Letter To A Hostage

Letter To A Hostage

Antoine de Saint-Exupery

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Babelcube Inc.
Formato: EPUB
Testo in en
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
  • EAN: 9781507166369

€ 2,99

Punti Premium: 3

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Letter to a Hostage is a book by the author Antoine de Saint-Exupéry.
Saint-Exupéry initially wrote this piece as a preface for his best friend, Léon Werth’s novel: Trente-trois jours (Thirty Three Days). Werth had been forced to take refuge in the Jura region of France during the autumn of 1940 because of his Jewish origins. His book, however, could not be published, and so the author significantly revised his preface, removing any direct references to his friend and making him anonymous within the text and a symbol for France as the hostage of the occupying forces. This version was published independently in June 1943. The work is comprised of six short chapters which reflect upon recent aspects of the author’s life (travelling to Portugal, impressions of the Sahara, living in the USA...), and combines references to his friendship with Werth and to his love for his country.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Antoine de Saint Exupery Cover

    Scrittore francese. Di famiglia aristocratica, cattolica e tradizionalista, ebbe un’infanzia turbata dalla morte del padre e oppressa dalla monotonia della vita di collegio. Pilota militare nel 1921, scoprì nel volo un’appassionante occasione di libertà, di autonoma ricerca di identità. Dal ’26, come pilota civile, si dedicò ad avventurosi voli intercontinentali, legando alle proprie esperienze dirette una pratica letteraria destinata a diventare sempre più importante nella definizione del proprio rapporto con il mondo. Esordì con una novella, L’aviatore (L’aviateur, 1926), ma si affermò come romanziere con Corriere del Sud (Courrier Sud, 1928), entusiastico appello al superamento del quotidiano attraverso una costante... Approfondisci
Note legali