Jazz Samba (Blue Coloured Vinyl)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 1
Etichetta: Waxtime in Color
Data di pubblicazione: 16 febbraio 2018
  • EAN: 8436559463966

47° nella classifica Bestseller di IBS Vinili Musica Jazz - Jazz internazionale

Salvato in 4 liste dei desideri

€ 19,35

€ 21,50
(-10%)

Punti Premium: 19

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
VINILE

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 21,50 €)

Mentre le registrazioni del 1953 di Bud Shank e Laurindo Almeida sarebbero state precursori della fuzione di bossa nova e jazz, l’album del 1962 di Stan Getz qui riproposto, “Jazz Samba”, avrebbe dato vita alla bossa nova mania che si sarebbe diffusa prima negli Stati Uniti e poi in tutto il mondo. Nell’album Getz è affiancato da Charlie Byrd alla chitarra, Gene Byrd e Keter Betts al contrabbasso, Buddy Deppenschmidt e Bill Reichenbach alla batteria. Come bonus è stata aggiunta una versione orchestrale del brano “One Note Samba” tratta dall’album successivo di Getz (Big Band Bossa Nova).
Disco 1
1
Desafinado
2
Samba Dees Days
3
O Pato (The Duck)
4
Samba Triste
5
Samba De Uma Nota Só (One Note Samba)
6
É Luxo Só
7
Baía
8
Samba De Uma Nota Só (One Note Samba) [Big Band Version]
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    GIUSEPPE

    19/09/2018 12:58:59

    Assolutamente da comprare , non può mancare in una collezione che si rispetti.Il disco non ha nulla a che vedere con la musica brasiliana classica, il ritmo lento , ma incalzante si sposa bene con il sax. Alcuni pezzi come: Desafinado , Samba Dees Daysesplora, Samba de Uma Nota Só sono vivaci e divertenti, stupendo il duetto di Bahia.

  • Stan Getz Cover

    Tenorsassofonista statunitense di jazz. Fortunato volgarizzatore del più intellettualistico cool jazz di Lee Konitz, sviluppò una sonorità vellutata e quasi priva di vibrato, derivata da Lester Young. Fece parte dell'orchestra di Woody Herman all'epoca di una celebre sezione sassofoni denominata «four brothers» (1947-48); poi costituì propri complessi. Nei primi anni '60 fu un protagonista nel dare una veste jazzistica alla bossa nova brasiliana. Approfondisci
Note legali