Salvato in 3 liste dei desideri
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Kesserling e le stragi nazifasciste. 1944: estate di sangue in Toscana
19,76 € 20,80 €
;
LIBRO
Dettagli Mostra info
Kesserling e le stragi nazifasciste. 1944: estate di sangue in Toscana 200 punti Effe Venditore: IBS
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
19,76 €
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
19,76 € + 5,50 € Spedizione
Disponibile in 3 gg lavorativi Disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
19,80 € + 5,50 € Spedizione
Disponibile in 10 gg lavorativi Disponibile in 10 gg lavorativi
Info
Nuovo
LIBRIAMO
20,80 € + 4,99 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
20,80 € + 5,90 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
19,76 €
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
19,76 € + 5,50 € Spedizione
Disponibile in 3 gg lavorativi Disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
19,80 € + 5,50 € Spedizione
Disponibile in 10 gg lavorativi Disponibile in 10 gg lavorativi
Info
Nuovo
LIBRIAMO
20,80 € + 4,99 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
20,80 € + 5,90 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Kesserling e le stragi nazifasciste. 1944: estate di sangue in Toscana Ivan Tognarini
€ 20,80
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

La punizione dei criminali di guerra, ma soprattutto l'accertamento della verità sulle stragi e sui massacri nazifascisti, hanno incontrato, nell'Italia del dopo '45 e fino ai nostri giorni, immensi ostacoli e grandi difficoltà. I processi celebrati si sono ridotti ad alcuni episodi isolati, dissoltisi poi quasi nel nulla, con condanne rapidamente convertite e di fatto annullate. Il processo ad Albert Kesselring, celebrato a Venezia nel 1947 da un tribunale militare inglese, resta emblematico: dopo la condanna a morte, il feldmaresciallo - capo dell'esercito tedesco in Italia dal 1943 e responsabile, tra l'altro, dell'eccidio delle Fosse Ardeatine - finì per ricevere la grazia e la libertà nel 1952. L'ampio saggio introduttivo di Tognarini ricostruisce gli elementi salienti del dibattito e della ricerca storiografica sviluppatasi dalla fine degli anni Ottanta sulle stragi, soprattutto sulla terribile catena di massacri che insanguinarono la Toscana nell'estate del 1944. Il volume riproduce in appendice una documentazione poco nota, se non inedita: documenti originali delle inchieste e delle indagini svolte dagli inglesi nella fase istruttoria di quel processo che avrebbe dovuto divenire la "Norimberga d'Italia?; il testo integrale degli interventi di Churchill ed Alexander per salvare la vita a Kesselring; alcuni elenchi di atrocità commesse dai nazisti in Italia e in particolare in Toscana; le prime denunce del massacro di Cefalonia. Inoltre, i passaggi più importanti del processo di Venezia sono ricostruiti attraverso le cronache ed i commenti giornalistici (anche inglesi: "The Times?), da cui scaturiscono spunti di riflessione sugli orientamenti e sulle reazioni dell'opinione pubblica nei momenti cruciali della vicenda (dibattimento processuale, condanna a morte, grazia e liberazione), ma anche elementi utili come pietra di paragone per misurare passaggi e metamorfosi di questa opinione pubblica fino al presente.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2002
10 maggio 2002
304 p., ill.
9788843021017
Chiudi

Indice

Premessa Introduzione 1.Kesselring da criminale di guerra a geniale stratega/Le biografie: un soldato senza macchia'/Il processo/Presenze-assenze clamorose: Sant'Anna di Stazzema e Marzabotto/Sant'Anna di Stazzema sulle pagine de “Il Nuovo Corriere? 2.La storia delle stragi: una stagione di studio intensa e feconda/La guerra antipartigiana e gli ordini di Hitler e Kesselring/Comunità martiri/Casi di studio in itinere. Fucecchio/Casi di studio in itinere. Castelnuovo dei Sabbioni e Meleto/Alcune considerazioni sui “massacri ordinari? nel Comune di Cavriglia Schede/Uno sguardo all'indietro: studiare le stragi negli anni Ottanta-Novanta/Alcuni appunti di lavoro. Le fonti archivistiche britanniche/Principali eccidi e stragi di civili in Toscana, aprile-novembre 1944 Appendice prima/Documenti Appendice seconda/Dal processo alla grazia attraverso le pagine dei giornali

Voce della critica

Realizzato con il concorso della Giunta regionale toscana, il volume si inserisce nel solco delle ricerche che intrecciano la dimensione locale degli accadimenti storici al quadro nazionale. Dell'epoca come di oggi. Al centro del lavoro si pone il problema, attualmente al centro di molteplici riflessioni, della punizione dei crimini di guerra. La connessione tra memoria del passato e comprensione del presente è mediata dall'irrisolta questione delle omissioni postbelliche, dalla mancata celebrazione dei processi, dalle facili amnistie e dalle compromissioni. La figura di Albert Kesserling, comandante delle truppe tedesche in Italia, responsabile dell'eccidio delle Fosse Ardeatine, condannato a morte e poi repentinamente graziato, assurge a epitome di una condotta diffusa che fece della politica dei "colpi di spugna" e delle amnesie di comodo la prassi abituale. Introdotto da un saggio di Ivan Tognarini - modernista dell'Università di Siena e studioso dell'occupazione nazifascista come del fenomeno resistenziale in Toscana -, e corredato da un'amplissima appendice documentaria, nonché da una rassegna stampa anastatica, il volume si segnala per la particolare cura dedicata alla ricostruzione degli scenari affrontati. L'autore offre un'ampia e argomentata panoramica sia dei fatti che riguardarono la Toscana, nella sanguinosa estate del 1944, sia del dibattito storiografico che ha alimentato in questi ultimi vent'anni non solo gli studi in materia, ma anche quel che si può definire "il discorso pubblico".

Claudio Vercelli

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi