Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

La legge e la signora - Wilkie Collins,Marta Lanfranco - ebook

La legge e la signora

Wilkie Collins

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Marta Lanfranco
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 785,31 KB
Pagine della versione a stampa: 379 p.
  • EAN: 9788822705808
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 2,99

Punti Premium: 1

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Traduzione di Marta Lanfranco

Edizione integrale


Opera della maturità di Wilkie Collins e capolavoro della letteratura del diciannovesimo secolo, La legge e la signora è il primo poliziesco avente per protagonista una donna detective, Valeria Woodville, un’eroina forte che non ha paura di sfidare per amore le convenzioni della società vittoriana. Valeria è la signora Woodville solo da pochi giorni quando viene a sapere che suo marito Eustace l’ha sposata sotto falso nome. La neo sposa non solo scopre che il cognome di Eustace in realtà è Macallan, ma anche che qualche anno prima suo marito è stato processato per aver avvelenato la sua prima moglie e assolto solo per insufficienza di prove. Convinta dell’assoluta innocenza del suo amato, Valeria scoperchia un vaso di Pandora pieno di segreti, enigmi e misteri che si impegna a svelare con tenacia, nonostante spesso le sue azioni vengano considerate inappropriate per una donna. La forza e la determinazione di Valeria basteranno a riabilitare il nome di suo marito e a garantirle una vita serena?


Wilkie Collins

(1824-1889), figlio di un pittore paesaggista, studiò Legge senza mai praticare la professione, attingendo alle conoscenze del crimine così maturate per le sue opere. La fortuna arrivò dopo l’incontro con Dickens, che pubblicò gli scritti di Collins sulle sue riviste, inaugurando un rapporto di lavoro e di amicizia che durò dieci anni. Fu un autore molto prolifico, scrisse venticinque romanzi, più di cinquanta racconti e numerose opere teatrali. La Newton Compton ha pubblicato La donna in bianco, Senza nome, L’albergo stregato, La Pietra di Luna, Armadale, La legge e la signora e la raccolta I grandi romanzi.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,77
di 5
Totale 5
5
4
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Esse

    28/09/2020 07:59:13

    romanzo coinvolgente, lo consiglio

  • User Icon

    Alice C.

    24/09/2019 09:55:14

    Il giorno tanto atteso da Valeria è giunto: potrà coronare il suo sogno sposando l'uomo amato. Ma niente è destinato ad andare come sperato perchè un oscuro presagio adombra il matrimonio e ben presto ad emergere dal passato è un terribile segreto che il marito ha tenuto nascosto. Cosa è accaduto di tanto terribile? Chi è realmente colpevole? Anche in questo romanzo Collins rivela la sua estrema bravura nell'imbastire una trama che cattura e avvinghia il lettore dalle prime pagine. Leggerlo crea dipendenza, staccarsi dai suoi libri è impossibile.

  • User Icon

    Giulia

    19/09/2019 11:22:37

    Un romanzo vittoriano che mette in luce le contraddizioni e i crismi dell’epoca.Valeria s’innamora e decide di sposare repentinamente un uomo che conosce poco e che nasconde un terribile segreto.

  • User Icon

    lidia

    22/09/2018 17:06:06

    Nella quarta di copertina di questo libro si legge che Wilkie Collins è famoso, nei manuali di letteratura, per aver scritto nel 1868 il primo giallo. Proseguendo su questo filone Wilkie Collins ha scritto nel 1875 “La legge e la signora” che è, probabilmente, il primo “legal thriller” della storia della letteratura. Il genere è giunto fino a noi e gode a tutt’oggi di ottima salute. I legal thriller hanno tutti nella parte centrale del racconto la descrizione di un processo in una corte di giustizia, dove, in base a prove apparentemente inconfutabili, si sta per condannare un innocente. La descrizione minuziosa del processo, delle sottigliezze della procedura e la approfondita conoscenza della legge costituiscono la base del romanzo mentre parallelamente un legale o un altro personaggio indaga per trovare il vero colpevole e scagionare l’imputato. Queste caratteristiche comuni a tutti i legal thriller fanno si che questi romanzi siano spesso lunghi e noiosi. Poiché tutti i romanzi di Wilkie Collins sono molto lunghi si può osservare come questo, in verità, non lo sia eccessivamente, e se i suoi epigoni hanno scritto romanzi noiosi questo non si può ascrivere a lui poiché questo è, in realtà, un romanzo originale ed avvincente con una investigatrice dilettante di sesso femminile vera originalità del romanzo; inoltre questo potrebbe anche non essere un legal thriller, ma questo lo valuterà il lettore.

  • User Icon

    Laura

    18/09/2018 17:02:23

    Romanzo vittoriano a puntate diviso in due parti: paradiso perduto e paradiso riconquistato. La protagonista è Valeria, donna risoluta e innamorata del suo neo sposo che però nasconde un'altra vita, tutta da scoprire e accettare. Una serie di indagini, arringhe di tribunale, personaggi bizzarri e inquieti come Miserrimus Dexter, verdetti da capovolgere e nuovi giorni da vivere alla ricerca della verità. Pagine godibili, il lettore può vestire i panni dell'investigatore che, in questo caso, si rivela al femminile. Il finale a sorpresa rivela tutto il genio collinsiano e invita a proseguire nella lettura magnifica anche di altri capolavori dello stesso autore.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Wilkie Collins Cover

    Considerato il padre del genere poliziesco, Wilkie Collins, figlio del pittore di paesaggi William Collins, nacque a Londra l'8 gennaio 1824. Dopo aver cercato senza successo di intraprendere una carriera commerciale, studiò legge e nel 1851 ottenne l'abilitazione all'avvocatura. Non praticò però mai la professione legale e utilizzò la conoscenza del crimine nei suoi scritti. Oltre alla passione per la scrittura, coltivò anche quella per la pittura, ed espose le sue opere alla Royal Academy in una mostra nell'estate del 1849.Nel 1852 conobbe Charles Dickens, con il quale iniziò una duratura amicizia. Scrisse per la sua rivista, un settimanale, "Household Words", e insieme viaggiarono in Francia, dalla quale tornarono con la... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali