Una lacrima color turchese - Mauro Corona - copertina

Una lacrima color turchese

Mauro Corona

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 4 novembre 2014
Pagine: 92 p., Rilegato
  • EAN: 9788804649458
Salvato in 21 liste dei desideri

€ 6,48

€ 12,00
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il giorno di Natale, in uno sperduto paesino di montagna sommerso come ogni anno da una fitta coltre di neve, accade un fatto sconvolgente: mentre la gente si dispone a mettere da parte i rancori, cercando di essere più buona almeno per le festività, le statuine di Gesù Bambino scompaiono misteriosamente da tutti i presepi. Le prime ad accorgersene sono tre madri di famiglia che, indignate, accusano i figli del furto. Quando però si sparge la voce che l'inquietante fatto non ha colpito solo quel borgo ma addirittura il mondo intero, la rabbia cede il posto al panico. Cosa può nascondersi dietro a un evento così assurdo e angosciante? L'umanità ha disperatamente bisogno di risposte. Teologi e satanisti, esperti e millantatori si lanciano in teorie e ipotesi. Non si arrendono di fronte a nulla, l'importante è individuare un colpevole. Ma la ricerca sembra essere destinata a non avere fine. Eppure basterebbe sottrarsi alla frenesia e riflettere per un momento in silenzio per rendersi conto che quel mistero ci coinvolge tutti. Se solo avessimo il coraggio di guardare dentro ai nostri cuori e interrogare le nostre coscienze...
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,14
di 5
Totale 14
5
6
4
6
3
0
2
2
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Claudio - BL

    03/05/2018 12:11:53

    Di parere diametralmente opposto a Susy, la signora che mi ha preceduto. Pur non trattandosi di uno dei libri più di spessore del bravo Corona, l'ho trovato pungente e veritiero nei confronti di ciò che è diventata la nostra società ed i tanti che si pongono a volerla guidare con comportamenti ipocriti e sbagliati. Una riedizione de L'avvelenata, di gucciniana menoria, in cui l'autore si scaglia verso i tronfi protagonisti dei tempi nostri, nei confronti dei quali, gran parte della società, si riconosce prendendo spunti comportamentali, cercando penosamente di emularli. Ho trovato azzeccatissima la dedica iniziale "A Papa Francesco. Che Dio lo aiuti", che porta a raccolta riflessione.

  • User Icon

    Susy

    16/07/2015 10:52:14

    E' il primo libro che leggo di Corona e meno male che non è stato un acquisto ma l'ho preso in prestito in biblioteca.. Letto in un'ora. Bella la provocazione, ma veramente troppo inzuppato di propria soggettività (o meglio di un duro continuo e pure stucchevole giudizio intriso di odio verso determinati preposti soggetti) che traspare ad ogni singola riga. Non si riesce a leggere decentemente (ovvero a cogliere e sviluppare quel 'LA' che la lettura dona per dar via alla riflessione personale) da quanto è smaccatamente prepotente l'opinione - o meglio dire il pretenzioso giudizio - di chi scrive. Il finale poi (assolutamente tirato come se non sapesse come chiudere il cerchio) poteva proprio risparmiarselo.. A mio avviso da terminare alla 85esima pagina. Idea buona ma pesantemente personale tanto quanto un proprio commento su un post di facebook... più che un libro è un lungo articolo d'opinione (largamente di parte) incastonato in un bella storiella-aneddoto. Proposito tutto sommato lodevole (principalmente puntare il dito contro l'ipocrisia) ma che non lascia spazio alla riflessione personale e quindi ad un eventuale miglioramento, essendoci condanne e giudizi già confezionati e infiocchettati. Non è un libro da leggere, a meno che non si abbia un buon filtro mentale per 'ripulirlo' dalla totale non-oggettività, e una buona capacità di discernimeno/riflessione che sia in grado di filtrare il 90% del libro per cogliere quel 10% di buono e svilupparlo personalmente.

  • User Icon

    mauro celani

    02/03/2015 15:15:31

    Storia bella,sicuramente originalissima. Pare un sermone da prete di campagna vecchia maniera che con la sua semplictà spiega alla perfezione quanto da capire. belle metafore .parabola da paradiso degli ELFI. BRAVO CORONA ciao

