Lepidezze postribolari ovvero Populorum progressio

Daniele Luttazzi

Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
Pagine: 394 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788807840777
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,56

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Elio

    26/11/2009 23:49:17

    Genio! Questa è l'unica vera satira che abbiamo in Italia. Giuro che alcune battute sono da ridere fino alle lacrime. Luttazzi parla di politica in una maniera trascinante e dissacrante incredibile. La Tamaro può continuare a scrivere le sue storie dolci diabetiche e a criticarlo,perlomeno lui dice quello che pensa. Bellissima la sezione fotografica.

  • User Icon

    Mosè

    13/12/2007 12:12:55

    Battute divertenti, riflessioni interessanti e intelligenti. Ti fa ridere, ma ti fa anche vedere i fatti della politica e dell'attualità sotto una luce nuova.

  • User Icon

    Darlene Alibigie

    22/05/2007 00:10:30

    Non riesco a capire se Luttazzi è grande come sembra o sembra grande perché vive in un paese di nani come il nostro. Resta, comunque, l'unico in Italia che fa vera satira; ma anche come umorista puro è di gran lunga superiore a qualsiasi altro comico italiano. Certo, a furia di sparare a zero su chiunque rischia di sconfinare nell'integralismo. E se le sue riflessioni politiche sono interessanti, non si può dire altrettanto dei lunghi pistolotti teorici sulla natura dell'umorismo: un comico non dovrebbe mai pretendere di spiegarti le sue battute. Nemmeno in termini dotti.

  • User Icon

    Franza

    16/05/2007 14:48:45

    Uno spasso! Questo pazzo furioso è un genio. La postfazione che (in questo caso) precede il libro spiega che i testi sono tratti dai tre blog di Daniele Luttazzi, rispettivamente: quello ufficiale, quello lento e quello segreto. Ci sono poi un centinaio di pagine con le cattiverie del monologo di Barracuda 2007 e diverse foto commentate dall'autore. Un libro intelligente nonostante le cattiverie, le porcherie ed il cinismo straripante. Andate a vederlo a teatro è unico!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione