scritta con un fondo di piacevole ironia, ricca di personaggi, preludio di una produzione di ulteriori libri che leggerò... sarebbe carino avere una edizione più economica, visto che mi pare i libri siano in tutto ben 16

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    17/05/2020 14:12:32

    Scritto bene, un bel libro ma... non mi ha entusiasmata più di tanto.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    15/05/2020 14:28:07

    letto tutto di un fiato! la trama e' scorrevole, la storia ti tiene incollato fino alla fine per scoprire cosa ne sara' dei protagonisti. da leggere anche il seguito perche' non e' finita qui...

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/05/2020 21:34:18

    Con uno stile che appare fresco ma non per questo banale, l'autrice sembra volerci guidare attraverso le dinamiche di una famiglia numerosa e in qualche modo "sui generis", ammesso che esista una famiglia in grado di sfuggire a questa definizione. Fin dal primo capitolo il piccolo Wakefiel Whiteoak riesce a catturare il lettore con la sua simpatia e le sue innumerevoli doti, incluse quella di riuscire a piangere a comando per impietosire il suo interlocutore, e quella di essere abile nello scroccare dolciumi e bibite nell'emporio di paese. Ed è proprio attraverso gli occhi di questo bambino di nove anni, che siede al tavolo dei grandi appollaiato su un volume di antologia di poeti inglesi, che si inizia a far conoscenza con il resto della famiglia, a cominciare dalla sorellastra Meg che lo accudisce, insieme al resto dei fratelli, dopo la dipartita di entrambi i genitori. Si scopre così che Jalna è il nome dato dai nonni del piccolo Wakefield a questa vasta dimora canadese, in ricordo del luogo del loro primo incontro, Jalna appunto, in India. Tanti sono gli indizi che la scrittrice sparge a piene mani già dalle prime pagine riguardo al carattere ed alle sorti dei vari protagonisti di quest'avvincente saga.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/12/2019 10:17:13

    Spero che Fazi pubblichi presto gli altri volumi, è una saga che inizia bene, dalla trama relativamente ridotta, ma ogni capitolo riesce a descrivere e far immergere nelle vicende delle vite dei protagonisti, che sono tanti e magistralmente gestiti, bilanciando i loro ruoli

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    17/12/2019 09:41:21

    Romanzo molto avvincente , una lettura che si gusta anche dopo il termine del libro in quanto lascia un dolce suggestivo ricordo .

    Leggi di più Riduci
  • Con Jalna potrebbe iniziare per molti lettori una lettura appassionante e appassionata di una saga familiare che a tratti ricorda la famiglia Cazalet. Considerate che negli anni Venti, la saga uscita dalla penna di Mazo de la Roche, era tra i libri più venduti, seconda a Via col vento, e l’autrice fu così la prima donna a vincere l’Atlantic Monthly Prize. Ambientata in Canada, la saga parla della famiglia Whiteoak, di origini inglesi, che risiede a Jalna, una grande tenuta nell’Ontario che prende il suo nome da una città indiana dove i capostipiti della famiglia, il capitano Philip Whiteoak e la moglie Adeline, si sono conosciuti. Sono trascorsi molti anni dal loro primo incontro: Philip è ormai morto e Adeline ha quasi cent’anni. È una nonna e madre un po’ despota, che tiene le fila della famiglia, e che chiede sempre a gran voce un bacio da qualcuno, o una mentina da succhiare. Il capofamiglia è Renny, un uomo sui quarant’anni, a detta di tutti un gran seduttore, anche se non è ancora accasato. Da bravo capofamiglia Renny dispensa consigli, ma anche ordini e sculacciate ai più piccoli e impertinenti membri di questa simpatica combriccola. A Jalna non ci sono sconvolgimenti particolari, almeno fino a quando non entrano in scena due nuovi membri: Pheasant e Alayne. Pheasant è la figlia illegittima del vicino di casa Maurice, che anni prima avrebbe dovuto sposare Meg Whiteoak e il cui matrimonio è andato all’aria proprio per questo problemino. Immaginate la gioia di Meg nel vedersi comparire davanti casa, anzi, sotto lo stesso tetto, la figlia illegittima dell’uomo che doveva sposare ma che l’ha tradita con un’altra. Già. Alayne è un’americana rimasta orfana, che lavora in una casa editrice e che scopre il talento di Eden Whiteoak che vorrebbe fare della sua scrittura il suo lavoro. Una volta terminato questo primo volume (vi avviso, è una saga composta da sedici libri) il primo pensiero che ho avuto di Jalna è che si tratta di una lettura [continua sul blog]

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    29/11/2019 12:59:02

    In questo primo volume (di 16) gli abitanti di Jalna ci aprono le porte del loro salotto o, se è una giornata soleggiata, ci invitano a prendere il tè con loro, seduti sul prato verde davanti alla tenuta, per potersi presentare al lettore e mostrare sin da subito la loro brama di vivere. In Jalna troviamo una penna colorata come un’estate indiana, che profuma di foglie secche e scuderie, mele e tabacco, e che dà vita a una prosa frizzante, leggera e velatamente ironica. Ho trovato, soprattutto nella seconda metà, un po’ affrettati alcuni passaggi riguardo agli innamoramenti dei protagonisti, che mi sono sembrati improvvisamente descritti senza grandissimo trasporto, ma Jalna è, per l’appunto, un biglietto da visita, un benvenuto in famiglia, una premessa, una soglia che lascia intravedere attraverso il vetro frastagliato sviluppi molto accattivanti.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    14/10/2019 16:43:01

    Jalna è una casa che raccoglie in seno la famiglia Whiteoak. Tanti personaggi diversi in sé, dalla nonna viziata e indomabile con il suo serpentino bastone, pronto a menare chiunque, al piccolo ed ingegnoso Wakefield che scrocca da bere e mangiare all'emporio cittadino com ogni sorta di scusa. Scoprendo che nonostante abbiano tradito solo il primo libro abbiamo davanti altri quindici volumi... capisco perché sia così pieno di emozioni e caratterizzazione dei personaggi, quanto alla fine mezzo vuoto di argomenti. Consigliatissimo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/10/2019 09:07:48

    Impossibile non affezionarsi ai Whiteoak. Bellissima la caratterizzazione dei personaggi che non lascerà deluso il lettore. Aspetto con ansia i prossimi libri. Da leggere assolutamente.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    05/10/2019 08:21:59

    Wakefield Whiteoak è un ragazzino intelligente,ma che sfrutta il suo ingegno per studiare poco,per gironzolare nella campagna,per farsi accudire da conoscenti impietosendoli. Mentre egli vagabonda, l’autrice ci fa conoscere i personaggi che per strada costituiscono un mondo che non esiste più,soprattutto ci mostra i familiari del piccolo Wakefield e del rapporto che persiste tra essi,anche per il fatto che egli non ha più la madre in vita. In questo contesto,Mazo de la Roche,ci racconta degli antenati dei Whiteoak e di come essi siano giunti in Canada,fino a fermarsi nell’Ontario. Quello che non sfugge è,inoltre,un altro personaggio di non secondo rilievo: la natura.Su tutti gli eventi e su coloro che in essi si muovono,vige il contrappunto di un paesaggio esaltante,perché si insinua come l’inchiostro sulla pagina precedentemente bianca,disegnandone i confini che si susseguono come se non finissero mai.È un romanzo del 1927 che racconta di un’epopea domestica nella città di Jalna (Il nome deriva da una città nell'India centro-occidentale, dove c'era una guarnigione britannica). Qui lo scrittore canadese pone in rassegna,con una scrittura sardonica,le vicende della famiglia Whiteoak,dove i suoi membri sono legati da amori e rivalità,come un vero e proprio antesignano dei film a puntate che solo molti decenni più tardi legheranno donne e uomini alla televisione.All’epoca di quando fu scritta,questa narrazione affascinò moltissimi lettori proprio perché l’insieme è raccontato in una prosa avvincente e che seduce per i luoghi dove essa si svolge. Anche per tutto ciò,i libri di questa saga,sono stati poi prodotti in una serie televisiva francese: i temi,quali i rapporti familiari e gli spunti passionali che da questi traggono origine,non sono legati esclusivamente all’epoca del racconto stesso.Essi ci parlano di una famiglia che potrebbe essere anche nel nostro tempo,pure con il disappunto di una natura-se non assente- del tutto mutata nelle città.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/09/2019 19:57:05

    “Jalna” è un romanzo che definirei PIENO. Pieno di amore, di passione, di stranezza e di affetto. Ed è proprio la sua stranezza che mi ha fatto affezionare e innamorare della famiglia Whiteoak, una famiglia alquanto bizzarra e che vista da fuori sembra idilliaca, ogni membro della stessa è legato all’altro in modo indissolubile dal sangue, ma anche da un vero affetto. Ma dall’altra parte si sa che qualcosa che appare perfetto in realtà poi è tutt’altro. L’inganno fa da padrone all’interno di ogni singolo rapporto, non c’è un personaggio che non sia in grado di manipolare, ingannare, sedurre un altro. E se tutto gira intorno ad una vecchia di quasi cento anni, e lei stessa che mestamente vede e sente tutto!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/09/2019 10:24:07

    Con uno stile elegante e scorrevole, Mazo de la Roche dà vita a una saga familiare coi fiocchi. Se inizialmente ci si può perdere nella moltitudine di personaggi, in poco tempo, de La Roche rende le dinamiche familiari più chiare e si impara a conoscere tutti i membri della famiglia: la nonna Adeline arrivata ormai alla soglia dei cent'anni e servita e rivestita dai figli Nicholas ed Ernest; il capofamiglia Renny, severo e burbero, ma dal cuore tenero e i suoi fratelli, Meg con i suoi principi, Eden e la sua passione per la poesia, il giovane Finch che non ha ancora trovato la propria strada e il piccolo Wakefield, la peste viziata da tutti. Se nelle prime pagine del romanzo, l'autrice si sofferma a delineare un acuto ritratto della vita quotidiana a Jalna, quando entrano in scene due nuove figure, Alayne e Pheasant, due donne estremamente diverse tra loro, gli equilibri della famiglia vengono alterati e iniziano così intrecci e intrighi che, sebbene a volte un po' prevedibili, alla fine non potranno non appassionarvi! Si tratta di una lettura leggera e piacevole, assolutamente consigliata nel caso aveste voglia di staccare un po' la spina e immergervi nella storia di una famiglia di altri tempi!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/09/2019 08:24:48

    Una saga familiare dai tratti leggeri ed autoironici, che si legge tutta d'un fiato. Alcuni passaggi della trama sono forse un po' troppo prevedibili ma ciò nulla toglie al piacere della lettura, tanto da sentire l'urgenza di ritrovare i personaggi di questa insolita famiglia nel secondo volume, il prima possibile.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/09/2019 00:11:13

    Primo volume di 16 di una saga familiare ambientata in Canada negli anni ‘20, Jalna è il nome della tenuta in cui vive la numerosa famiglia Whiteoak. La vita domestica di tre generazioni scorre tranquilla fin quando non arriveranno due nuore a far crollare gli equilibri. La caratterizzazione dei personaggi è sublime, la storia, che parte lentamente, incalza pian piano oscillando continuamente tra serietà e ironia e intreccia magistralmente le vite di tutti i personaggi sullo sfondo della natura incontaminata canadese.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    23/09/2019 15:48:28

    Riscoprire i classici è un bel modo per riscattare il proprio tempo, spesso sprecato in futili se non controproducenti attività. Leggetevi questo libro, ne vale la pena.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    23/09/2019 10:37:20

    Lo stile è elegante e scorrevole. Una bellissima saga familiare.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    22/09/2019 16:07:18

    L’ho trovata una lettura piacevole, complice una scrittura chiara ed elegante. Essendo il primo volume di una saga famigliare, le prime pagine sono introduttive e ci permettono di scoprire piano piano tutti i personaggi. Ha quindi catturato la mia piena attenzione quando cominciano i primi segreti, i primi intrighi e le prime complicazioni. La nonna è sicuramente il personaggio più frizzante e pungente fra tutti, non ha peli sulla lingua e dice sempre ciò che le passa per la testa (nel bene e nel male!).

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/09/2019 13:36:58

    “Jalna” di Mazo de la Roche è il primo volume di una serie di 16 libri - sì avete letto bene, sono proprio 16! - che vede protagonista la famiglia Whiteoak, i cui membri vivono le loro vicende personali tra odio, amore, passioni e tanto altro nella loro tenuta in Ontario. • Si tratta di una commedia romantica con scene davvero prevedibili, ma super scorrevole e simpatica. Consigliata come lettura leggera

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/09/2019 10:30:33

    Primo romanzo di una lunga serie composta da ben 16 volumi, Jalna ci racconta le avventure dei componenti della famiglia Whiteoak nell'attesa di festeggiare il 100esimo compleanno della capostipite - vecchietta indisponente e ancora arzilla, con incessante voglia di caramelle. Intrighi, amori, delusioni e tradimenti sono all'ordine del giorno e talvolta anche prevedibili, tuttavia questo non rende il romanzo meno interessante e divertente. Non vedo l'ora di continuare la storia di questa famiglia.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/09/2019 00:03:36

    Dimenticate “El Segreto de puente viejo”, i telefilm turchi che trasmettono tutte le estati e anche Uomini e donne, perché io oggi vi parlerò della soap dell’anno: Jalna. • Non voglio anticiparvi molto, ma i due mi hanno più affascinata sono le cognate Whiteoak: Alayne intelligente e colta, e Pheasant, figlia illegittima, cresciuta senza un’istruzione e l’amore di un padre. Il rapporto tra queste due donne mi ha molto incuriosita, proprio perché questa apparente diversità di caratteri e di estrazione sociale, non sarà un ostacolo alla loro amicizia, bensì motivo di una forte unione e solidarietà. • Insomma, non vedo l’ora di leggere il secondo volume!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    20/09/2019 23:51:23

    Più avvincente di “Beautiful”, ma scritta decisamente meglio, Jalna è la storia della famiglia Whiteoak, costituita da una moltitudine di fratelli tanto diversi da loro, due zii dai tratti caricaturali, una nonna centenaria davvero molto stramba e da cognate insofferenti alla particolare e chiusa vita familiare. • All’inizio vi sembrerà di perdervi tra i tanti nomi dei Whiteoak, ma poi imparerete a conoscerli ben presto. Il rude Renny, la vittoriana Meg, il poeta Eden, il gran lavoratore Piers, l’insicuro Finch e il birbante Wakefield vi integreranno nel loro mondo e sarà decisamente impossibile non affezionarsi a tutti loro.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    20/09/2019 09:33:16

    Semplicemente bellissimo, sono veramente contenta che Fazi abbia deciso di ripubblicare questa saga in Italia e non vedo l’ora che escano i prossimi vokumi!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    20/09/2019 09:31:19

    Jalna è un romanzo che definirei PIENO. Pieno di amore, di passione, di stranezza e di affetto. Si legge in un soffio. La storia della famiglia Whiteoak, raccontata attraverso i suoi componenti, mi è piaciuta moltissimo, ho adorato la nonna, una forza della natura e il piccolo della famiglia, il terribile Whiteoak semplicemente unico. Un libro consigliabile!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/09/2019 23:26:10

    La famiglia Whiteoak è numerosa, soltanto guardando l’albero genealogico temevo non sarei riuscito a ricordare i nomi dei vari membri. Poi però l’ho iniziato, e il processo di memorizzazione è stato del tutto automatico. Non è poco, soprattutto per chi, come me, ha una pessima memoria. Ciò è avvenuto perché i personaggi sono differenti e ben caratterizzati; forse alcuni si avvicinano agli stereotipi, ma pensandoci bene, accade a ogni famiglia di avere un membro stereotipato. In questo romanzo, ce ne rendiamo conto più o meno a metà, tutto ruota attorno all’amore, e le vicende vivono grazie al dinamismo dei personaggi: tra giovani pieni di sogni e anziani con qualche rimorso di troppo, questioni irrisolte tra vicini di casa e forse anche tra fratelli, scorre veloce la vita a Jalna, la grande tenuta canadese degli Whiteoak. E noi ne siamo spettatori. • Lo stile dell’autrice è pulito e piuttosto elegante, di sicuro funzionale a rendere scorrevole le 380 pagine in cui è ambientato questo primo capitolo. L’unica pecca, credo, è stata la mancanza di sorpresa. A un lettore attento certi dettagli non sfuggono, e così talvolta è stato facile indovinare cosa sarebbe accaduto di lì a qualche capitolo. Di solito, quando ciò avviene, il lettore si sente compiaciuto ma non troppo, perché le conquiste facili, si sa, non soddisfano mai del tutto.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/09/2019 20:28:56

    In questo primo romanzo della saga canadese ci vengono presentati tutti i componenti della famiglia Whiteoak, a cominciare dal piccolo Wake fino alla capostipite Adeline, che sta per compiere 100 anni.Mazo de la roche ci dipinge intrighi, amori, rimorsi e inganni e trascina il lettore con sé, curioso e al tempo stesso divertito. Pecca talvolta di prevedibilità, ma nel complesso rimane un'ottima lettura estiva che non vi ruberà troppo tempo, ma vi coinvolgerà in ogni caso.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/09/2019 17:02:49

    Il romanzo è ambientato in Ontario, dove una famiglia, capitanata dalla nonna che sta per compiere il suo centesimo compleanno, vive tranquilla in questa cittadina, fino a quando non arrivano due nuore a stravolgere ogni cosa! Vi consiglio di recarvi in libreria e comprare questo romanzo che sembra così avvincente! Spero di riuscire comunque a caricare le stories per aggiornarvi anche degli ultimi acquisti fatti sempre su ibs!!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/09/2019 16:42:30

    Fazi Editore è quella casa editrice che ormai ha conquistato il mio cuore in fatto di saghe familiari. Questo libro è una sorta di introduzione alla vita di Jalna: conosciamo uno ad uno ogni membro della famiglia, con tutti i loro pregi e difetti. Inizialmente ho fatto un po' fatica a ricollegare i nomi ai fatti, ma sono davvero molto numerosi! La scrittura è piacevolmente scorrevole, descrittiva il giusto. Infine, la copertina è davvero stupenda, elegante e che ben si adatta alla storia raccontata. Non vedo l'ora di leggere il seguito!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/09/2019 11:43:31

    Intrigante e interessante. Jalna è il classico romanzo a tema familiare che pagina dopo pagina ti permette, attraverso descrizioni ben formulate e non prolisse, di entrare tra le mura della vita domestica e di cogliere la sfaccettatura di ogni personaggio e trascorso. Lo consiglierei vivamente, ovviamente a chi è amante del genere. Avrei letto volentieri i successivi romanzi che attenderò vengano pubblicati nella stessa comoda e pratica edizione.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/09/2019 11:29:16

    Una nonnina sulla soglia dei cent'anni, due zii bambini nei corpi di settantenni, un fratello maggiore su cui ricade la responsabilità di tutta la famiglia, una sorella maggiore che ha bisogno di essere indispensabile per gli altri, un fratello poeta, un altro impegnato a lavorare la terra, il penultimo inquieto, il piccolino un briccone dalla bella parlantina. Alla famiglia si affianca la natura canadese e un manipolo di animali domestici e non che sembrano quasi dialogare nella storia.

    Leggi di più Riduci