  • User Icon

    Serena

    20/02/2015 21:12:21

    Premetto che questo è il primo libro che leggo ufficialmente di Corona, piace a molti miei amici e anche alla mia nonna materna, la quale ha riletto questa storiella ricevuta il Natale appena trascorso ben due volte e ora vuole l'intera collezione dei suoi libri, lei che ama la montagna e la vita di campagna. Non l'ho trovata né banale e nemmeno populista, l'ho letta tutta d'un fiato in questa giornata e mi ha fatto sorridere, ma anche venire la pelle d'oca per l'orrore di questa nostra società che descrive basata sull'ipocrisia, cattiveria spesso gratuita e l'apparenza. Gesù si è stufato di tutto questo, e ritiene che non lo meritiamo più, è questo sostanzialmente il senso di questa favola metaforica. In pochi raccontano le cose come stanno senza censure, ed è comprensibile che questa storia sia scomoda a molti bigotti e falsi perbenisti. Un libro non si giudica dallo spessore, bensì dal contenuto e questo è assolutamente da leggere e regalare. Vivrete una giornata di profonde riflessioni anche amare. Grazie a Mauro per questa piccola perla di saggezza di cui abbiamo disperatamente bisogno.

  • User Icon

    Paola

    11/02/2015 20:34:11

    bel libro, ironico, pungente e diabolicamente magistrale, insegna i principi della vita e non l'ipocrisia,bravo Corona!

  • User Icon

    Chiara

    21/12/2014 21:58:12

    Un libro semplice, scritto con un linguaggio del quotidiano, racconta in modo ironico, ma al tempo stesso estremamente realistico e per certi aspetti "brutale" ciò che è diventato il Natale. Da leggere durante la patetica corsa alla ricerca del regalo perfetto..chissà che faccia riflettere!

  • User Icon

    Anna

    18/12/2014 09:57:37

    Un bella favola di Natale, semplice, ma non banale! Si legge volentieri, tutta d'un fiato ed offre molti spunti di riflessione! Un bel libro da regalare agli amici.

  • User Icon

    simo75

    15/12/2014 11:08:26

    Un messaggio umano, di fede, morale e Natalizio molto toccante. Da leggere, da regalare.

  • User Icon

    Paola

    27/11/2014 18:20:53

    l'idea era buona, purtroppo sviluppata in modo frettoloso , non lascia nulla e scorre via come il rimprovero sottile che viene fatto al mondo intero. Un mondo assolutamente "non interessato" al Bambin Gesù, che non è più nemmeno un simbolo, ma solo un gioco di luci che arriva dalla Sua grotta, perchè in fondo è da queste luci che è stato sostituito. Con buona pace di tutti.

  • User Icon

    Giulia

    19/11/2014 21:41:20

    Come sempre lo scrittore tocca punti molto interessanti del nostro modo di vivere e di essere. Speriamo che in tanti lo leggano e ne facciano un buon riferimento per il continuo del loro cammino.

  • User Icon

    GIUSEPPE

    19/11/2014 18:05:56

    Un racconto da legger in un batter d'occhio , coinvolgente fino alla fine .Una storia di fantasia che a molti può far pensare , ma è già reale.

  • User Icon

    valter castagno

    18/11/2014 22:59:24

    Bello. Un bel messaggio, con la scrittura "diretta" di Mauro Corona

  • User Icon

    laura

    18/11/2014 18:02:53

    davvero molto bella questa storia anche se triste e reale. il libro trovo sia anche un ottimo regalo da fare per il prossimo natale.

  • User Icon

    Sara

    13/11/2014 10:48:16

    Una fiaba triste, che però fa riflettere...per tutto il romanzo si attende di avere la soluzione e quando la soluzione ti viene rivelata ti viene da pensare che sarebbe triste se quella fiaba fosse vera. Molta gente vive veloce, talmente veloce da non accorgersi di niente, se questo racconto fosse statp vero probabilmente nessuno si sarebbe accordo che Gesù bambino, nel presepe, non c'era più.

Vedi tutte le 14 recensioni cliente
  • Mauro Corona Cover

    Ha seguito fin da bambino il nonno paterno (intagliatore) in giro per i boschi. Intanto, il padre lo portava a conoscere tutte le montagne della valle. Dal primo ha ereditato la passione per il legno, diventando uno degli scultori lignei più apprezzati d'Europa; dal secondo invece l'amore per la montagna. Alpinista e arrampicatore fortissimo, Mauro Corona ha aperto oltre trecento nuovi itinerari di roccia sulle Dolomiti d'Oltre-Piave.È autore di, tra gli altri, Il volo della martora (CDA & VIVALDA, 1997, riedito da Mondadori nel 2014), di Finché il cuculo canta (1999), Gocce di resina (2001) e La montagna (2002) per Biblioteca dell'Immagine. Per i tipi Mondadori invece ha scritto Nel legno e nella pietra (2005), Aspro e dolce (2006), Vajont: quelli del dopo (2006),... Approfondisci
Note legali