Lepidezze postribolari ovvero Populorum progressio

Daniele Luttazzi

Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
In commercio dal: 4 giugno 2007
Pagine: 394 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788807840777
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,56
Descrizione
"Internet non è altro che una macchina da scrivere incrociata con un telecomando. È una tv con sei miliardi di canali. E sono quasi tutti realizzati da una universitaria di nome Biba che insieme alle amiche d'appartamento ha installato una webcam nella doccia: così, tanto per divertirsi. Molti dei testi raccolti in questo libro provengono dai tre blog (quello ufficiale, quello lento e quello segreto) di Daniele Luttazzi. L'unico vantaggio del web è che hai accesso al mondo privato di gente spaventosa come lui, senza doverla odorare" (Dalla postfazione di Galeazzo Ciano). Un nuovo bollito misto, che raccoglie il mondo di Daniele Lutazzi in notizie, testi, fumetti.

€ 8,40

€ 14,00

Risparmi € 5,60 (40%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Elio

    26/11/2009 23:49:17

    Genio! Questa è l'unica vera satira che abbiamo in Italia. Giuro che alcune battute sono da ridere fino alle lacrime. Luttazzi parla di politica in una maniera trascinante e dissacrante incredibile. La Tamaro può continuare a scrivere le sue storie dolci diabetiche e a criticarlo,perlomeno lui dice quello che pensa. Bellissima la sezione fotografica.

  • User Icon

    Mosè

    13/12/2007 12:12:55

    Battute divertenti, riflessioni interessanti e intelligenti. Ti fa ridere, ma ti fa anche vedere i fatti della politica e dell'attualità sotto una luce nuova.

  • User Icon

    Darlene Alibigie

    22/05/2007 00:10:30

    Non riesco a capire se Luttazzi è grande come sembra o sembra grande perché vive in un paese di nani come il nostro. Resta, comunque, l'unico in Italia che fa vera satira; ma anche come umorista puro è di gran lunga superiore a qualsiasi altro comico italiano. Certo, a furia di sparare a zero su chiunque rischia di sconfinare nell'integralismo. E se le sue riflessioni politiche sono interessanti, non si può dire altrettanto dei lunghi pistolotti teorici sulla natura dell'umorismo: un comico non dovrebbe mai pretendere di spiegarti le sue battute. Nemmeno in termini dotti.

  • User Icon

    Franza

    16/05/2007 14:48:45

    Uno spasso! Questo pazzo furioso è un genio. La postfazione che (in questo caso) precede il libro spiega che i testi sono tratti dai tre blog di Daniele Luttazzi, rispettivamente: quello ufficiale, quello lento e quello segreto. Ci sono poi un centinaio di pagine con le cattiverie del monologo di Barracuda 2007 e diverse foto commentate dall'autore. Un libro intelligente nonostante le cattiverie, le porcherie ed il cinismo straripante. Andate a vederlo a teatro è unico!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione