Categorie

Il ladro di merendine

Andrea Camilleri

Collana: La memoria
Edizione: 20
Anno edizione: 1996
Pagine: 247 p.
  • EAN: 9788838913198
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 6,20

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Lucia

    17/08/2015 19.02.53

    "Il ladro di merendine" è in assoluto l'episodio che amo di più della serie televisiva "Il commissario Montalbano". Non avevo ancora incontrato il commissario sulla carta stampata e questo libro è stata una piacevole sorpresa, per lo stile scorrevole e accattivante e per i temi affrontati, rivelatisi di primissima attualità, nonostante siano trascorsi 10 anni dalla prima edizione. Il linguaggio di Camilleri è un felicissimo matrimonio tra italiano e dialetto siciliano. A mio parere il personaggio di Montalbano, sulla carta più che in televisione, mette a nudo se stesso, con tutto il suo bagaglio di difetti, manie, umanità e senso del dovere. E' più difficile cogliere sul piccolo schermo certe sfumature. Leggere consente di ritornare su una frase, o su un capitolo, quante volte si desidera e indagare non tanto sul caso di omicidio, a quello pensa il commissario di Vigata, quanto sul Montalbano uomo, amico e servitore dello Stato.

  • User Icon

    paolo

    09/06/2014 08.01.03

    Libro che inizia benissimo ma che poi si ingolfa nella solita storiella fritta e rifritta dei Servizi segreti deviati.Peccato.

  • User Icon

    Fabio74

    05/01/2014 11.07.57

    Terzo libro della serie Montalbano e,come i primi due,bellissimo.Trama sempre ben congegnata,luoghi e personaggi sempre molto ben descritti e poi la grande umanita'del commissario.Naturalmente non mancano i momenti per farsi anche qualche risata soprattutto durante le conversazioni tra Montalbano e Catarella,che spasso.Finale commovente.Ciao a tutti e al prossimo

  • User Icon

    straniera

    17/09/2013 21.29.44

    Adoro Montalbano, anche se sono ungherese e solo studio italiano. Questo libro é tra i migliori, ho letto in due giorni. É un capolavoro, che mostra le debolezze, i dolori e sentimenti di questo uomo forte.

  • User Icon

    Do

    07/01/2013 15.38.56

    Per non è il miglior Montalbano, ma resta comunque un capolavoro. L'ideale è sedersi in poltrona, aprire il libro e aspettare che da una semplice scena del crimine Camilleri tiri fuori una trama da spavento!

  • User Icon

    archipic

    05/11/2012 12.00.37

    E' il miglior Montalbano che ho letto. Ci sono tutti gli ingredienti che hanno reso celebre il personaggio di Camilleri ma c'è una cosa che a volte manca o non è continua negli altri libri: il ritmo. Un ritmo incalzante sottende tutta la narrazione senza scendere mai di tono; sia nell'azione che nei dialoghi, un Camilleri ispiratissimo ci regala un concentrato di trama gialla, noir, umoristica, enogastronomica, sentimentale e amicale. Un bel libro davvero.

  • User Icon

    Franesco

    22/07/2012 12.42.19

    So che Camilleri, per sua stessa ammissione, nel creare il personaggio di Montalbano si è ispirato al grandissimo Manuel Vàzquez Montalbàn (mio grande idolo) e in particolare al suo personaggio "Pepe Carvalho" investigatore privato anch'egli appassionato di buona cucina. Essendo questo il primo libro che leggo di Camilleri, devo dire che mi è piaciuto molto, lo trovo scorrevole e piacevole, non ci si annoia mai. E soprattutto, conoscendo abbastanza bene la Sicilia, devo dire che la descrizione del paesaggio è veramente eccezionale. Lo coniglio.

  • User Icon

    Daria

    01/03/2012 20.24.52

    Alla base c'è ancora una volta un delitto con un' indagine poliziesca che si srotola in tutto il romanzo. A questo si aggiungono le " sensoriali" e sublimi descrizioni dei cibi (quasi ne percepisco gli odori e i sapori!) e un emozionante tratteggio interiore del Nostro commissario Montalbano.Da leggere assolutamente!

  • User Icon

    camilla

    09/01/2011 16.02.22

    Meraviglioso. Bellissime le descrizioni dei rapporti tra Salvo e Livia , Livia e Froncois, Salvo e la buona tavola. Consigliato!

  • User Icon

    Dave

    03/11/2010 14.02.27

    Divertente, intrigante ed a tratti emozionante. Era il mio primo libro di Camilleri e Montalbano. Ora (dopo anni) capisco il perchè di tanto successo.

  • User Icon

    Valentina

    08/07/2010 11.29.39

    E' il primo romanzo di Camilleri che leggo, sicuramente un bel libro, ottimo come lettura estiva (scorrevole, divertente, con alcuni spunti di riflessione). Di avvenimenti importanti per la vita del commissario qui ce ne sono molti: l'incontro con François, un orfanello a cui Montalbano confida cose che non aveva mai detto neppure a Livia, la malattia del padre che il commissario non riesce ad affrontare (fino a quando qualcuno finalmente gli dirà: "Quando si deciderà a crescere, Montalbano?")..Tuttavia ciò che ho trovato di estremamente interessante è la lingua, il dialetto siciliano, sì perchè scritta in italiano sarebbe stata quasi una storia qualcunque, ma il dialetto le dà la sua precisa collocazione, la sua unicità.

  • User Icon

    Elisa

    06/07/2009 20.16.40

    Fino ad ora ho letto tutti i romanzi civili e storici di Camilleri, questa è la prima indagine di MOntalbano che leggo. Bello! Bella l'indagine e simpatico (anche se tremendo) il commissario. E bravo Camilleri!

  • User Icon

    Fabrizio

    29/05/2009 18.34.14

    Io sono piemontese, figlio di piemontesi da generazioni che non ha mai avuto contatti con il dialetto siciliano (non per razzismo, sia ben chiaro!) e non ho mai visitato quella splendida terra, ma non ho mai avuto problemi a capire Montalbano, ma c'è da dire che i dialetti (tutti) mi fanno impazzire. Sono una ricchezza che pian piano scandalosamente perderemo. Elena, su dai, che esce sempre un Faletti prima o poi! Fabrizio.

  • User Icon

    Roderick

    10/11/2008 15.21.53

    3° indagine ad avere come protagonista il commissario Montalbano. L'intreccio è quanto mai perfetto e intrigante, ottima la caraterizzazione dei personaggi. Come sempre Camilleri ci fa toccare con mano il paesaggio della Sicilia grazie ad un linguaggio denso di termini dialettali ed a sublimi descrizioni, insomma: romanzo consigliato! Come conigliata è la trasposizione televisiva con Zingaretti (anche se il libro è migliore).

  • User Icon

    Cristiano

    06/02/2008 11.10.09

    Ho visto il film su Rai Uno e mi è piaciuto molto. Ma per quanto il film possa essere bello, il libro l'ho trovato indubbiamente più intenso e affascinante. Una lettura che alle prime pagine mi aveva un po' spaventato per via dei termini siciliani che vengono utilizzati, ma che poi ha iniziato a scorrere in maniera estremamente comprensibile e mai noiosa. Una storia ben articolata (Camilleri in questo è un maestro) e con molti elementi ed eventi in più rispetto all'adattamento televisivo.

  • User Icon

    Loredana

    27/08/2007 16.04.59

    Bellissima storia, intreccio perfetto, divertente, personaggi realistici che quasi li puoi toccare, annusare, una goduria per la mente e per il palato, non so che altro dire.... una delle migliori pubblicità che la Sicilia avesse mai potuto sperare! Bravo Camilleri!

  • User Icon

    mirko

    13/06/2007 15.37.35

    Bellissimo, emozionante e in alcune fasi perfino divertente. Sono contento di avere "incontrato" Camilleri lungo la mia strada.

  • User Icon

    Valentina

    10/05/2006 14.08.50

    Straordinario! Tra i romanzi che raccontanto le vicende di Salvo Montalbano questo è il più bello!

  • User Icon

    Stefano

    27/04/2006 07.54.41

    Molto carino come, del resto, tutti gli altri libri che hanno come protagonista Montalbano. Non è assolutamente vero che il siciliano di Camilleri non si capisce; il libro scorre benissimo. Da leggere sicuramente.

  • User Icon

    Vicky Vale

    16/11/2005 11.53.50

    Umano e straordinariamente coinvolgente. Un Montalbano che matura grazie ad un'indagine complessa. "Giallisticamente" parlando una delle storie più belle ed articolate. Il linguaggio è come sempre geniale e riesce a far respirare un po' di sicilianità anche a chi, come me, non c'è mai stato. Bello.

Vedi tutte le 32 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione